Magazine Asia

La bottega di Amir: un pane caldo che ci rende uguali

Da Sonianamaste
Il muezzin ha appena finito di cantare. Ha lanciato la sua preghiera nell'aria ancora gelida. Per strada non c'è ancora nessuno. Fra poco la strada davanti alla moschea si riempirà di anziane donne con le loro ceste di ortaggi. Prima del mezzogiorno staranno a destra, a riparo dal sole. Nel pomeriggio sposteranno i loro pesanti involucri dall'altra parte della strada.

La bottega di Amir: un pane caldo che ci rende uguali

Leh, Jama Masjid, Luglio-Agosto 2013

Ma dietro alla moschea  la vita ancora non parte con il suo ritto quotidiano. Ancora con la kurta della notte e le ciabatte di gomma ci si può incamminare verso la bottega del chapati. Caldi, grandi e soffici pani. Un pasto semplice che condivido con i miei amici indiani. Fa ancora freddo, l'altitudine si fa sentire con la sua aria pungente. Quando il sole avrà superato il secondo minareto diventerà impossibile puntare gli occhi verso il cielo, la luce sarà troppo potente.
Ma per adesso si sta bene. Il muezzin ha appena cantato e il forno tandoori è già al lavoro.
Religioni diverse e storie diverse. Io, Rumin, Nadir, Doma e Raman. Ogni mattina davanti alla stessa bottega con gli stessi occhi sgualciti dal sonno. Uno sguardo e qualche parola di saluto
नमस्कार! आप कैसे हैं? धन्यवाद! आप बहुत दयालु हैं!

La bottega di Amir: un pane caldo che ci rende uguali

La bottega di Amir, Leh, Luglio-Agosto 2013

I pani caldi ci vengono avvolti in un foglio di giornale. Il sorriso che ci rivolge Amir è lo stesso. Caldo come il pane che passa da una mano all'altra.
La mattina, dopo il canto del muezzin, siamo tutti uguali. Ci si augura una buona giornata e ci si ripromette, forse mentalmente, di rispettarsi l'un con l'altro durante il seguito del giorno.
In Ladakh i musulmani sciiti sono il 13 % di una popolazione di circa 300.000 persone. La maggioranza, quasi 80%, è buddhista. L'8% è hinduista.
Su una stessa strada, quasi l'uno di fronte all'altro, ci sono le sedi dei partiti politici indiani che vogliono unire e separare.
Quando il sole supera il secondo minareto e la luce diveta forte davanti alla moschea c'è un po' d'ombra. I musulmani parlano tra di loro e danno le spalle ai passanti.  I buddhisti svoltano a destra ed entrano al tempio. Gli hindu restano nelle loro botteghe. Non ci si parla. Per il momento. Forse domani, quando il muezzin avrà terminare di cantare l'immenso amore di Dio. Forse domani, davanti alla bottega del chapati, dietro alla moschea.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La fontanella

    fontanella

    Domenica 28 Aprile 2013 14:35 Scritto da Giuliana Pauri (nonna Giuly) La fontanella sobbalzò non tanto per la voce tonante dell'oratore e nemmeno per il... Leggere il seguito

    Da  Fiaba
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • la grandine

    grandine

    Soffiava un vento freddo, stamani, che muoveva le chiome degli alberi e faceva cantare le foglie. Il cielo si è coperto presto, di nuvole scure, a temporale. Leggere il seguito

    Da  Aureliocupelli
    VIAGGI
  • La carnia

    carnia

    L’ESTREMO GIOIELLO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Valle del But, Val Degano, Val Lumiei, Val Tagliamento, Val Pesarina, Val Chiarsò, Valcalda "La Carnia (Cjargn... Leggere il seguito

    Da  Escursionando
    CONSIGLI UTILI, VIAGGI
  • La carnia

    carnia

    (CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRLA) GIOGO VERANIS PASSO BUON PASTORE MT.2011 LA CARNIA L’ESTREMO GIOIELLO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Valle del But, Val Degano... Leggere il seguito

    Da  Escursionando
    CONSIGLI UTILI, VIAGGI
  • Amir Tag Elsir a Roma per presentare “Il cacciatore di larve”

    Amir Elsir Roma presentare cacciatore larve”

    Mi piace molto la foto di copertina, che ritrae un caffè, luogo spesso ricorrente nel romanzoLo scrittore sudanese, autore del romanzo Il cacciatore di larve,... Leggere il seguito

    Da  Chiarac
    CULTURA, EVENTI, LIBRI
  • LA RELIGIOSA (La religieuse)

    RELIGIOSA religieuse)

    Suzanne e quella colpa da espiareAdattamento del romanzo di Diderot, La religiosa rimane eccessivamente aggrappato a un’illustrazione settecentesca pulita e... Leggere il seguito

    Da  Ussy77
    CINEMA, CULTURA
  • La caga

    caga

    Condividi La casa (USA 2013) Titolo originale: Evil Dead Regia: Fede Alvarez Sceneggiatura: Fede Alvarez, Rodo Sayagues Ispirato a: La casa di Sam Raimi Cast:... Leggere il seguito

    Da  Cannibal Kid
    CULTURA

Magazines