Magazine Cinema

L'apprendista stregone

Creato il 01 agosto 2010 da Filmdifio
L'apprendista stregone
Premessa. Il film non mi è piaciuto. E' tutto effetti speciali. Certo parliamo della Disney e chapeau. Ma solo quelli non bastano, anche se fatti in modo eccellente. La storia è una rivisitazione fantasiosa ed evolutiva dell'amatissimo episodio di "Fantasia" con Micky Mouse tra incantesimi, scope e un Merlino vagamente innervosito. I tempi sono cambiati. Siamo negli anni zero e l'apprendista è uno "sfigato" dei nostri tempi: studente di fisica molecolare, timidone, imbranatone che fa, però, tanta tenerezza. La trama è di una basilarità disarmante. Gli interpreti (Monica Bellucci....aiuto! il protagonista....ahi! la biondina....millesmorfie!) so and so. Poi però ci sono le vecchie Rolls Royce che in un attimo diventano Ferrari, lupi famelici che si trasformano in cuccioli, e così via. Ma nonostante un grande sforzo sul piano tecnologico, tutto il resto lascia molto a desiderare. Un prodotto mediocre per la Disney che, quando vuole, sa scrivere (tema ricorrente per me negli ultimi tempi) storie più avvincenti per opere comunque commerciali (ci ricordiamo "Pirati dei Caraibi"?). Anche la scena mitica e attesissima della "danza" delle scope delude...e non dal punto di vista degli effetti, è chiaro, ma per come viene inserita forzatamente nella trama, per come è costruita in modo frettoloso. La riflessione è questa: dalla scrittura, al cinema, non si può prescindere, anche quando confezioni il solito regalo per i bambini. Anche i più piccoli meritano di più.
L'apprendista stregone
Evoluzione. Ho visto questo film in anteprima europea al Festival di Giffoni. Vicino a me uno spettatore che non toccava con i piedi a terra. Una sorta di caschettino, un paio di occhiali e un leggero sorriso perenne sul viso. Ci siamo date piccole gomitate durante tutta la durata del film, lui entusiasta per tutti quegli "effetti". Guardava il film estasiato. Se non riusciva a leggere velocemente i sottotitoli mi chiedeva consiglio, abbiamo commentato insieme ogni scena. Alla fine alla fatidica domanda se gli fosse piaciuto il film, lui senza battere ciglio: "SI!".E lì forse ho capito veramente la grandezza di questo festival e il perchè François Truffaut lo considerasse "tra tutti i festival del mondo il più necessario".

Guarda il trailer L'apprendista stregone su Cinetrailer.it


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines