Magazine Cultura

L'uomo Fashion

Creato il 13 settembre 2013 da Paradisiartificiali
L'uomo FashionEccola qui. L'immagine che da giorni anzi settimane, gira per la rete, annunciando il restyling di Lobo, il magnifico cacciatore di taglie Czarniano creato nel lontano 1983 sulle pagine di OmegaMen, e riutilizzato poi da  Giffen, per la sua LEGION, fino al suo famosissimo rilancio, con la complicità di Alan Grant, disegnato dal favoloso Simon Bisley, rilancio che ne determinò lo style definitivo, di bounty  killer, motociclista, metallaro, dedito all'assassinio all'alcool e alle pupe, non necessariamente in questo ordine.
Qui e qui le volte in cui mi sono cimentato nel parlare di Lobo.
Se siete interessati ad una retrospettiva.
Con il new52 la DC ha annunciato che anche l'uomo sarebbe incappato in qualche leggerissima variazione.
Leggerissima una sega.
quello che continua a preoccupare i fan del Lobo originale sono le dichiarazioni di Bob Harras, l'editor-in-chief della DC, che in un intervista ha dichiarato: Il lobo che pensavate di conoscere,  quello che avete visto azzuffarsi con Deathstroke recentemente, è in realtà un impostore,il vero lobo lo conoscerete presto."
Paura eh?
E fate bene ad averla se i risultati del reboot per quel che riguarda l'ultimo Czarniano sono quelli che vediamo in questa immagine.

L'uomo Fashion

Il fattore rigenerante di Lobo non ha eguali

Ma un momento andiamo con ordine: Deathstroke vs Lobo? Ma dove? Ma quando? E sopratutto come? Visto che parliamo di un characters capace di far sanguinare persino Superman, nonchè uno con un fattore rigenerante che fa impallidire quello do Wolverine? che speranze avrebbe Deathstroke anche con tutti i suoi impianti di sopravvivere ad un round con Lobo?
poi mi sono chiesto come mai non ne sapessi nulla, ed ho cercato le risposte: Liefeld, ecco perchè non ne sapevo nulla di questo bea-Team-up e sia tanto campato in aria.
Non sto li a dirvi come mi sono rimediato la lettura di questo incontro, tutti hanno un amico nerd che compra tutto, vi basti sapere che Liefeld e peggiorato col tempo e gli ultimi giorni dell' Uomo così come lo ricordiamo esigevano un autore migliore.
L'uomo Fashion
Comunque tanto per dare un minimo di background al tutto, uno sconclusionato Lobo, scritto e disegnato da Liefeld arriva sulla terra, per commettere distruggere il pianeta. Le cause le lascio nascoste nell'atroce metrica e l'incomprensibile slang della serie, tanto si tratta di Liefeld non Morrison, quindi non è che dovete pensare che vi stia privando di chissà quale perla della nona arte (P.S. Deatstroke è stata una delle prime serie delle 52 a chiudere i battenti, chissà come mai, strano).
Fatto sta che i suoi piani vengono sventati dal mercenario Deathstrike, aiutato da una new entry Sorella Zealot,  la ninja dei Wildcats di Jim Lee, originariamente della Image, finita poi dopo vare peripezie editoriali barra legali barra commerciali, nel DC Universe.
Ma ce frega poco. Vi dico solo che sta miniserie di Liefeld su Deathstrike fa schifo, se qualcuno di vi ci ha speso dei soldi, vi consiglio abbindantemente di farvi vedere. Ma da uno bravo.
Quello che ci preme in questa sede è il nuovo Lobo, questo emo-fricchettone che snatura tutto quello che è stato the Main Man da quando Giffen/Grant/Bisley.
Quindi teniamo presente che alla fine di quei numeri di Deathstrike Lobo, è sulla Terra, ok?
L'uomo Fashion
Torniamo a noi: Outerspace DC, sul pianeta, facciamo la conoscenza di un bellimbusto dalla pelle chiara e ciuffo alla Little Tony (pace all' anima sua) che decapita un  Tenore sulla cui testa pendeva una taglia.
Riscosso il pagamento queso nuovo Uomo, è assunto per un nuovo compito
Il guaio è che ogni didascalia di questo Justice League 23.2 -Lobo- lascia intendere che la DC per ragioni incomprensibili abbia reboottato anche il nostro adoratissimo Main Man.
Voi non sapete nulla di me. Voi non mi conoscete.
Quello che si mette giù in queste 20 pagine o poco più è un inquietante dubbio che il reboot abbia mietuto un' altra illustre vittima.
Il nuovo Lobo, afferma che quello che abbiamo amato è un impostore,che ha abusato della sua faccia e del suo nome.
Una tuta aderente hi-tech, astronave figa, un look ricercato e movenze fredde, ecco cosa è il nuovo Lobo, addio alla barba incolta, le maniere rudi e misogine, via i capelli lunghi, il choppers spaziale, il look da metallaro, i delfini ed il cane. La catena avvolta all'avanbraccio e l'uncinoincrostato del sangue delle sue vittime. Niente di tutto questo, il characters presentato da Marguerite Bennet, non è privo di un suo fascino, ma non è Lobo, non è il sangionario tamarro a cui ci hanno abituato Giffen e Grant, o se volete Bisley e Semeiks. Questo nuovo characters ci può stare come una nuovo arrivo in casa DC, ma non può sperare di sostituire Lobo.
In sè l'albo non è malvagio, anzi è scorrevole e la Bennet ci sa anche fare, il duo Oliver & Richards danno alle tavole un taglio così Fionesco che non dispiace affatto, si scimmiotta molto la vincitrice dell' Eisner, Fiona Staples, ed il risultato non è per nulla riprovevole, tutt'altro direi che i disegni sono la parte migliore di questo numerodella JL.
Che ovviamente si conclude con l' annuncio di una sanguinosa resa dei conti.
L'uomo Fashion
Il Lobo Fashion confiessa ai lettori di essere da sempre alla ricerca dell'impostore che abusa del suo nome, e che presto metterà fine alla sua vita...sulla terra.
Ecco qua, non ci resta che continuare a sperare che sia tutto un immenso trollaggio della casa editrice verso i suoi lettori.
D'altronde il Lobo che conosciamo noi, nato dalla collaborazione di Grant/Giffen/Bisley era di fatto l'ultimo Czarniano, l'ultimo della sua specie, che lui stesso aveva sterminato, creando in laboratorio una zanzarona letale geneticamente modificata. In quelle pagine esilaranti avevamo conosciuto per breve l'ultima sopravvissuta all'olocausto, la maestra d'elementari di Lobo, la Tribb, che aveva documentato nella sua Biografia non autorizzata tutto quello che c'era da sapere su questo adorabile bastardo, ed ora?
Ora è tutto cancellato?
No vi prego!
L'uomo Fashion
Non ci resta che confidare in un colpo di scena, magar qualche trucco nella sceneggiatura, che faccia leva sulle molte qualità dell' uomo, tipo quella che gli donava la capacità di clonarsi all'inifinito, come visto in una storia di L.e.g.i.o.n.
Non ci resta che sperare, che sia tutto un grossissimo scherzo, perchè ok va bene rebottare ogni tanto, ma ci sono cose che non dovrebbero mai cambiare, nella vista tutti abbiamo bisogno di una costante, Desmond hume insegna.
Lobo erauna di quelle.
Cazzo.
L'uomo Fashion
Baci ai pupi.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog