Magazine Erotismo

K.I.S.S. / Keep It Simple, Stupid

Da Minerva Jones
K.I.S.S. sta per "Keep It Simple, Stupid", ossia "Falla semplice, stupido". Utilizzato in informatica per evitare di pensare alle ottimizzazioni fin dall'inizio, cercando piuttosto di mantenere uno stile di programmazione semplice e lineare, a me personalmente sembra si possa perfettamente prendere a consiglio per l'organizzazione della propria vita.
Oggi è stata la classica giornata in cui tutte le diverse nocività che nella vita contemporanea - perché sono un'antropologa e, pur se in passato c'era meno informazione, so che si viveva qualitativamente meglio (meno, ma meglio) - ci colpiscono indipendentemente un giorno sì e uno no, hanno pensato bene di sintetizzarsi in una miscela esplosiva. E così sono stata esposta alle malattie e ai lutti delle amiche, alla disoccupazione o alla precarietà lavorativa di queste e degli amici, alla sensazione di impotenza dei vecchi, a una politica agghiacciante e a una cultura/società ignorante, violenta e alla deriva.
K.I.S.S. / Keep It Simple, StupidNon siamo in una situazione complessa. Siamo in una situazione complicata. La complessità è specifica della vita e degli esseri umani, sia a livello biologico - si pensi al funzionamento del corpo - sia a livello psichico - dove ciascuno di noi è una configurazione unica delle esperienze della propria vita e del modo in cui le ha nel tempo interpretate. Quindi la complessità è anche interessante, pone sfide intellettuali, richiede l'impiego magari anche di un pensiero laterale. Affascinante, nevvero?
La complicazione no. E' proprio solo l'aver reso le cose così mescolate e pasticciate che devi pazientemente andare a sciogliere tutti i nodi uno a uno, con un tempo infinito e il vivo desiderio di dare fuoco alla matassa piuttosto che recuperarne il bandolo. Che se poi pensi alla situazione politica, sociale ed economica in cui ci troviamo, le cose hanno raggiunto livelli così astrusi e ingestibili che l'impresa di sciogliere i nodi sarà titanica e non ti basterà l'intera esistenza. E dobbiamo per forza sprecare il tempo della nostra vita così?
Oggi ho tracimato, e quando raggiungo questo livello o è il pianto dirotto e impotente o è il balcone guardato con troppo desiderio. E m'è tornato in mente questo acronimo: K.I.S.S. - "Keep It Simple, Stupid". Ho fatto una doccia, come mi suggerisce sempre Sassicaia quale punto di 'ripartenza' quando si è allo sbando. E nel mio caso il bagnoschiuma aveva un incantevole profumo di mandorle. E mi sono chiesta quando ho smesso di pensare che le cose potessero essere semplici, piacevoli e incantate come quel profumo senza bisogno di scalare montagne a mani nude per avere una semplicissima sensazione di piacere. Poi ho pensato che dovevo mettere in ordine quel delirio di casino che è la mia casa perché almeno a livello lavorativo ordine fuori = ordine nella mente, per poi scrivere tutte le cose da fare e dare loro una disposizione in termini di priorità.
E infine mi sono anche ricordata che tanto in qualche modo se è il proprio destino si sopravvive sempre, ma che l'importante non è neanche quello quanto vivere. E adesso vorrei pure un po' di più di spontaneità nell'essere felice di stare al mondo (dannazione, non può anche questo essere sempre una conquista così faticosa!) e penso che una buona strategia sia quella di cominciare ad avere silenzio intorno sottraendomi a quelle 'droghe' - come l'essere sempre informata su tutto e in tempo reale, il dover partecipare a ogni costo a ogni menata di battaglia pseudopolitica - che creano dipendenza e avvelenano il corpo, la mente e l'esistenza in generale. Quindi tra qualche minuto, non appena finisco di scrivere questo post, chiudo questo dannato pc e mi immergo nel silenzio e nella lettura di Latouche, l'unico del quale in questo istante mi interessino le parole e le riflessioni.
Me lo dico da sola: "Keep It Simple, Stupid", "Falla semplice, stupida". Anche solo per non dare la soddisfazione a quelli che stupidi lo sono veramente (cfr. il video qui sotto) di credere che la stupida sia io ;-)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Get it or dupe it?

    dupe

    Siete curiosi di sapere quali colori andranno questa P/E sulle nostre unghie?Allora leggete il mio articolo per Italian Fashion Bloggers: Dipingere con i... Leggere il seguito

    Da  Hito
    LIFESTYLE
  • Review 2011 - Whip It

    Review 2011 Whip

    7.0 su 10 La seconda visione, a volte, può fare miracoli. Avevo liquidato il film d'esordio alla regia di Drew Barrymore come un mediocre prodotto di... Leggere il seguito

    Da  Ludacri87
    CINEMA, CULTURA
  • Touch it!

    Touch

    Agli antipodi dell'esigenza pornografica del veder tutto, nei dettagli, chiaramente, con ginecologica esattezza, anche le forme più prestanti e definite... Leggere il seguito

    Da  Salvinsa
    TALENTI
  • Post It

    Approfitto del banale e non originalissimo titolo del post per appuntarmi una piccola novità del progetto editoriale digitale di Luca Sofri, Il Post: trovo... Leggere il seguito

    Da  Kobayashi
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE, TECNOLOGIA
  • It's the Future, stupid!

    Negli Stati Uniti pensano davvero sempre a tutto. In California, per la precisione a San Diego, la società EcoATM ha creato dei cassonetti dove poter riciclare ... Leggere il seguito

    Da  Paolomassa
    ITALIANI NEL MONDO
  • Stupid Zombies, divertente gioco GRATIS per Android

    Stupid Zombies, divertente gioco GRATIS Android

    Riki 8 mar 2011 Programmi Android Stupid Zombies è un divertente gioco gratuito per smartphone Android. Il titolo è disponibile da tempo sul Market di Android,... Leggere il seguito

    Da  Riccardo Conti
    TECNOLOGIA
  • Virago Classic way

    Virago Classic

    Yamaha XV 750 Virago by Classic Way Classic Way Atelier - Guimarães, Portugal Leggere il seguito

    Il 01 novembre 2018 da   Inazumaluke
    LIFESTYLE, PASSIONE MOTORI

Magazines

  • Erotismo

  • Sesso

  • Sessualità