Magazine

La bellezza del somaro

Creato il 14 gennaio 2011 da Frankezze

[Recensione con ritornello]

La bellezza del somaro

E questo è uno di quei film con i personaggi che già all’inizio sono molto molto nervosi che tu capisci subito che si arriverà a un punto che grideranno tutti insieme non si capirà niente e infatti a un certo punto gridano tutti insieme non si capisce niente.

Poi c’è una casa in campagna e la campagna è quella della Toscana che è proprio quella che ti aspetti di vedere in un film con una casa nella campagna della Toscana e c’è un prato che si interrompe all’improvviso e comincia la terra ma non si vede un trattore un contadino che mi sembra che quando compare la Toscana in certi film la terra non sembra terra e non si vede mai un trattore un contadino eppure insomma, quelle cose lì, esistono.

Poi però c’è Jannacci che è perfetto ha una voce meravigliosa e per quanto mi riguarda Jannacci può dire qualsiasi cosa, in qualunque film, che la dice bene sempre.

E questo è anche uno di quei film dove ci sono adulti che hanno tipo cinquant’anni che sono insoddisfatti e fanno il punto sulla loro età sulla loro generazione e su quella dei figli e insomma è uno di quei film lì, e a me sembra che resti sempre fuori qualcuno da questi discorsi sulle generazioni che insomma può capitare che qualcuno non si riconosca in una cosa come una generazione, che già è difficile riconoscersi in se stessi, mi viene da dire, figurarsi in una generazione e magari, ecco,  quel qualcuno vede il film, si sente escluso, è una cosa che può risultare anche spiacevole.

Poi però c’è Jannacci che è perfetto ha una voce meravigliosa  e per quanto mi riguarda Jannacci può dire qualsiasi cosa, in qualunque film, che la dice bene sempre.

E a un certo punto, nel giardino di questa casa in campagna, nella Toscana che è proprio quella che ti aspetti di vedere, gli uomini, che hanno tipo cinquant’anni e vivono nella città di Roma, gli uomini dicevo, per svagarsi, giocano a cricket.

Poi però c’è Jannacci che è perfetto ha una voce meravigliosa  e per quanto mi riguarda Jannacci può dire qualsiasi cosa, in qualunque film, che la dice bene sempre. [2 volte, ad libitum, sfumando…]


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog