Magazine Cultura

Kill me please

Creato il 17 gennaio 2011 da Scatolaemozionale
KILL ME PLEASE
"Per noi è molto importante che sia un incontro con la morte.""Ho capito che ho avuto la fortuna di vivere.""Un giorno il suicidio sarà un diritto dell’uomo scritto nero su bianco sulla costituzione."Devo dire la verità, il titolo mi ha fregato!Pubblicità, trailer e articoli mi dipinsero questo film come un piccolo gioiello delle risate, "vi seppellirà dalle risate", così diceva...Risate...non molte, sorrisi, quelli si!Il tema della morte è trattato davvero con ironia e i dialoghi sono alle volte quasi irreali ma proprio perchè assurdi veritieri. Al centro della storia una clinica per suicidi diretta del Dottor Kruger, quasi introvabile se non tramite internet, isolata tra le montagne di un paese belga, questa clinica accoglie persone "con dei problemi" per cercare di dissuaderle dal suicidio, se dopo un pò di tempo di analisi e studi il paziente rimane irremovibile dalla sua decisione, li si concede una morte assistita con dignità...Il film girato rigorosamente in bianco e nero (quasi sgranato, tendente al blu) e senza nessuna colonna sonora, raggruppa personaggi davvero "strampalati", con fissazioni, fobie, paure che dettano dialoghi e azioni grottesche ma allo stesso tempo parlano di un tema che oggi è di grande attualità, la morte assistita e la libertà di poter decidere della propria vita, come ricorda sognante il Dottor Kruger, un giorno anche il diritto alla morte sarà presente nella Costituzione! Attori molto bravi, e anche il regista belga Olias Barco, che ha girato questo film in ristretta economia. Il Film è stato vincitore del V Film Festival Internazionale di Roma. TRE CURIOSITA'1) Una clinica per suicidi esiste davvero, si trova in Svizzera ed è l'invenzione elvetica più promettente dai tempi dell'orologio a cucù, si chiama Dignitas e doveva essere il titolo originario del film. 2) Il belga Olias Barco (il regista) non è uno sprovveduto, avendo tentato di togliersi la vita più volte prima di girare questo piccolo capolavoro.3) Il film è stato girato il sole 3 settimane.Buona Visione!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine