Magazine Cultura

John Carter

Creato il 09 marzo 2012 da Mistersimpatia @mistersimpatia

John CarterJohn Carter, cercatore d’oro ed ex soldato sudista, fuggendo dagli indiani e dall’esercito statunitense incappa in una figura misteriosa, uccisa la quale viene involontariamente teletrasportato su Marte, dove la diversa gravità gli conferisce forza e agilità superiori a tutte le diverse specie abitanti il pianeta. Subito coinvolto nelle lotte tra tribù per la supremazia, a causa dell’inconsapevole salvataggio della principessa del regno di Helium, l’alieno provenuto dalla Terra riuscirà a tornare sul pianeta d’origine solo quando il suo desiderio sarà diventato rimanere sul pianeta rosso.
C’è una frase che, per prudenza, dovrebbe campeggiare sulla locandina di questo film: «Dimenticate tutto quello che sapete di John Carter». Il nuovo kolossal targato Disney, infatti, è ispirato a una storica serie di romanzi di fantascienza, pubblicati cento anni fa (la prima storia risale proprio al 1912) a firma Edgar Rice Burroughs – alias l’inventore di Tarzan –, ma se dovessimo valutare John Carter basandoci su quei libri potremmo chiudere qui la recensione con una stroncatura netta e passare oltre. Commettendo un errore marchiano.
La carne al fuoco è tanta, e Stanton decide di cuocerla a fuoco lento: oltre due ore di film in cui John Carter, eroe a petto nudo con la faccia da fotomodello di Taylor Kitsch (fu Gambit in X-Men: Le origini – Wolverine), viaggia di città in città e di galera in galera, saltando edifici e trovando anche il tempo di innamorarsi della principessaDejah (Lynn Collins, anche lei reduce da Wolverine, dove era la “moglie del soldato” Kayla Silver Fox). In ultima analisi è la loro storia d’amore che muove ogni evento del film, di fatto scritto e strutturato come un fantasy degli anni ’80, tra guerre, profezie e un gruppo di misteriosi esseri che governano il destino dell’universo.
Nonostante il tradimento del materiale originale mi sento di consigliare questo film, soprattutto per le scene mozzafiato che vi accompagneranno in queste due ore di pellicola.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • John Zorn, Naked City

    John Zorn, Naked City

    Una piccola premessa: ne ho le scatole piene della gente che afferma con aria trasognata e reverente che gente come John Zorn e Frank Zappa sono fuori di... Leggere il seguito

    Da  Empedocle70
    CULTURA, MUSICA
  • John Crawfurd.

    John Crawfurd.

    "Quando siamo entrati la tenda che nascondeva il trono era semiaperta. La folla presente nella sala era prosternata, con la bocca che quasi toccava terra. Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    ASIA, CULTURA, DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO
  • John Henderson a Napoli

    John Henderson Napoli

    Napoli - 28 ottobre ore 19, per la sua prima personale presso la sede napoletana della T293, John Henderson presenta una selezione di lavori che riconfigurano... Leggere il seguito

    Da  Fasterboy
    ARTE, CULTURA
  • John Barth

    John Barth

    Leggere il seguito

    Da  Ghostwriter
    CULTURA, LIBRI
  • The Killer - John Woo

    Killer John

    Il film che ha esportato John Woo verso l'occidente, il film più personale del regista e dove mostra senza troppi fronzoli (in un modo veramente spiccio) la... Leggere il seguito

    Da  Frank_manila
    CINEMA, CULTURA
  • Il molare di John

    molare John

    Sembra assurdo ma ci sono persone che pur di avere cimeli dei propri paladini sono disposte a qualunque cosa. E’ il caso di Michael Zuk, l’acquirente che ha... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, MUSICA
  • Viral point: Ti chiami John Carter?

    Viral point: chiami John Carter?

    Simpatica iniziativa virale della Disney per il lancio del prossimo John Carter, in uscita americana a marzo.Visto che il nome è alquanto comune, l’idea è... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA

Magazine