Magazine Diario personale

Il tempo

Da Farfalla [email protected] @annamariaa80

Sulla mia ferma intenzione di non pensare più al tempo che mi manca (cosa un pò comune a tutti nella vita di oggi) quanto al tempo che mi rimane e metterlo a frutto.

Oggi ho trovato questo pensiero di Ravasi che in modo migliore del mio dice il mio stesso intendimento Pensate al tempo di cui ancora disponete, piuttosto che al tempo che vi manca….Non è, invece, un luogo comune la frase che ho scoperto leggendo un articolo e che oggi propongo: a scriverla è stato un medico canadese, William Osler (1849-1919), considerato come il padre della moderna medicina clinica. La considerazione è significativa soprattutto nella società contemporanea così frettolosa e frenetica: «mi manca il tempo di pregare, di parlare coi figli, di fermarmi a riflettere-» e così via. E a furia di ripetere questa dichiarazione, ci si auto-assolve da tanti impegni dovuti, forse anche allegando l’asserto che ad  impossibilia nemo tenetur, cioè che l’impossibile è tale e scusa tutto. In realtà, si vede che queste stesse persone sprecano molto tempo in chiacchiere, in vanità, in lunghe soste in negozi, in code sulle autostrade, in una serie di “necessità” non necessarie imposte dallo stile di vita attuale. Ecco, allora, il monito di Osler: più che al tempo che manca, si pensi al tempo disponibile e sciupato. È paradossale, ma spesso si fanno le cose importanti in fretta e sbrigativamente, ripetendo: «Non ho tempo! Ho troppo da fare!». E poi non si sa come ammazzare tutto quel tempo che si è risparmiato. Il famoso critico d’arte Bernard Berenson (1865-1959) scriveva: «Ammazzare il tempo invece di impiegarlo come la vera sostanza della vita vissuta e non semplicemente trascorsa, è senz’altro il peccato dei peccati».
Filed under: Personale Tagged: pensieri, quotidiano, ravasi, riflessioni, tempo, vita

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il peposo dei cosaccai

    Sarà l’effetto del vento siberiano che spazzola la penisola. Qua c’è aria fredda, qualche briciola solitaria di nevischio che cade giù. Leggere il seguito

    Da  Kisciotte
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI
  • il buon esempio

    Ad ascoltare le parole del padre Umberto, Renzo Bossi, in arte il Trota, si era già stancato da tempo di stare tra i banchi del consiglio regionale lombardo. Leggere il seguito

    Da  Ducdauge
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI
  • Il dolore*

    Il dolore è un postino grigio, muto, col viso scarno, gli occhi azzurro-chiari; gli pende giù dalle fragili spalle la borsa, scuro e logoro ha il vestito. Leggere il seguito

    Da  Farfalla [email protected]
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI
  • il lavoro rende liberi

    Ho ascoltato mille notiziari, alla radio, alla tv; ho letto notizie su quotidiani e internet e continua a non tornarmi una cosa: nella famigerata manovra... Leggere il seguito

    Da  Ducdauge
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI, TALENTI
  • Il lindo

    lindo

    Credo che personaggi simili li abbiate incontrati tutti nei vostri vagabondaggi in terra cubana,a Las Tunas ogni tanto ne capita uno e le sue gesta diventano... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il seggio campione

    seggio campione

    Chi era nel seggio della piccola frazione, seggio campione, raccontava il voto e lo scrutinio come cosa epica. Alzava il mento e la schiena nel farlo, poi... Leggere il seguito

    Da  Parolesemplici
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Il temporale

    temporale

    Ieri sera qui a Cernobbio c'é stato un temporale. Non é una novitá,vivo nel pisciatoio d'Italia. Qui, quando Enrico il bagnino annuncia 'nubi e possibilitá di... Leggere il seguito

    Da  Ele
    DIARIO PERSONALE, TALENTI