Magazine Scuola

Ipod e moschetto: fascista perfetto

Creato il 23 settembre 2010 da Tanci86

I pod e moschetto fascista perfetto Le buone notizie per la scuola italiana non finiscono mai.
Maria Stalla Gelmini ha deciso di inserire nelle scuole superiori un corso valido come credito formativo che consiste in sostanza in un breve addestramento militare, dove gli studenti si dedicano in attività ginnico militari e in azioni militari, imparando a usare armi ad aria compressa e a tirare con l'arco. Sì con l'arco, perchè dobbiamo sempre essere pronti a un'eventuale invasione da parte degli orchi di Mordor!
Il programma, voluto da una collborazione fra il Ministero della Difesa e dell'Istruzione, servirà per Maria Stalla ad avvicinare, in modo innovativo e coinvolgente, il mondo della scuola alla forze armate, alla protezione civile, alla croce rossa e ai gruppi volontari del soccorso.
Ancora devo capire come sia possibile che lo sparare con delle pistole giocattolo (e, specialmente, tirare con l'arco!) possa aiutare l'attività della Croce Rossa, della Protezione Civile e dei gruppi di soccorso.
Questo eccezionale corso sarà facoltativo. Per ora almeno.
Ma sono sicuro che i ragazzini per i quali è stato pensato saranno più che entusiasti di giocare alla guerra invece di studiare.
Già me la vedo la giustificazione firmata dai genitori per evitare di fare il compito in classe mio figlio non ha potuto prepararsi per la verifica di matematica perchè è stato fatto prigioniero dalla squadra avversaria.
A cosa serve tutto questo?
A cercare pateticamente di migliorare una scuola ormai andata a puttane?
A darci qualcosa di cui parlare e tenerci occupati mentre la scuola va peggiorando ogni mese che passa?
Oppure vogliono rincoglionire (ulteriormente) gli adolescenti in modo da rendere la loro età mentale allo stesso livello dei balillini nella foto sopra?
In questo modo la parte di ritardati che vota Lega e PdL aumenterà e in più, se dovessimo dichiarare una guerra avremmo folle di giovani entusiasti se saranno spediti a combatterla e sicuri di vincerla perchè a 16 anni erano tanto bravi col loro fucilino ad aria compressa?
In fondo, anche i giovani italiani degli anni '30 la pensavano così...
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines