Magazine Cultura

l’aspetto militante

Creato il 09 marzo 2011 da Vivianascarinci

(…) Si fa fatica a credere che le poesie di avvilimento e di disfatta non siano state ispirate da avvenimenti della nostra epoca, invece di essere state scritte mezzo secolo fa. Questo aspetto militante è marcatamente evidente nei paesi occupati o soggetti a censura, ove la poesia si ammanta della funzione di lotta ideologica. Al senso sovversivo della parola assemblata si accompagna sovente un rinnovamento delle forme più o meno radicali: è un’altra lotta, questa interna alla poesia, un lavoro di distruzione-ricostruzione.(…) Assunta Daniela Zini, inedito  

 

Paradossalmente involontario perché intestino, il lavoro poetico è una motilità intrinseca che mette in gioco un’immunità incoscia rispetto l’ordine, il controllo dettato altrimenti. Ma anche refrattaria all’unicità pretesa da un ordinamento o pensiero esterno dato. La poesia non è organicamente conciliabile a forme di sclerosi di qualsiasi ordine. Come se l’atto brutalmente plurale della lotta, fosse necessariamente il riflesso naturale di quella ponderazione  distaccata che la funzionalità più significativa della parola poetica

 

Ho pensato molto per poter domare questa cosa che mi appariva estranea e selvaggia e sentirla parte di me. Mi sono a tal punto fusa in essa e, a tal punto, essa scorre in me, che non è più possibile separarci. Forugh Forroxzād. Intervista di Sadroddin Elāhi. Marzo 1965, trad. dal persiano A.D. Zini  


Filed under: 2009-10 Tagged: Assunta Daniela Zini, Forugh Forroxzād, poesia, poesia persiana, prosa, Viviana Scarinci

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines