Magazine Cultura

Io & Annie

Creato il 11 luglio 2012 da Pim

Io & AnnieAlvy Singer è un quarantenne newyorkese di origine ebraica, comico televisivo di successo, che prova a capire il motivo del fallimento della relazione con Annie. Annie Hall è un’attraente ragazza della provincia bene, un po’ impacciata e culturalmente sprovveduta, approdata a New York per intraprendere la carriera di cantante. Scandagliando il loro rapporto, Alvy condivide con lo spettatore le tappe principali della propria esistenza: l’infanzia trascorsa in un lunapark di Brooklyn, la deprimente carriera scolastica, gli esordi come stand up comedian, i due matrimoni terminati con altrettanti divorzi, l’interminabile (inutile) serie di sedute psicoanalitiche. In un continuo fluire di ricordi e libere associazioni, passano via via sullo schermo l’incontro e l’innamoramento di Alvy e Annie, la loro vita in coppia, le precedenti relazioni sentimentali, le fasi della crisi, il tutto contrappuntato con la sagace descrizione di tic e manie dell’intellighenzia newyorkese e dello show business hollywoodiano. Fino all’epilogo, che racconta l’estremo tentativo fatto da Alvy per riallacciare con Annie, trasferitasi a Los Angeles per incidere un disco. Anche se l’amore è finito, non tutto va perduto.

Giunto al sesto lavoro, Woody Allen si distacca dai toni spudoratamente comici delle commedie antecedenti per affrontare temi più riflessivi senza comunque rinunciare allo humour, affilato come non mai. Sullo sfondo delle battute e delle gag memorabili si staglia la sottile analisi psicologica dei personaggi e del contesto sociale in cui si muovono. In primo piano, sotto i riflettori, la figura di Alvy – interpretato dallo stesso Allen – il quale si rivolge direttamente allo spettatore utilizzando l’espediente del camera look, per indurlo a una riflessione comune sul tema centrale del film: il rapporto di coppia e i suoi risvolti sentimentali, sessuali, sociali. Come a rilevare la necessità di superare gli spazi ristretti dell’Io imposti dal setting psicoanalitico.

Un tale va dallo psichiatra e dice: “Dottore, mio fratello è pazzo, crede di essere una gallina”. Il dottore gli fa: “Perché non lo interna?”, e quello risponde: “E poi, a me, le uova chi me le fa?”. Beh, credo che corrisponda molto a quello che penso dei rapporti umani. E cioè che sono assolutamente irrazionali, e pazzi, e assurdi… ma credo che continuino perché la maggior parte di noi ha bisogno di uova”.

Io & Annie (Annie Hall), di Woody Allen, con Woody Allen, Diane Keaton, Janet Margolin, Shelley Duvall, Christopher Walken (Usa, 1977, 93’). Giovedì 12 luglio 2012, ore 21,10, La7D.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • io-Presto

    io-Presto

    Mente:c'è solo un sapone che la lava:il niente -poca schiuma, molta bava.Il niente che fredda lo sporcoche dentro mi sentoper non essermi accortoche il vuoto è... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Io... Ibra

    Io... Ibra

    "Quando entrai, trovai Capello con addosso solo un asciugamano. Aveva fatto la doccia. Gli occhiali erano appannati, e gli spogliatoi erano malandati come al... Leggere il seguito

    Da  Alboino
    CULTURA
  • Catch by Annie Nicholas

    Catch Annie Nicholas

    Annie Nicholas va in letargo nelle montagne del Vermont, dove sogna di altri mondi, popolati di eroi, di eroine e di una serie di strani personaggi; e quando... Leggere il seguito

    Da  Nasreen
    CULTURA, LIBRI
  • 68. Persino io

    Pubblicato da fabrizio centofanti su maggio 23, 2012 da qui - Cosa ti è rimasto, dell’incontro? - Che mi è rimasto? Che domande curiose. Cosa rimane di un amore? Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA

Magazine