Magazine Architettura e Design

L' alveare che dice si! arriva a milano

Da Metamorphose
L' ALVEARE CHE DICE SI! ARRIVA A MILANO
Domani l'inaugurazione all'Impact Hub di Milano in Via Paolo Sarpi 8 del Movimento "L'Alveare che dice Sì!"contemporaneamente a Napoli e Brescia.

E intanto che aumenta il numero degli Alveari di Torino, dove tutto è cominciato appena un anno fa, Impact Hub Milano è entrato a fare parte della rete di Alveare che dice sì! e sarà proprio questo lo spazio che ospiterà il primo Alveare della città meneghina. 
E non poteva che essere qui, in un luogo dedicato all’innovazione e all'imprenditoria sociale e alle persone che la promuovono.

Sembra proprio che questo nuovo modello di spesa stia facendo sempre più presa tra i consumatori costantemente attenti ai prodotti e ai volti di chi li produce.

L' ALVEARE CHE DICE SI! ARRIVA A MILANO
L’apertura delle vendite online è cominciata già mercoledì 9 dicembre. Ma solo oggi mercoledì 16 dicembre all’Impact Hub avverrà la prima distribuzione di prodotti acquistati grazie alla piattaforma di Alveare che dice Sì! 

Per l’occasione si terrà un aperitivoinaugurale con degustazione e showcooking utilizzando la materia prima offerta dai produttori dell’Alveare.

Durante la serata lo chef napoletano Olmo Tomas, classe ’84, utilizzerà alcuni dei prodotti acquistabili online che i fornitori metteranno a disposizione per i membri della community e per gli interessati a diventarlo.
Tra i prodotti: la carne suina  di Cascina Lassi,  la carne bovina di Cascina Bordona, i formaggi di Cascina Gabana, latte e yogurt dell’Azienda agricola Zipo, anatre, oche e pollame dell’Azienda Agricola Altrocchi, lo zafferano di Mastri Speziali, la birra artigianale del birrificio Railroad Brewing, la frutta e verdura degli Orti Sociali di Voghera, i dolci e biscotti del Forno in Collinae i salumi e il pane a lievitazione naturale dell’Azienda Agricola Cremona.
Non solo. Per chi avrà già acquistato merce online sarà possibile ritirarla, conoscendo personalmente i produttori. L’appuntamento con la distribuzione, dal 17 dicembre in poi, avverrà ogni due settimane, sempre presso Impact Hub Milano, ogni mercoledì dalle 18.30 alle 19.30.
L' ALVEARE CHE DICE SI! ARRIVA A MILANO

“Siamo uno spazio di coworking e un incubatore di startup innovative a vocazione sociale in cui chi vede la sostenibilità come opportunità d’innovazione e crescita sviluppa progetti e dà vita a imprese ad impatto sociale e ambientale. Ogni settimana è possibile reperire prodotti buoni, frutto di un'agricoltura sana e di qualità. Il tutto incontrando i produttori e sostenendo l'agricoltura locale”, spiega il Gestore dell’Alveare Stefania Marucci.
Oltre l’Impact Hub di Milano anche altreaperture in Lombardia:il 10 dicembre Alveritivo Brescia presso il Bistrot popolare il cui Gestore è Helga Ravelli e il 19 dicembreAlveritivo Milano in ADEC gestito da Vincenzo Russo. Inoltre sono ben 7 gli Alveari in costruzione su tutto il territorio lombardo.
Ma cos’è L’Alveare che dice Sì!Il progetto nato in Francia nel 2011 in breve tempo si è trasformato in un vero e proprio movimento europeo, The Food Assembly, passando da Germania, Inghilterra e Spagna e ad oggi conta più di 800 Alveari in continua espansione.Un nuovo modello di spesa che, dopo il successo in Francia e in molti paesi d’Europa, sbarca anche in Italia. Rapporto diretto tra produttori e consumatori, spesa a km zero, socialità e conoscenza degli alimenti tipici della propria zona: sono questi i punti di forza de “L’Alveare che dice Sì!”.L’Alveare che dice Sì! è uno strumento di vendita online che fornisce il suo aiuto al circuito della filiera corta e che in Italia arriva nel Novembre 2014 con l’apertura del primo Alveare a Torino. Dietro ad ogni Alveare c’è un Gestore, associazione o privato cittadino che partecipa allo sviluppo locale, economico e sociale.
 Il processo di acquisto è molto semplice: i Membri ordinano i loro prodotti on-line e li ritirano nell’Alveare di quartiere durante le distribuzioni. Ad oggi già 18 Alveari sono attivi o in costruzione in tutta Italia.
FACEBOOK - TWITTER - INSTAGRAM

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :