Magazine Africa

In Rwanda sospesa la BBC nella sua programmazione in kinyarwanda

Creato il 02 giugno 2015 da Marianna06

IPad-notes

Sospensione a tempo indeterminato: questo il verdetto dell’Autorità ruandese di regolamentazione dei media (Rura) nei confronti del programma in kinyarwanda della Bbc, il più diffuso tra quelli locali dell’emittente. La radiotelevisione britannica era sotto accusa nel paese per aver trasmesso un documentario intitolato: “Rwanda, la storia mai raccontata”.

Un reportage che, secondo le autorità di Kigali, rappresenta “un abuso della libertà di stampa e di parola” in quanto violerebbe le leggi ruandesi, costituendo di fatto “una minimizzazione e una negazione del genocidio” del 1994. La Rura ha peraltro invitato la magistratura locale a iniziare “un processo civile e penale”.

Attraverso un portavoce, la Bbc si è detta “estremamente delusa” della decisione, ricordando che le sue trasmissioni – comprese quelle in inglese e kiswahili, a cui il bando non si applica – raggiungono un pubblico di oltre due milioni di persone. “Rivendichiamo il diritto di produrre giornalismo indipendente e respinge con forza l’insinuazione che il documentario costituisca negazione del genocidio”.

In Rwanda sono in vigore severe leggi che puniscono la propagazione di “ideologie genocidarie”, il revisionismo storico e l’incitamento all’odio. L’uso di queste norme da parte delle autorità è stato tuttavia più volte criticato sia dall’opposizione che fuori dal paese come il tentativo di imporre una visione della storia favorevole al governo in carica.

                   a cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog