Magazine

Il tuo nome sia Pascal

Creato il 12 novembre 2010 da Sogniebisogni

Cosa pensava mai Ipazia?

Ho sempre odiato la scommessa pascaliana, fin da studente. Perché era scelta obbligata e anche perché era scegliere di non scegliere. È una cosa intollerabile da sentirsi dire, quando si è giovani, che “conviene” puntare sull’esistenza di Dio e che anche chi non punta è come se puntasse lo stesso. La scommessa ti sottrae il gusto dell’agnosticismo, la curiosità dell’incredulità, ti sottrae il contatto col metafisico.
Ovviamente me lo aspettavo che avresti scelto Pascal e che avresti scommesso solo se implicitamente ti invitavo io a scommettere. E io non volevo darti via d’uscita, eppure te l’ho data lo stesso. Perché ti volevo bene e non riesco ad essere cinico quando voglio bene.
E ora penso alla tomba di Pascal che ho visto una volta a Saint Étienne e non provo il minimo apprezzamento per quest’uomo pieno di quieta e vigliacca razionalità. Avrà vinto la sua scommessa, incassando il Regno dei Cieli? O almeno ha vissuto tranquillo finché non è morto. Non mi fa simpatia.
Tieniti la tua libertà di scegliere non scegliendo, di vincere senza vincere niente. Tieniti il silenzio della mia voce. Tieniti stretto il bottino della tua scommessa razionale. La posta di una sconfitta. Per me, un motivo di meno, se fosse necessario, per fidarmi della razionalità.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il backstage

    backstage

    Poi promesso non ne parlo più... :-) altrimenti sembra una questione di stato questo matrimonio, ma venerdì scorso avevo promesso una sorpresa sulla mia pagina... Leggere il seguito

    Da  Magnoliawp
    LIFESTYLE, PER LEI
  • Il sorteggio

    sorteggio

    di Giacomo Campiotti, Italia 2009, con Giuseppe Fiorello, Giorgio Faletti, Gioia Spaziani, Ettore Bassi, Matilde Piana. Torino, 1977. Leggere il seguito

    Da  Innovationmarketing
    CINEMA, CULTURA, FILM DRAMMATICO
  • Il messicano

    messicano

    Ancora Jack London, ancora pugilato.Come già detto, non è facile reperire i racconti che lo scrittore ha dedicato alla boxe; questa volta vi scrivo perché ho... Leggere il seguito

    Da  Fidel
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • da "Il fu Mattia Pascal" di Luigi Pirandello

    Mattia Pascal" Luigi Pirandello

    Tutto sudato e impolverato, don Eligio scende dalla scala e viene a prendere una boccata d'aria nell'orticello che ha trovato modo di far sorgere qui dietro... Leggere il seguito

    Da  Lucabilli
    CULTURA, LIBRI
  • Il tubo

    tubo

    D’estate, alla fine di ogni sua giornata lavorativa, Marco Cedratti andava sempre a fare una nuotata. Era il momento che maggiormente aspettava. Non al... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    RACCONTI, TALENTI
  • Il Corpo

    Corpo

    Il Corpo Di Guglielmo Pispisa – Kai Zen G Il corpo martoriato me lo ricordo alla sera, quando venne deposto. Senza più dolore, ormai, inerte. Una bisaccia vuota... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Il bello, il buono e il piccino

    bello, buono piccino

    di PIERCIRO GALEONE L’Italia è un Paese piccolo. Il suo punto più a nord, la Vetta d’Italia sulle Alpi Aurine, dista 1.291 chilometri da quello più a sud, Punt... Leggere il seguito

    Da  Francesco74
    ITALIA, VIAGGI