Magazine Cinema

Intervista a Max Brooks: nuovi progetti all'orizzonte

Da Zombie Knowledge Base
Sul sito FearNet è da poco apparsa un'intervista a Max Brooks in cui ci parla della sua apparizione nello show "Deadliest Warrior" in cui si ipotizzava uno scontro tra Zombie e vampiri e di alcuni suoi progetti futuri. Il botta e risposta dopo il salto..
Intervista a Max Brooks: nuovi progetti all'orizzonte
D: Hai già parlato del tuo progetto al Comic-Con, ma potresti dirci qualcosa di più? Perché gli Zombie sono superiori ai vampiri?
R: Credo dipenda tutto dalle decisioni che prendono i vampiri. E' per questo che punto sugli Zombie, perché si potrebbe effettivamente fermarli, se lo si fa per tempo. Ho sempre detto che è la stessa cosa dell'AIDS: avremmo potuto curarlo con della semplice informazione. Se fossero state prese le giuste decisioni e tutto fosse stato subito diffuso pubblicamente tutti sarebbero stati informati, avrebbero usato i preservativi e fatto sesso sicuro la malattia sarebbe stata debellata nel 1983. La stessa cosa vale per gli Zombie: se fai ciò che è necessario subito, è possibile cancellare la minaccia non-morta. Ma se perdi questa possibilità allora si diffonderà ovunque. Credo che sia questo il punto. Se i vampiri collaborassero e si organizzassero vincerebbero senza problemi. Se invece tergiversano, il contagio si diffonderà. Avevo già lavorato allo stesso soggetto nel racconto "The Extinction Parade". In questa storia i vampiri non reagiscono abbastanza velocemente. Io credo che lo svantaggio dei vampiri sia che sostanzialmente sono dei parassiti. Non fanno niente in più di ciò che è necessario. Non costruiscono strade o ponti, non fanno nulla per gli altri. Non provano un senso di appartenenza alla civiltà e quindi non sentono di dover proteggere il mondo come invece fanno gli umani. Poiché sono immortali, sono arroganti e sottovalutano la minaccia Zombie e questo potrebbe essere il motivo del loro disfacimento.
D: Hai fatto una bella chiacchierata con Steve Niles quando siete apparsi entrambi nello show "Deadliest Warrior"?
R: Steve è fantastico. Non lo avevo mai incontrato prima, ma ci siamo divertiti molto sul set. Adoro il modo in cui viene fatto lo show. Non facevo altro che dire "Oh mio dio! I ragazzi di Deadliest Warrior! Rideranno certamente di noi, ne sanno molto di più!!" E' stato fantastico. Non so se avete visto il loro stand al Comic-Con ma era incredibile. Stavano eseguendo un test dei loro e i parametri erano decisamente scientifici e realistici.
D: Immagino fosse come se stessero confrontando due reali minacce ad un congresso del World Healt Organisation cercando di capire quale affrontare per prima!
R: Esatto, e vederli strillare uno all'altro "No, non è questa la velocità a cui si espanderà! Se calcoli x con y ottieni z!" Andavano aventi e indietro, parlando coi produttori. Era bello vedere quanto prendevano tutto sul serio.
D: Su cosa lavorerai dopo? Hai finito con gli Zombie o te ne occuperai ancora?
R: Non lo so. Ora come ora mi sto occupando di tre diversi progetti. Uno di questi è l'adattamento del racconto breve "The Extinction Parade" in un fumetto. Sto cercando di entrare nell'ottica di come si fa un fumetto! Mi piacerebbe trovare diversi modi con cui rappresentare un combattimento testa marcia/succhiasangue. Credo uscirà l'anno prossimo. Sto lavorando anche ad una graphic novel che sta per uscire. In questo caso si tratta di una storia vera, niente fantascienza! Si tratta di "World War 1". Dovrebbe uscire più o meno in un anno. Ci lavoro da quasi 13 anni! Per dimostrare poi quanto sono stupido, sto lavorando su un altro libro ancora che, anche nel caso avessi un accordo per la pubblicazione, ho deciso di pubblicare con il mio nome.
D: Chi pubblicherà il fumetto e la graphic novel?
R: Probabilmente Avatar Comics per il fumetto mentre la graphic novel sarà il risultato di una collaborazione tra Avatar e Random House.
[Fonte: FearNet]

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazines