Magazine Diario personale

Internet in Thailandia.

Creato il 04 agosto 2011 da Fabiofabbri
L'utilizzo di Internet in Tailandia e' vario. Ad esempio il modo più comune per collegarsi a internet è da telefono fisso, questo rappresenta ancora più del 54% di tutte le connessioni internet in Thailandia. TOT gestisce un numero nazionale a tariffa locale, 1222, che consente la selezione fra piu' fornitori di servizi Internet. Pacchetti prepagati per le conessioni domestiche possono essere facilmente acquistati in negozi e in altri luoghi. Gli abbonati alle linee telefoniche fisse della True Corporation hanno accesso a Internet componendo un certo numero, i costi vengano poi addebitati sulla bolletta telefonica normale.Le posizioni internet all'interno di scuole rappresentano il 33%, le scuole quindi rappresentano 1/4 di tutti gli accessi a Internet. La Thailandia non solo ha fornito tutte le scuole con connessioni internet negli ultimi 5 anni, ma ha anche attrezzato al meglio le aule dove i computer vengono utilizzati.Il tempo totale passato online varia nei vari periodi dell'anno, comunque la media e' di circa 10 ore a settimana per singolo utente. In base a una ricerca di Nectec la maggior parte di questo tempo e' speso per le e-mail, le chat e le informazioni dai giornali. Il tempo trascorso con giochi online e' aumentato nel corso degli anni ed e' oggi pari a un 5% del tempo totale. I giochi costruiti localmente sono diventati molto popolari e il tasso di incremento porta a dire che presto la Thailandia raggiungera' la Corea del Sud in termini di uso di giochi online.La maggior parte degli accessi a Internet utilizza la banda larga Asymmetric Digital Subscriber Line (ADSL). Alcune aree sono coperte da modem via cavo e G.shdsl. Il consumo di Internet a banda larga varia da una larghezza di banda di 2 Mbit / s fino a 16 Mbit / s. Medie e grandi imprese utilizzano linee affittate o Ethernet Internet / MPLS in cui cavi in fibra ottica collegano molti uffici periferici con le zone centrali come il quartiere degli affari di Sukhumvit, Silom e Sathorn. Le università hanno accesso a Internet veloce, tra cui la rete di ricerca Trans-Eurasia Information Network.L'utilizzo della banda larga in Thailandia è aumentato in modo impressionante, dando un'occhiata alle statistiche quest'utilizzo era di 56 GB al giorno nel 1998, e' aumentato a 7.600 GB al giorno nel 2004.L"utilizzo della banda a larghezza internazionale è raddoppiato ogni due anni e l'avvento della banda larga a buon mercato ha reso ancora più rapido incremento. Nel 2001 la Thailandia ha avuto un totale di 642 Mbps, entro il 2003 il totale ammontava a 1.432 Mbps e il totale era di 2.398 Mbps nel 2004. L'uso dei nomi di dominio locali è aumentato da solo 1.100 nomi a dominio locale registrati in Thailandia nel 1997 a più di 14.200 entro il 2004. La grande maggioranza di questi è con il suffisso del paese co.th che costituisce oltre il 70% dei nomi di dominio Thai acquistati.La larghezza della banda internazionale per l'intero paese è 11 Gbps. La larghezza di banda di scambio domestico totale è vicino a 100 Gbps. Il numero di utenti Internet, secondo l'Ufficio nazionale di statistica, sembra presentare una crescita di non meno del 2% di crescita per l'anno 2005/2004, anche una stima prudente. Riguardo agli utenti l'ultima ricerca del 2008 mostra che ci sono attualmente poco più 16,1 milioni gli utenti Internet in Tailandia.  Di questi utenti di Internet, solo il 27% sono a Bangkok mentre la restante parte è distribuita in tutto il paese. Un fatto interessante è che la maggioranza degli utenti sono di sesso femminile, il 52%, e questo dato aumenta di anno in anno.I dati statistici per fasce di età dicono che la fascia 25-34 anni è la più grande e costituisce circa il 52% degli utenti Internet. Questa è seguita dalla fascia di età 35-60 a poco più del 19%. Piu' alta è la fascia di età piu' si nota che l'uso di internet diventa minore. La fascia piu' anziana e' quella delle persone con piu' di 60 anni che costituisce un piccolo 0,2%. Sembra che il gruppo di età 25-34 anni rimarrà il più alto in quanto sembra essere la fascia d'età in cui le persone, per la maggior parte, scoprono internet.Gli incrementi suddetti si spiegano in gran parte guardando ai prezzi. Prima del 2002, l'accesso a Internet a banda larga era offerto a più di 25.000 baht (568 euro) al mese per una velocità tipica di 256 kbit / s. Più tardi, nel 2002, TOT ha scatenato una guerra a dei prezzi su Internet a banda larga che ha causato una rapida crescita di Internet e ha cambiato il modo in cui tutti gli ISP operano. Con un innovativo prezzo per un numero illimitato di 256 kbit / s, TOT ha guadagnato la sua popolarità tra i giocatori online in Thailandia. Tuttavia, TOT non era in grado di fornire servizi per la maggioranza delle persone a Bangkok a causa del fatto che la metà del sistema di telefonia fissa è li gestito da Telecom Asia Co., Ltd., ora noto come True Corp, in un regime di concessione. Allo stesso tempo, l'Asia InfoNet ha avviato un proprio servizio di ADSL con un gioco di strategia gratuito online che ha fatto grande concorrenza a Ragnarok Online, il gioco più famoso in linea in quel momento. Al di fuori di Bangkok, TT & T ha collaborato con CAT Telecom per fornire illimitato di ADSL a 2 Mbit / s. Si crede normalmente che i giochi online furono la miccia che porto' all'espansione della banda larga in Thailandia.Anche gli incrementi recenti si spiegano, in parte, in base alle diminuzioni dei prezzi recentemente la NTC (National Telecommunications Council), che e' l'organo che concede ai provider di servizi internet i diritti per operare in Thailandia. ha autorizzato un maggior numero di ISP a configurare i loro gateway Internet internazionali proprio per far fronte alla crescita della domanda che richiede una maggiore larghezza di banda.All'inizio del 2009, Jasmine International ha lanciato servizi ADSL con il marchio del BB '3 'nelle principali città con velocità fino a 3 Mbit / s per 590 baht. Questo ha spinto True Internet ad espandere i suoi servizi a 8 Mbit / s da 5 Mbit / s e a competere con i prezzi di 3BB.A metà del 2009, 3BB offre velocità minima di 4 Mbit / s per 590 Baht ed espandere il suo servizio di 8 Mbit / s fino a 10 Mbit / s a 1.490 baht / mese, spingendo True Internet ad offrire aggiornamenti gratuiti agli utenti di 8 Mbit / s per i 12 Mbit / s. Tutti i clienti Maxnet sono stati trasferiti anche a 3BB come parte del piano di ristrutturazione. A partire da ottobre 2009, True offre velocità fino a 16 Mbit / s.TOT e ADC hanno un contratto di accesso che consente ad ADC di fornire servizi ADSL su linee telefoniche TOT. Dal momento che i cavi telefonici nelle principali città sono ancora su pali e non sotterraneo, non vi è alcun limite al numero di linee telefoniche possono entrare in un edificio. Ciò ha spinto molti Internet Service Provider ad offrire servizi DSL senza servizi di telefonia. Un nuovo filo è sufficiente dotare i locali che richiedono il servizio.Internet a banda larga è prontamente disponibile nelle maggiori città e cittadine, ma è assente nei piccoli villaggi e nelle campagne.  Viaggiando in Thailandia si puo' rimanere sorpresi da quanti sono qui gli internet point. Non solo nelle maggiori citta' ci sono punti internet ma anche nelle citta' piu' piccole, l'unica incognita rimangono i villaggi dove punti internet possono essere presenti o meno. Molti dei punti internet esistenti nelle citta' sono decenti, offrono buoni prezzi e abbonamenti a internet e mantengono un'ottima velocita'. Il prezzo orario varia enormermente, dai 10/15 l'ora delle zone periferiche ai 60 di Pattaya e dei maggiori posti turistici. C'e' da dire che in questi ultimi posti le connessioni sembrano volare e tutto sommato si puo' essere soddisfatti. In queste aree inoltre dato che gli internet caffe' raccolgono per la maggior parte turisti all'interno del locale si trovano altri servizi: caffetteria, paste, altri alimenti da forno e servizi utili connessi a internet.Alcuni di questi Internet Cafe' offrono abbonamenti nel senso che si possono, ad esempio, comprare 10 ore e avere cosi' un prezzo scontato a volte anche della meta'. Se si deve vivere qui per qualche mese conviene informarsi.Oggi avere una connessione ADSL e' facile, dato pero' che diverse compagnie offrono questo servizio e' meglio chiedere ad altri cosa usano. Quanto alla velocita' la regola generale dovrebbe essere che l'ADSL funziona bene quanto piu' abitate vicino al centro della citta'.Normalmente al momento della richiesta dell'ADSL la compagnia richiede un prezzo per l'istallazione e una tariffa mensile, nel contratto sara' specificato che non potete recedere prima dei 12 mesi. Se deve essere portata una linea particolarmente lunga per raggiungere la casa puo' essere richiesto un ulteriore pagamento, sui 1,000 baht. Nello stesso tempo se ci sono promozioni particolari vi puo' essere offerto gratis l'installazione.Ho anche sentito che alcuni farang usano le antenne satellitari per collegarsi a internet anche questo e' un metodo valido ma e' piuttosto caro 3,000/5,000 baht al mese. Altri sostengono che la connessione col telefono di casa e' la miglior connessione possibile in realta' e' buona se tutto cio' che fate su internet e' ricevere email ma conviene rivolgersi da altra parte se cominciate a fare qualcosa di piu' sofisticato. Inoltre il sistema alle volte tentenna specie se tira un forte vento o se c'e' un sacco di pioggia. 10 ore di internet con Loxinfo costano 179 baht e nel package c'e' un numero telefonico che fornisce la connessione. La censura di Internet è condotto dal Royal Thai Police, da Communications Authority of Thailand, e dal Ministry of Information and Communication Technology.Attualmente sono 74,686 i siti bloccati, negli ultimi cinque anni sono inoltre cambiate notevolmente le ragioni di tali blocchi, se prima del colpo di stato del 2006 la censura si concentrava principalmente sui siti pornografici, sulle violazioni del copyright, prodotti e servizi illeciti, droghe illegali, le vendite di attrezzature sessuali, prostituzione al secondo posto, oggi quest'ultima causa rappresenta meno dell'1% dal 27% e la pornografia il 22% dal 60%, per la censura sono invece aumentati enormenente i siti colpevoli di lesa maesta' che sono passati dall'11% al 77%.La censura e' poi aumentata enormemente dopo il colpo di stato del 2006, avvenuto il 19 di settembre, gia' da ottobre furono bloccati 2475 websites e nel gennaio 2007 il numero sali' a 13,435 websites con un salto di piu' del 500%. Questo porto' il numero totale di siti bloccati a 45,000.Secondo la Associated Press, c'e' stato un forte aumento di casi di lesa maestà trattato ogni anno in Thailandia, mentre tra il 1990 e il 2005, c'erano circa cinque casi all'anno processati nei tribunali thailandesi, dal 2006 i casi annui salirono a circa 400, un aumento del 1.500 per cento.Tutti i siti web sono bloccati in segreto ed i criteri per la censura non sono resi noti al publico dal governo. Tuttavia, le blocklist MICT devono essere rese disponibili agli ISP da bloccare. Con la promulgazione di una nuova legge sui crimini informatici nel giugno 2007 la Thailandia è diventata uno dei pochi paesi in Asia il cui governo deve disporre dell'autorizzazione del tribunale per bloccare i contenuti Internet. Illegali attivita' sotto questa legge sono atti osceni, falsi dati o false dichiarazioni che possono causare danni ad altre persone, alla sicurezza publioca o nazionale e dati che costituiscono reato penale relativo alla sicurezza nazionale o al terrorismo. La legge crea responsabilità civile e penale per le persone che pubblicano fotografie di altri che sono "suscettibili di" compromettere la loro reputazione o esporli a vergogna, l'odio o il disprezzo pubblico. La responsabilita' penale e' estesa all'ISP che intenzionalmente da sostegno o consenso a queste attivita' illegali I siti web sono bloccati utilizzando la Uniform Resource Locator (URL) e/o l'indirizzo IP. Tuttavia, solo il 20% dei siti bloccati vengono identificati tramite l'indirizzo IP, il restante 80% non sono identificabili in un luogo fisico specifico. Se questi siti possono essere identificati in Thailandia, azioni legali possono essere prese contro i loro gestori.Da ricordare inoltre che sebbene alcuni siti espongano scritte come: "........ non e' responsabile per il contenuto dei messaggi degli utenti" questi siti non sono assolutamente la legge e non sono in grado di influire sulla legge che vigono in un'altro paese. Quindi i gestori di questi siti sono pienamente responsabili per quanto postato nel blog o nel forum da altre persone e che infranga la legge. Se voi scrivendo sul proprio sito si accusa qualcuno di compiere azioni contro la legge potete essere portato in tribunale e accusato di diffamazione. Ma anche se permettete a qualcuno di postare un commento che va contro la legge potreste trovarvi davanti a un tribunale con il mittente. Su questo quindi occorre stare molto attenti. La censura di Internet in Thailandia è attualmente solamente per l'accesso ai website. Gli utenti thailandesi di Internet sono ancora in grado di interagire con altri utenti tramite e-mail, Instant Messaging, e Twitter senza essere censurati. Questa situazione è destinata a cambiare entro il 2012 quando la Thailandia probabilmente comincera' a seguire le pratiche correnti in Cina e in India che richiedono che le grandi società internazionali che offrono servizi di ricerca e servono come server per gli utenti thai siano poste all'interno della Thailandia. Questo permetterà al governo thailandese e alla polizia di avere accesso a tutto il traffico interno alla Thailandia così come a tutto il traffico internazionale da e per la Thailandia e probabilmente utilizzando le stesse tecnologie come il sistema statunitense Echalon che controlla tutte le comunicazioni locali e internazionali all'interno degli Stati Uniti.Il codice del dominio principale del paese e' .th. Domini di secondo livello sono:ca per istituzioni accademicheco per le aziende commercialiin per individui o in per tutti gli altri (dal 2002)go per le organizzazioni governativemi per le organizzazioni militarior per le organizzazioni senza fini di lucro registratenet per i provider di Internet ufficialmente registrati.Dal 2011 la Thailandia è nella lista dei paesi sotto sorveglianza di Reporters sans Frontières.Thailandia è elencato come "Non Libero" nel rapporto Freedom on the Net del 2011 stilato da Freedom House, che cita sostanziale censura politica e l'arresto di blogger e utenti online.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Thailandia: le notizie 11/08/2011.

    *** Bisfenolo A presente anche sulle banconote di tutto il mondo (da MedicinaLive Blog 11/08/2011).... sulle banconote del Brasile, Repubblica Ceca e... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Thailandia: le notizie 12/08/2011.

    *** Perché tutto il mondo guarda i cuccioli in Rete (da La Repubblica 12/08/2011).Il tigrotto allattato al biberon da un ligio scimpanzé che hanno vestito di... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Thailandia: le notizie 13/08/2011.

    *** Thailandia: salvati 1000 cani dai cuochi (da ANSA.it 13/08/2011).Tempi duri per gli amici a quattro zampe in Thailandia. Piu' di mille cani hanno rischiato... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Thailandia: prossime feste.

    Thailandia: prossime feste.

    ● Competizioni fra battelli dalla lunga coda per la coppa del re 2011, Quando? 3/09/2011 - 4/09/2011, Dove? Fiume Nan di fronte a Wat Luang Tah,... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Thailandia: Cha-am

    Thailandia: Cha-am

    E' la spiaggia e la prima localita' balneare di Phetchaburi, Hat Cha-am non ha assolutamente niente da invidiare alla vicino Hua Hin. Situato a circa 163... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • La Thailandia.

    Thailandia.

    Le Provincie - Chi e'? (I thai) - Chi e'? (I farang) - Cos'e'? - Racconti thailandesi - Glossario.... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI