Magazine Cultura

Il regno dei lupi di George R.R. Martin. Capitolo 9: Arya

Creato il 14 gennaio 2014 da Martinaframmartino

 

Il regno dei lupi di George R.R. Martin. Capitolo 9: Arya

Alcuni capitoli gettano sguardi inquietanti sugli intrighi e sui giochi di potere che animano il continente di Westeros. Altri sono avventura. Tyrion, a cui era dedicato il capitolo precedente, ricopre un ruolo politico importante, quindi con lui assistiamo agli intrighi. Aria è in fuga, ed è pure troppo giovane per capire la complessità di quel che le ruota intorno, quindi con lei George R.R. Martin ci dona l’avventura.

Il suo viaggio è iniziato nelle prime pagine dei Regno dei Lupi. Nel Trono di spade avevamo visto che servono due settimane per andare dal Tridente ad Approdo del Re, ma anche se in quel caso i personaggi erano rallentati dalla casa su ruote di Cersei non avevano problemi “trascurabili” come eserciti in movimento, possibili presenze di banditi e guardie che li cercano, al di là del fatto che Yoren è sempre in cerca di reclute per la Barriera.

Gendry ovviamente non sa perché la regina lo vuole, né Jon Arryn né Ned si erano preoccupati di dirgli che lui è il figlio bastardo di Robert Baratheon. Arya il sovrano lo ha visto, ma dubito che lo abbia guardato più di tanto visto che a lei i nobili non interessano e che sono altre le cose che la affascinano. E poi pure Ned aveva stentato a riconoscere il suo amico all’inizio del Trono di spade, segno che gli anni e gli stravizi lo devono aver cambiato parecchio. Renly, come ben sappiamo, somiglia molto al giovane Robert, ma anche qui: quanto lo ha guardato Arya? Dubito che lo abbia mai fatto davvero, quella interessata ai bei principi è sempre stata Sansa, perciò è giustificata se nel volto del suo nuovo amico non vede ciò che vi aveva visto suo padre.

Arya si deve iniziare ad abituare al fatto che in molti considerino suo padre un traditore. Deve crescere in fretta, perché l’alternativa è la morte. Lo vediamo anche dal viaggio in una terra che porta tutti i segni della guerra. Mentre gli altri sono spaventati dai lupi noi speriamo che Nymeria rispunti fuori da qualche parte per rinsaldare il legame con la sua padroncina, ma ricordiamoci che i lupi veri sono tutta un’altra cosa rispetto ai meta-lupi. Il viaggio prosegue.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines