Magazine Cultura

L'altra faccia dell'amore di Francesca Giuliani

Creato il 29 novembre 2013 da Ramonagranato
L'altra faccia dell'amore di Francesca Giuliani
Tradire. Ripagare per la fiducia accordata.Ambrose Bierce
Vi siete mai chiesti quanto può essere grave - e pericoloso - un tradimento?Soprattutto per il traditore.Francesca Giuliani nel suo racconto "L'altra faccia dell'amore" ci mostra uno scenario decisamente diverso.Fabrizio Cesari è un medico, ha una posizione affermata e un matrimonio che va avanti da vent'anni.Sarà per la noia della routine o per provare il brivido dell'avventura che ad un certo punto decide di avere un'amante. E sceglie Marika.
Come uno di quei balli di sala con i passi già tutti regolamentati, il ballo tra lui, lei e l'altra va avanti con i canonici sotterfugi, le più scontate bugie e i più frettolosi incontri mordi e fuggi.
Cosa cambia?In questo triangolo subentra l'imprevisto.Sia per il protagonista, Fabrizio, che tutto ad un tratto non è più al centro della vicenda, né della sua vita. Sia per il lettore che, con lo scorrere della trama, si era quasi abituato ad un finale scontato.E invece non c'è niente di scontato nell'imprevisto che all'improvviso rovescia le sorti della storia.
"L'altra faccia dell'amore" mostra quello che si nasconde dietro un sentimento che è così forte da potersi trasformare nel suo esatto contrario, se deluso.
Francesca Giuliani riesce a strappare più di un brivido con questo racconto noir che ha parecchie sfumature - non di grigio! - e che accompagna il lettore fino al punto in cui, come al cinema, si vorrebbero chiudere gli occhi per la paura e non vedere quello che sta per succedere. Ma a quel punto, ormai, non si può fare altro che andare avanti. Avanti col fiato sospeso, fino al rocambolesco finale.
La scorrevolezza e la semplicità di lettura nascondono un grande segreto: la buona scrittura. Francesca ha grande esperienza di scrittura e si vede. Altrimenti il meccanismo si inceppa.
In questo caso, non succede.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :