Magazine Cultura

In ricordo di Gerry Rafferty

Creato il 19 gennaio 2011 da Athos Enrile @AthosEnrile1
In ricordo di Gerry Rafferty

Pochi giorni fa, il 4 gennaio, è morto Gerry Rafferty.

Colpisce sempre la dipartita di una persona “giovane” (63 anni), soprattutto se conosciuta e famosa.

Rafferty è collegato indissolubilmente a Baker Street, brano famoso soprattutto per il suo indimenticabile giro di sax iniziale. Non so come ma il suo album “City to City” entrò in casa mia (e ancora c’è), nonostante a quell’epoca certa musica “pop” fosse bandita dalle mie parti. Ma trovo quell’album davvero piacevole e anche oggi, a distanza di tempo, i brani che lo compongono non hanno perso il fascino iniziale. Mi è accaduto di … “aprire la porta e lasciarli entrare”, e ho scoperto che hanno qualcosa di magnetico, che niente ha a che vedere con quell’assolo di sax famoso, ma è forse più legato ad una timbrica vocale unica, capace di toccare il cuore attraverso arie malinconiche.

Gerry soffriva da tempo di problemi d’alcolismo, culminati con un’insufficienza epatica che gli è stata fatale. Già nel 2008, infatti, l’artista scozzese era stato ricoverato d’urgenza per problemi al fegato, risultato di una dipendenza che durava da anni. Nel 1990 Rafferty divorziò dalla moglie, Carla Ventilla, proprio perché la donna era stufa dei problemi d’alcolismo del marito. I due hanno avuto in passato una figlia che ha vegliato il cantante prima della sua morte.

Figlio di madre scozzese e padre irlandese, da giovane iniziò a guadagnare esibendosi nella Metropolitana di Londra e il suo brano di maggior successo,Baker Street, è ispirato proprio a quei giorni.

Le prime esperienze professionali cominciarono con la collaborazione con Billy Connolly,nella band The Humblebums. Nel 1971 registrò il suo primo album solista,Can I Have My Money Back. Nel 1972, col suo vecchio compagno di scuola Joe Egan, fondò gli tealers Wheel, gruppo che, però, non ottenne successi degni di nota, a parte il singoloStuck in the Middle”, riportato al successo in epoche successive. Il gruppo di sciolse nel 1975.

Nel 1978, Rafferty incise l'album solistaCity To City, che includeva Baker Street, brano che raggiunse la terza posizione nelle classifiche inglesi e la seconda in quelle statunitensi. L'album vendette oltre 5.000.000 di copie, superandoSaturday Night Fever. A parte il successivoNight Owl, i lavori seguenti non ottennero riscontri di pubblico e di critica paragonabili a quelli ottenuti conCity To City.

Dopo aver saputo di quanto accaduto, sono andato a riascoltare quell’album e arrivato a “Whatever's Written in your Heartmi sono commosso sino alle lacrime. Il motivo non lo conosco, ma sicuramente c’è.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • In lettura...

    lettura...

    Sto dedicando meno tempo alla lettura, lo ammetto. Da una parte mi dispiace perché a questo hobby vorrei dedicare almeno tre ore giornaliere (è la mia dose... Leggere il seguito

    Da  Mirco
    CULTURA, LIBRI
  • In re

    Foto di Romain LaurentLo sguardo allo specchio scruta l'inesistenza,i peli del sopracciglio moltiplicano in labirinto,l'occhio nel vetro riflette l'assenza,... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Paul desmond & gerry mulligan - two of a mind (1963)

    Paul desmond gerry mulligan mind (1963)

    Due dei migliori talenti venuti alla ribalta del jazz del dopoguerra si sono messi assieme in quest'occasione per una "session" felice, priva di complessi, ma... Leggere il seguito

    Da  Memories
    CULTURA
  • In & Out

    Jack Vera Anche quest'anno mi godrò uno stacco dalla civiltà, partendo per due settimane alla volta degli Appennini, dove internet è ancora tabù - anche se... Leggere il seguito

    Da  Robbertopoli
    ARTE, CULTURA, DISEGNI, FUMETTI E VIGNETTE, TALENTI
  • In horas

    Segnalo il Festival di avanguardie artistiche interdisciplinari “In Horas” (Luserna San Givoanni, Torino), il 25 e il 26 giugno, nella cui cornice ci saranno de... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • In vacanza

    vacanza

    Domani mattina partirò per un breve soggiorno al mare (una decina di giorni). Salgo al sud. Sto preparando le valigie, scegliendo i libri da portare; e mentre... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • In valigia

    Fra un paio di giorni facciamo di nuovo le valigie e ripartiamo per Riga. Lì intanto c'è il solito fervore per il festival Jaunais Vilnis, che comincia in quest... Leggere il seguito

    Da  Bartleboom
    VIAGGI