Magazine Astronomia

L'I CHING o Il Libro dei Mutamenti

Da Colorefiore @AmoreeDintorni
L'I CHING o Il Libro dei Mutamenti
L’I CING SPIEGATI DA DANIELE FERRERO fonte:http://www.cristinacampo.itL'I CHING o Libro dei Mutamenti è il più antico oracolo giunto sino a noi dalla civiltà cinese ed è
diventato una delle opere più importanti di tutta la letteratura mondiale. Col simbolismo dei suoi 64
esagrammi, ai quali gli uomini si sono ispirati da millenni, intende rappresentare tutti i possibili stati di
mutamento del cosmo e della vita umana.
Nella prima parte di questa sezione presentiamo una nuova traduzione integrale e inedita dell'I
CHING, in linea con gli studi più recenti, che emenda un buon numero di inesattezze e incomprensioni
presenti nelle traduzioni più classiche.
Il testo è introdotto da una dettagliata spiegazione sul simbolismo dell'oracolo e sul metodo che permette di consultarlo per avere risposte sul proprio futuro.
Segue una raccolta di altre traduzioni del testo, sia classiche che più recenti.
Conclude la sezione un insieme di studi sul simbolismo degli esagrammi, dei trigrammi e del sistema filosofico che sta alla base dell'I CHING.  
1. La consultazione dell'Oracolo
Innanzitutto va detto che l'I CHING deve essere consultato solo per questioni importanti, 
formulando domande che non consistano in una semplice curiosità verso gli avvenimenti futuri ma
che riguardino sempre l'orientamento personale da assumere nei confronti di una situazione
("che cosa devo fare per...?",
"qual è il comportamento o la decisione migliore in questo caso...?",
"in quale situazione mi trovo con...?", ecc.).
La tradizione raccomanda di bruciare incenso e di rivolgersi all'oracolo con deferenza, dicendo il
proprio nome, il luogo in cui si vive, che cosa si vuole ottenere e per quale scopo: si tratta di un
rituale che ha lo scopo di favorire la concentrazione e di calmare la mente. Al di là del rispetto del
rituale, la cosa importante è mantenere la mente sgombra da pensieri estranei e concentrarsi solo
sulla domanda che si intende formulare.
Due sono i metodi classici che possono essere scelti per la consultazione dell'I CHING:  
1) il metodo delle tre monete, che è oggi il più utilizzato sia in Oriente che in Occidente ed è 
relativamente semplice nel suo procedimento,  
2) il metodo degli steli di millefoglie, che rappresenta il metodo tradizionale, più complesso ed 
articolato. 
Entrambi i metodi hanno lo scopo di generare, attraverso una serie di eventi casuali, uno dei 64
esagrammi dell'I CHING, cioè una figura composta da sei linee (intere o spezzate) che viene
sempre costruita dal basso verso l'alto (si considera cioè come prima linea quella più in basso e
come sesta linea quella più in alto).
Le linee intere sono linee yang, le linee spezzate sono linee yin. Ciascuna di queste linee può
presentarsi sotto due forme: fissa e mobile. Abbiamo quindi in tutto quattro tipi di linee, ognuna
identificata da un numero compreso tra 6 e 9, in cui i numeri dispari indicano linee yang e i numeri
pari linee yin...
Per leggere l'intero documento clicca QUA L'I CHING o Il Libro dei MutamentiVUOI UN CONSULTO CON L'I CHING?
TI INTERESSA UN CORSO ONLINE DI TAROCCHI?
L'I CHING o Il Libro dei Mutamenti

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :