Magazine Talenti

Intermezzo speciale

Da Teoderica
INTERMEZZO SPECIALEMAPPE SURREALI DI RAVENNA
INTERMEZZO SPECIALE
INTERMEZZO SPECIALE
INTERMEZZO SPECIALE
INTERMEZZO SPECIALE
Gaetano Barbella mi ha inviato le mappe surreali di Ravenna. Le mappe sono rilievi morfologici delle carte geografiche di città, in cui compaiono disegni con forme di animali o di persone.
Entusiasta del dono che ho ricevuto , mi appresto a leggerle col rammarico di conoscere poco sulla mia città, ma mi guiderà l' amore che ho per essa.
La mappa che subitamente mi ha colpita è quella che presenta la corona. Subito il pensiero è andato alla Tiche, erma di cui è rimasta solo la testa turrita, rappresenta la città di Ravenna e si trova custodita al Museo Nazionale.Tiche è anche la personificazione della Fortuna, rappresentata con la ruota e la cornucopia. In alcune rappresentazioni è figlia di Oceano e Teti ( Ravenna per lungo tempo è stata dominata dalle acque che la circondavano) in altre di Ermes e Afrodite.
Individuata la corona mi è così facile individuare nell' altra mappa, nella grande figura femminile turrita la rappresentazione della Chiesa ravennate, evidente è la croce sul polsino della veste, inoltre si erge nella zona del Duomo. La mano della Chiesa di Ravenna è stata molto importante, nei secoli, ed ancora oggi è mediazione importante fra la chiesa orientale e quella occidentale. Nella dea Fortuna ,vi era l' idea che il mondo rispondesse ad una legge di armonia, per cui il bene debba essere compensato dal male e viceversa,la raffigurazione ipotetica della chiesa nella mappa, tiene saldamente in mano la testa del maialino e con l' altra mano lo uccide con la saracca ( stiletto romagnolo),come un equilibrio fra bene e male ,di qualcuno consapevole che la bilancia debba stare in equilibrio ; e qui il pensiero va all' indole dei ravennati , dei molti pavidi e voltagabbana che vi sono stati , sempre nei tempi, ma anche dei testardi rivoluzionari se non terroristi ( la setta degli accoltellatori negli anni 1860 circa). Il maialino occupa tutta la parte ove vi è il complesso monumentale di San Vitale, in effetti la zona patrimonio dell' Umanità, anche se è famosa per i mosaici del corteo di Teodora e Giustiniano, i due imperatori non sono mai venuti a Ravenna, i lavori furono seguiti dal vescovo Massiminiano.
Il braccio di Ermes o di Mercurio ( una piccola parentesi perchè Mercurio era anche il nome di chi uccise l' imperatore Giuliano e che divenne un santo per i copti, mi preme far risaltare che la figura femminile ha solo un occhio e che ciò potrebbe proprio riferirsi al monofisismo copto) si erge nella zona del Mausoleo di Teoderico e alla zona cimiteriale dei Goti. Teoderico inizialmente un sovrano giusto, equilibrato, i due popoli goti/romagnoli e ariani/cristiani vissero in pace per poi alla morte di Teoderico esplodere con la guerra gotica.Il braccio ha uno specchio in mano su cui si riflette un' oca ( forse rappresenta Afrodite) e dunque forse solo riflettendo, come in uno specchio, l' equilibrio tollerante di Teoderico, si otterrà un nuovo ordine ( almeno nel territorio di Ravenna) ed il rapporto oggi burrascoso fra i sessi raggiungerà l' equilibrio, Ermes ed Afrodite ripartoriranno la Tiche.Dalla rinascita della famiglia, partirà la prima cellula per una città migliore. ( sarà un po' difficile perchè in Romagna ci facciamo più caso se un matrimonio dura piuttosto che si sfasci)
E poi c' è la figura maschile con l' occhio chiuso, chi potrebbe essere , chi? Arriva dall' esterno, da fuori alle mura, dalla zona che porta a Forlì, a Rimini e a Lugo, alla Romagna quindi, avevo pensato a Raul Gardini, ma questa non è la sua zona, poi ho capito è l' alone di morte che aleggia su Ravenna,dei tanti forestieri , anche eccellenti che qui sono morti.
Forse che a Ravenna è dolce morire? Così sembra dire quel volto con gli occhi chiusi, ma forse non è vero. Da quella parte arrivò baldanzoso e forte dei suoi vent' anni Gastone de Foix, nipote e pretendente al trono di Francia e cugino dei reali di Spagna, qui ucciso e con lui uccise le speranze di una nuova pace.La morte di Gastone fu ben strana, egli fu ucciso nonostante urlasse agli spagnoli che era cugino dei reali di Spagna, inoltre la sua armatura doveva qualificarlo se non come comandante almeno come un grande condottiero e quindi una preda di guerra molto ambita per il sicuro e alto riscatto da chiedere...e allora perchè fu ucciso?
Un intrigo della storia?
Le sorti future non sarebbero certo state le stesse se Gastone non fosse morto, forse non ci sarebbero state le guerre di Successione.
La fine di Gastone,cantata anche da Ludovico Ariosto, il quale ha parole di fuoco contro le nuove e terribili armi ( l' archibugio) , sancisce anche la fine della cavalleria medievale.
Al Museo di Ravenna è conservata solo la sua testa di marmo,forse sua maschera funebre, essa sta accanto alla Tiche .
foto : carta di Ravenna
foto: mappe surreali di Gaetano Barbella
foto: Gastone de Foix
foto : Tiche

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Intermezzo speciale a cura di gaetano barbella

    Intermezzo speciale cura gaetano barbella

    Tintoretto si autoritrae in Nozze di Cana Di Gaetano Barbella Tintoretto un incredulo San Tommaso apostolo? Non pochi famosi pittori del Rinascimento si sono... Leggere il seguito

    Da  Teoderica
    TALENTI
  • Intermezzo

    Intermezzo

    IL CALDERONE DI MORGANA vedi qui I miti riconducono a fatti religiosi. I riti sono atti e formule che mettono in scena i concetti religiosi con i simboli. Leggere il seguito

    Da  Teoderica
    TALENTI
  • Intermezzo

    Il cigno èil simbolo di saggezza, amore sincero, fedeltà, innocenza, purezza, forza e coraggio. Il cigno dona la capacità di interpretare i sogni e rappresenta... Leggere il seguito

    Da  Teoderica
    TALENTI
  • Intermezzo speciale a cura di gaetano barbella

    Intermezzo speciale cura gaetano barbella

    2011. Catene di un Dna che si spezza e si duplica. Un vitale "manierismo" in atto. Mi viene da perfezionare un celato risvolto su "catene" che si spezzano a... Leggere il seguito

    Da  Teoderica
    TALENTI
  • Intermezzo

    Intermezzo

    LA VOLPEUn altro intermezzo fra le puntate del racconto incasinato. Il fatto è che ho voluto seguire gli eventi, e la volpe mi è letteralmente piovuta dal cielo. Leggere il seguito

    Da  Teoderica
    TALENTI
  • Intermezzo

    Intermezzo

    VITTORIA O SCONFITTA?La città delle madri sole, Milano, dopo il parto una su 5 non dichiara il partner. "E' LA VITTORIA DELL' INDIPENDENZA FEMMINILE"così... Leggere il seguito

    Da  Teoderica
    TALENTI
  • Quel tocco così speciale.

    Quel tocco così speciale.

    -Stasera i famo neri!- Ma una seconda ondata di pendolari le impedì di ascoltare la risposta dell’altro giovane che dando pugni sul braccio all’amico,... Leggere il seguito

    Da  Bibolotty
    RACCONTI, TALENTI

Magazine