Magazine Società

Io sono italiano e non sono Indignado, sono incazzato!!!

Creato il 13 ottobre 2011 da Chit @chit67

Permettetemi una piccola riflessione sul fenomeno degli indignados nostrani: non so se perchè noi italiani siamo più pazienti, più pigri, stiamo meno male di altri ma abbiamo aspettato tanto a dare qualche cenno di reazione a questa situazione che, non so voi, ma io mi aspettavo un po’ più di originalità in fatto di iniziative e proteste. Da tempo tanti chiedevano e attendevano un segnale, una mobilitazione, una reazione di e del popolo che facesse intendere e capire che per loro forse anche no, ma per noi il vaso è colmo, stracolmo e da tempo.

L’abbiamo attesa per tanto tempo questa reazione, abbiamo visto quelle della Grecia, della Spagna, degli states (“ma loro stanno peggio di noi” s’è affrettato a precisare qualcuno, sarà?!?!) per poi, mesi e mesi dopo, ritrovarsi a fare il copia-e-incolla di iniziative altrui mandando affanculo anche l’italica creatività e sprecando un’altra opportunità per affermare il made-in-Italy nel mondo.

No, il tempo credo sia scaduto ed io NON VOGLIO e NON MI SENTO PARTE degli indignados.

Mi sento e sono italiano e voglio dire le cose come stanno: non sono indignato, semmai sono INCAZZATO!

Dopo le annunciate assenze in aula di tutta l’opposizione stamattina un Berlusconi sempre più simile nei comportamenti al famoso rocker (ormai ex) di Zocca, dopo aver “litigato” con i nuovi media, oggi è pronto ad interpretare in Parlamento un suo vecchio cavallo di battaglia del cantante modenese:

Io sono italiano e non sono Indignado, sono incazzato!!!

Tu solo dentro la stanza e tutto il mondo fuori…
(da Albachiara – 1979)

Ed io mi auguro con tutto il cuore che, chiara o meno, sorga presto una nuova alba per il nostro Paese!

Buona Resistenza amici e compagni di  viaggio in questa guerra ormai ventennale di liberazione da questa classe politica e… Hasta la Victoria, siempre!!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • io personalmente

    è un chiaro segno dei tempi. Un tentativo di rafforzare una qualsiasi propria posizione su una qualunque cosa, o forse più un modo per limitare la responsabilit... Leggere il seguito

    Da  Plus1gmt
    SOCIETÀ
  • Io c'ero

    c'ero

    Questo mattina ero alla manifestazione della Cgil contro la manovra del governo (la quarta, che verrà approvata con la fiducia). Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ
  • Io e Dio

    Mancuso: il primato della coscienza contro la chiesa dell'obbedienzadi Gustavo Zagrebelsky in “la Repubblica” del 9 settembre 2011Su questo libro non mancherann... Leggere il seguito

    Da  Federicobollettin
    SOCIETÀ
  • TweetAwards 2011: Io c’ero.

    TweetAwards 2011: c’ero.

    Si sono tenuti ieri a Riva del Garda i TweetAwards 2011, manifestazione goliardica che premiava i migliori twitteri di 9 diverse categorie ed il miglior hashtag. Leggere il seguito

    Da  Lucabecattini
    SOCIETÀ
  • Offesa io?

    Offesa

    Non condivido il senso di offesa personale che molti esprimono per questa faccenda. Non ho mai votato per Berlusconi, ho sempre manifestato la mia avversione pe... Leggere il seguito

    Da  Cristiana2011
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Io mi denuncio

    denuncio

    (dall’agenzia curda Firat: e ringrazio l’amico Antonello Pabis per avermi fornito la traduzione) Nell’ambito della campagna “Io mi denuncio” lanciata dal BDP... Leggere il seguito

    Da  Istanbulavrupa
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Quando lo dico io

    Quando dico

    Berlusconi: "Con Monti democrazia sospesa". Prima no invece. Con le leggi sulle intercettazioni, sul bavaglio, con la legge porcata, con le schedature dei rom,... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazine