Magazine Cultura

Inchiostro Estivo: Tre romanzi - Tre commenti (II)

Creato il 31 agosto 2012 da Girasonia76
Ancora un respiro di Kimberly Derting
Inchiostro Estivo: Tre romanzi - Tre commenti (II)Trama
Violet continua a sentirsi chiamare dalle creature che si sono viste strappare la vita. Se va bene, sono animali braccati nel bosco. Ma a volte è un bambino. E lei fa sempre più fatica a gestire questo "dono" mantenendo una normale facciata da liceale. Ora le basta avvicinarsi a un container, nel porto di Seattle, per avvertire le note di un'arpa che non c'è, e tra le foglie sente picchiettare delicate gocce sovrannaturali. Poi iniziano ad arrivarle dei biglietti sinistri. E macabri regali. Ma chi può sapere di lei? E perché due insoliti agenti dell'FBI la tempestano di telefonate? Quando in passato ha coinvolto l'amato Jay nelle sue ricerche segrete, lui si è ritrovato un proiettile a un soffio dal cuore. Adesso Violet è costretta a nascondergli il vortice di percezioni extrasensoriali che la trascina a sé, sempre più ossessivo. E gli nasconde anche il fatto che, mentre lei viene aggredita dai potenti echi della morte in una baita isolata, qualcuno ha tutto l'interesse a far tacere per sempre la sua voce.Inchiostro EstivoSecondo volume della quadrilogia The Body Finder dell'autrice statunitense Kimberly Derting, Ancora un respiro mantiene le promesse che ci aveva fatto nel primo volume. Abbiamo a che fare con dei romanzi young adults che, fortunatamente, non si appiattiscono immediatamente nel "già letto, già visto" come accade per molti esponenti del loro genere, ma riescono a portare avanti un'atmosfera originale e interessante. Per chi non avesse letto il primo volume (qui la mia recensione), non ci saranno problemi ad addentrarsi in questo secondo: i due romanzi, pur essendo legati l'uno all'altro, sono autoconclusivi e si presentano agli occhi del lettore in maniera comprensibile anche se letti separatamente. La storia conserva il suo giusto mix tra il normal e il paranormal: non abbiamo a che fare con mostri ed esseri sovrumani, ma semplicemente con una ragazza dalle particolari abilità. Non è strega, non è angelo né fata né vampiro (ecc...): è una ragazza capace di sentire l'eco rilasciato dai morti. Qui in questo volume la sua particolare capacità farà gola all'FBI. Il romanzo dondola tra i casi da risolvere e il dissidio interno della protagonista (Violet, Vi per gli amici) indecisa se mettere il suo talento al servizio dell'agenzia investigativa (e quindi in qualche modo correre dei rischi) o se allontanarsi da tutto ciò e provare a vivere una vita normale.Lettura piacevole, scorrevole, veloce.3 stelline
Chi è Mara Dyerdi Michelle Hodkin
Inchiostro Estivo: Tre romanzi - Tre commenti (II)Trama:
Era solo un gioco. Eppure Mara non voleva partecipare alla seduta spiritica con le sue amiche Rachel e Claire. Sei mesi dopo, Mara si risveglia dal coma in una stanza di ospedale. E le sue amiche sono morte. Cos’è successo quella notte al manicomio abbandonato? Perché Mara è l’unica sopravvissuta? Orribili allucinazioni iniziano a perseguitarla e un dubbio si insinua nella sua mente: e se fosse stata lei a causare quelle morti, come aveva predetto la seduta spiritica? L’incontro con il turbolento, bellissimo Noah potrebbe essere la sua salvezza o la sua definitiva condanna. Perché anche Noah ha un segreto, legato al grande mistero che la tormenta: chi è Mara Dyer? Un viaggio ipnotico tra i fantasmi dell’amore e della psiche per un esordio thriller paranormale che ha stregato i lettori americani.
Inchiostro EstivoSpiaggia, sole, mare, libro. Chi è Mara Dyer.Cosa mi aspettavo? Tanto e niente.Mi aspettavo tanto, sperando fosse uno di quei romanzi per adolescenti sorprendente, originale, finalmente innovativo (un miracolo, insomma); mi aspettavo niente, temendo fosse il solito copione già letto e straletto.Com'è andata? Be', direi un perfetto mix tra i due. Complici l'atmosfera serena e rilassata in cui mi son dedicata alla lettura, probabilmente conciliante con la storia, mi sono ritrovata ad appassionarmi a Mara e alle sue vicissitudini. Ad emozionarmi con lei per l'incontro con Noah, a spaventarmi quando non capivo cosa le stesse accadendo, a sentirmi confusa quanto o più di lei. Mi sono ritrovata coinvolta, trascinata, soddisfatta da quelle pagine. Anche dalla solita scontata prevedibile banale ripetitiva storia d'amore. Il che non è da me, visto che son solita inveire contro queste mancanze di originalità e d'inventiva. Dall'altro lato, però, mi son resa conto che la Hodkin ha raccontato ben poco in queste 430 pagine. Non sappiamo chi è Mara, non sappiamo perché le è accaduto ciò che le è accaduto, non comprendiamo a fondo il finale. In poche parole, mi ha lasciato con la solita storiella d'amore e un bel pacco di interrogativi da risolversi nell'episodio successivo. Pazienza, aspetteremo il secondo volume sperando di riuscire ad essere ancora in questa positiva predisposizione d'animo!3 stelline
Shades di Maureen Johnson
Inchiostro Estivo: Tre romanzi - Tre commenti (II)Trama:Rory è appena arrivata a Londra dall’America per cominciare una nuova vita in una nuova scuola. Ma proprio il giorno del suo arrivo, un brutale omicidio sconvolge la città, tanto più spaventoso perché riconosciuto come l’imitazione del primo assassinio di Jack lo Squartatore, il serial Killer che nel 1888 conquistò con la sua efferatezza le cronache di tutto il mondo. La polizia è senza indizi e senza testimoni, ma ancora per poco: sarà proprio Rory a notare un uomo misterioso sul luogo del secondo, feroce delitto. Ma perché la sua amica, che era a fianco a lei, non ha visto nulla? Se è un fantasma quello che Rory ha visto, certo non è meno pericoloso di un omicida in carne e ossa: però richiede l’intervento di un corpo segreto di polizia, una squadra che aiuterà Rory a scoprire poteri che finora non sospettava di avere.Inchiostro EstivoCome rovinare un'idea bella, originale, efficace.Shades si è rivelato per me una vera e propria delusione. Emozionata e impaurita dall'idea di incontrare il pericoloso e temibile Jack lo Squartatore, non vedevo l'ora di poter avere questo romanzo tra le mani per essere trascinata nella Londra dei quartieri degradati di fine '800. E il primo capitolo, di sole tre misere pagine, sembrava volermi accontentare, regalandomi momenti di paura e ansia. Ma subito dopo, SBAM!, una porta mi si è chiusa in faccia. Dietro quella porta ci sarebbe stata una storia vera, un serial killer astuto ma umano (aggettivo usato come opposto di sovrumano), delle indagini incredibili...Dimenticatevi tutto. Prendete la solita adolescente, fatele cambiare la solita scuola, trasportatela in un'altra città/stato/continente e organizzate intorno a lei le solite situazioni. Il che poteva essere accettabilissimo (ma neanche tanto) se l'autrice non fosse scaduta nel dare una svolta paranormale alla storia. Così facendo ha fatto perdere di credibilità le pagine precedenti, le ha svilite, le ha ridicolizzate. No, non consiglio la lettura: una perdita di tempo. Bocciato.2 stelline (e son stata buona!)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines