Magazine Cucina

"Il ripieno" diventa una perlina di pane e formaggio!

Da Giadamarchesi
Non chiedetemi perchè lo chiamo "ripieno", cosi' è dai tempi dei tempi... cioe' quando ero in fasce pure io! Credo sia il ripieno dei cappelletti che faceva mia nonna, quello che avanzava lo cuoceva, a forma di piccolo polpettone,  nudo e crudo nel brodo di carne. Un impasto tipo i passatelli. Tutto fatto da lei, pasta, cappelletti, ripieno, brodo e tanta tanta pazienza.Oggi, invece, considerato il brodo di pollo avanzato, ho deciso di proporlo a mandorlina a forma di polpettina, una perla di polpettina. Una perla che si tuffa in una salsa di pomodoro profumatissima e colorata.E perchè non usare le mie ciotoline.....considerato il fatto che ho abbandonato la mia attivita',  il mio laboratorio, per il momento non mi resta che guardarle... Inoltre anche lei ha diritto ad una bella presentazione,  l'occhio vuole la sua parte, giusto? (in realta' credo non sia ancora pronta per l'aspetto estetico =)non mi ha neanche dato il tempo di preparare il tutto, afferrando la forchetta si è tuffata nella salsa....)


Cosa occorre? Le dosi come sempre sono abbastanza indicative, deve risultare un impasto abbastanza sodo, non friabile, in modo che nella cottura non si disfi e da poter formare delle palline.
1 litro circa di brodo (io ho usato il brodo di pollo)1 uovo70 g di parmigiano grattugiato60 g di pan grattataosalePolpa di pomodorooliobasilico
Unire tutti gli ingredienti in modo da ricavarne un impasto da polpettine, se occorre aggiungere del brodo nell'impasto per ammorbidirlo. Cuocere nel brodo per almeno 15/20 minuti, piu' o meno quando iniziano a tornare tornare a galla. Putroppo per mancanza di tempo ho  usato una polpa di pomodoro "Alce Nero", scaldata in un pentolino con un filo di olio e una fogliolina di basilico.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :