Magazine Cultura

L'odore dei libri

Creato il 24 febbraio 2011 da Gloutchov

L'odore dei libriOgni volta che salta fuori il discorso ebook, e salta fuori per forza visto che le mie pubblicazioni avvengono per lo più in quel formato, c'è qualcuno che si trova in dovere di sottolineare che non leggerà mai un e-coso perché non potrebbe mai rinunciare all'odore della carta, alle sensazioni tattili e quant'altro.A queste opinioni è difficile ribattere. Spesso ho citato la ritrosia degli audiofili quando venne abbandonato il frusciante LP per il freddo CD. Tutti gridavano all'anatema, che il suono sul vinile era corposo, caldo, avvolgente... erano i primissimi anni novanta (il mio primo lettore CD fu un Kenwood portatile). Seguito a ruota dal secondo anatema, quando dal CD si passò alla digitalizzazione spinta, ai lettori MP3 e... sempre gli audiofili cominciarono a lamentarsi della troppa compressione dei brani eccetera eccetera. Oggi alcuni compositori cominciano addirittura a proporre opere interamente realizzate su dispositivi come l'iPad...
Ma chi sono io per criticare opinioni che riguardano il gusto personale? Odore e sensazioni tattili sono particolari talmente privati che, non mi sento in grado di affrontare un dibattito legato a un argomento simile. 
Eppure, da quando il web esiste, ma anche prima, sulle riviste specializzate e non, credo di non aver mai letto una recensione in cui si citasse l'odore del libro, il frusciare delle pagine, le sensazioni fisiche che l'oggetto libro procura al lettore.
Ovviamente potrei essere stato tanto sfortunato da non aver mai letto una recensione che contenga anche una descrizione di queste sensazioni, del resto non ho letto tutte le recensioni esistenti al mondo. A ogni modo, io stesso non ho mai parlato di queste cose nelle mie recensioni. Per cui... mi son detto... perché non farlo?
Ebbene sì! Questa è la mia prima sfida del 2011. Scrivere recensioni in cui si parli, non solo del contenuto del libro, ma anche dell'oggetto libro, ovvero del tipo di carta, dell'odore... di queste cose. In questo modo, spero, farò contenti anche coloro che si sentono legati a questo tipo di emozioni, sensazioni, esperienze.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines