Magazine Cultura

Kongh-sole Creation

Creato il 13 febbraio 2013 da Iyezine @iyezine

13 Febbraio 2013 A cura di:

Andrea Giordano

 

Terzo album per la band svedese KONGH, pesanti radici doom per il trio nordeuropeo, che in questo disco trova una dimensione sonora ampia e potente . Come disegnato in copertina, il risveglio e l'arrivo imminente di un gigantesco gorilla sembrerà comparire nei riff e nelle cadenze di questo ''Sole Creation.

Svezia, una terra dove il metal si ascolta a colazione, una terra dove la passione per il nero e l'occulto è paragonabile alla passione di un italiano medio per il calcio e le donne; Bathory, Marduk, In Flames, Entombed, Meshuggah, Opeth, è infinita la lista di band che nascono dal freddo delle terre scandinave e che hanno segnato profondamente i tratti e i caratteri del metal moderno. Nati dall'incontro tra David Johansson (chitarra e voce) e Tomas Salonen (batteria), i KONGH si ritrovano appunto avvolti in una cultura popolare metal immensa e dal 2004 incominciano a rinchiudersi e passare il loro tempo in sale prove, riuscendo così nel 2006, dopo l'aggiunta del bassista Oskar Ryden, a registrare il loro primo demo. Cadenze doom e atmosfere sludge sono le caratteristiche principali del loro sound. Negli anni, con due album e vari split, riescono piano piano a farsi un nome ed entrare così in circuiti di distribuzione e di live importanti, vedi tour in appoggio a realtà come Cult Of Luna e Neurosis. Per questo Sole Creation sembra che il trio scandinavo abbia preso una strada più progressive/psychedelic rock. Rispetto ai precedenti dischi, le melodie prendono più spazio, i vocalismi viaggiano puliti nei riff più aperti e si chiudono in cupi fraseggi nelle parti più serrate, segnando forte le quattro tracks di questo lavoro. Il suono è forse il maggior protagonista di questo disco: alla regia troviamo Magnus Lindberg (Cult Of Luna) che ha saputo dare quei colori ''post'' ad una band che, rifacendosi ad un genere dai tratti classici come il doom, rischierebbe di finire in quella marea di registrazioni, che oggi giorno ci troviamo ad ascoltare e scartare come ''già sentito''. In alcune parti, sopratutto in certi arpeggi e incastri di chitarra, viene alla mente una certa psichedelia di casa Mastodon. Forse il limite più grosso è un supporto ritmico non proprio pronto a certi passaggi più prog, che solitamente vengono accompagnati da tecnicismi ritmici più evoluti. La batteria in tutto il disco, scandisce il tempo decisa ma rimanendo sempre cruda e semplice. Tutte le quattro songs sfiorano i dieci minuti, difatti l'abilità del trio svedese sta proprio nell'evolvere i pezzi mischiando momenti più acustici, con arpeggi di chitarre velenose , alternandoli a parti lente ,trascinate, dal sound pesante e ruvido, creando così ''crescendo'' che dilatano il minutaggio di tutte le tracks del disco. Uscito il 6 Febbraio sotto la Agonia Records, etichetta polacca specializzata in Black/Death Metal, Sole Creation segna una prova di maturità della band arrivata al loro terzo disco. Tenendo forti le radici doom, i KONGH hanno saputo lanciarsi in territori nuovi, mostrando così un ennesima conferma e un'inaspettata veste ''post''.
Tracklist:
1. Sole Creation
2. Tamed Brute
3. The Portals
4. Skymning
Line-up:
David Johansson - guitar, bass and vocals
Tomas Salonen - drums
Olle Hedenström - bass (live)

%0A">
%0A">
%0A">
%0A">Facebook


Kongh - Sole Creation

Autore : Kongh
Titolo: Sole Creation
Anno : 2013
Etichetta : Agonia Records
Voto : (7.00/ 10)

Secondo noi potrebbe piacerti anche:

Ornaments-pneumologic

Surtr-pulvis Et Umbra

The Black Heart Rebellion-har Nevo


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il Sole Dentro

    Sole Dentro

    Alle loro Eccellenze i membri e responsabili dell'Europa.." questo l'incipit della lettera scritta da due adolescenti guineani, Yaguine e Fodè, portavoce di... Leggere il seguito

    Da  Taxi Drivers
    CINEMA, CULTURA
  • Il sole a levante

    sole levante

    C’è una paese pieno di case di sasso. Sta dentro una collina che guarda il mare che è abitato da grandi navi e da piccole barche. Leggere il seguito

    Da  Dallomoantonella
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Satya e il Sole

    Satya Sole

    Mercoledì 14 Novembre 2012 08:04 Scritto da Marzia Bisignani I - IL TRAMONTO SULL’ALBERO In un tempo in cui solo la luna, i pianeti e le stelle riflettevan... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • Il colore del sole

    colore sole

    di Andrea CamilleriVoto: 8 e 1/2/10 Quale fu il mio stupore ne lo scorgere che lo sole erasi fatto immantinente tutto nero come per ecclisse e che da esso nasce... Leggere il seguito

    Da  Phoebes
    CULTURA, LIBRI
  • Mangiami…no indossami! i piccoli accessori di taty creation.

    Mangiami…no indossami! piccoli accessori taty creation.

    Taty Creation è una ragazza che ha trasformato le sue capacità manuali e creative in un laboratorio di micro oggetti in fimo, con il quale si sbizzarrisce... Leggere il seguito

    Da  Artisignexplosion
    ARTE, CULTURA
  • KONGH, Sole Creation

    KONGH, Sole Creation

    Più gli anni vanno avanti e più è difficile definire cosa sia il doom: se da un lato è più che giusto classificare con questo termine chi dei Black Sabbath ha... Leggere il seguito

    Da  The New Noise
    MUSICA
  • Mechanical God Creation-wormholedeath

    Mechanical Creation-wormholedeath

    1 Febbraio 2013 A cura di: Stefano Cavanna 2013-02-01 00:00:00 Stefano Cavanna Tweet Tag: deathcore deathcore Il deathcore dei milanesi MECHANICAL GOD CREATION... Leggere il seguito

    Da  Iyezine
    CULTURA

Magazines