Magazine Economia

Italia sì, Italia No...più NO che sì....

Creato il 24 ottobre 2011 da Beatotrader
Italia sì, Italia No...più NO che sì....
Mi sembra anche logico...
se addirittura la Germania rischia il prossimo anno di rallentare a +0,8% di PIL (dopo dati stellari come un +3,6% 2010 ed un +2.9% stimato per il 2011)
figuratevi l'Italia...(con i suoi stitici +1,5% 2010 e +0,6% stimato per il 2011)
E le stime ref. sono ancora fin troppo ottimistiche...
Se solo l'economia globale andasse in Recessione, il nostro Export (come compensazione del collasso dei consumi interni) andrebbe a farsi friggere...
ed in numeri di PIL-negativo sarebbero molto più rosso sangue...
Italia, ref.: vista in recessione nel prossimo biennio
lunedì, 24 ottobre 2011 - 15:25
L'Italia rischia di cadere in una recessione lunga due anni che potrebbe anche essere piuttosto pesante.
Le stime ref. sull'economia italiana non fanno sconti: visto a +0,6% quest'anno, il Pil dovrebbe calare dello 0,4% l'anno prossimo e dello 0,2% nel 2013, condizionato da una significativa contrazione della domanda interna solo parzialmente compensata dalla crescita dell'export. .......
L'economia dell'area euro è vista a +1,7% nel 2011, a +1% l'anno dopo e a +1,6% nel 2013.
"La situazione per l'Italia si è fortemente deteriorata.
L'accelerazione nel percorso di consolidamento dei conti pubblici è servita a poco, evidenziando un serio problema di credibilità nell'azione della nostra politica economica", spiega la nota del centro studi.
"I rischi che gravano sulle prospettive sono importanti (...).
.......In chiaroscuro le previsioni sui conti pubblici, su cui pesa essenzialmente il problema dell'assenza di crescita.
Il deficit è atteso infatti in progressiva contrazione dal 4,0% sul Pil indicato per quest'anno al 3,0% per il 2012 fino all'1,8% nel 2013.
Parallelamente è però visto un peggioramento del debito da 120,9% nel 2011 a 121,9% nel 2012, con un leggero miglioramento nel 2013 a 121,6%.
...... "Ciò che rende poco credibile l'evoluzione nel medio termine dei conti pubblici dell'Italia sono le prospettive di crescita, sulle quali l'azione della politica economica è stata invece poco efficace", aggiunge.
La situazione è aggravata dal contesto internazionale:
"La decelerazione della domanda globale non consentirà di compensare la recessione della nostra domanda interna con un andamento più dinamico delle esportazioni".
Ref. stima che la domanda interna scenderà drasticamente da +0,5% nel 2011 a -1,3% nel 2012 e -0,9% nel 2013.....
.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • no bambini, no party

    Un altro tema centrale della società contemporanea è che un sacco di bambini in età scolare, specie i compagni e le compagne di scuola di mia figlia, compiono... Leggere il seguito

    Da  Plus1gmt
    SOCIETÀ
  • No? E allora no e no!

    allora

    Pare che Daniele Capezzone fosse già da un po’ venuto a noia a Silvio Berlusconi, che ora lo licenzia e dà il suo posto a Nunzia Di Girolamo. Leggere il seguito

    Da  Malvino
    SOCIETÀ
  • No music. No party.

    music. party.

    Si narra che in tempi non troppo lontani la musica fosse diventata uno dei principali strumenti della politica, soprattutto durante le campagne elettorali. Leggere il seguito

    Da  Frankezze
    SOCIETÀ
  • Italia sì, Italia no

    Italia

    Tutti oramai sanno che domenica e lunedì si svolgeranno "le operazioni di votazione per quattro referendum popolari".La mia opinione circa il contenuto... Leggere il seguito

    Da  Ilpescatorediperle
    POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • No, grazie!

    Patuasia sta dalla parte degli abitanti della Valle del Lys che si stanno battendo per evitare che venga costruita l’ennesima centralina. Leggere il seguito

    Da  Patuasia
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • No victim, no crime

    victim, crime

    Speriamo che il risveglio delle coscienze dei giudici della Cassazione, che hanno dichiarato la coltivazione casalinga della marijuana "un reato che non... Leggere il seguito

    Da  Flyguyit
    SOCIETÀ