Magazine Diario personale

La cena

Creato il 06 luglio 2012 da Povna @povna

Dopo la pausa della settimana scorsa, per seguire la sua Onda maturanda minuto per minuto, la ‘povna ritorna volentieri alle buone abitudini, e ricomincia a leggere. Per questa settimana, propone il romanzo, singolare e abile, di un autore olandese che l’ha colpita molto. E, con questa recensione, si accoda contenta alla carovana del venerdì del libro.

Gruppo di famiglia in un interno (un ristorante) a discutere di questioni private. Nel mezzo un’Olanda liberal che il lettore fatica a riconoscere, e una trama che, piano piano, si dipana. Flashback e piani temporali diversi, abilmente mescolati nella struttura (scandita dai ritmi delle diverse portate) della narrazione. Un romanzo crudo e singolare, sulle colpe dei padri che ricadono sui figli, ma forse anche no (o forse sì, alla fine?). Sulla violenza silenziosa che cova dentro la (o si sprigiona dalla) famiglia, su libertà e responsabilità. Ma, soprattutto, un romanzo sulla potenza della narrazione inattendibile, e sulla forza dei processi di identificazione di lettura. In questo senso, il narratore omodiegetico si porta in giro il lettore in lungo e in largo, prima di sottoporlo alla prova dei fatti, implicitamente sfidandolo a prendere posizione tra estetica e morale. Nonostante qualche caduta nel dettaglio, alla fine resta il gusto di un romanzo significativo e non qualunque, con uno dei personaggi più perfettamente insopportabili tra quelli delle ultime letture contemporanee.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La condanna del sangue

    Dovrebbe parlare della seconda prova di maturità (quella Scrittura del territorio che faceva tanta paura a tutti, e invece si è rivelato – anche se... Leggere il seguito

    Da  Povna
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, SCUOLA
  • La nidiata

    Il tempo vola, poco originalmente; e la ‘povna, alle prese con il suo nuovo tempo, già si ritrova nel fine settimana. Non è un tempo semplice, va detto. Leggere il seguito

    Da  Povna
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, SCUOLA
  • La verità del serpente

    La ‘povna aveva letto questo romanzo poliziesco qualche settimana e una stagione fa, al tempo della neve e di questa iniziativa di Marsilio. Leggere il seguito

    Da  Povna
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, SCUOLA
  • “Invadiamo la Kamčatka!”

    L’altra sera, senza averlo chiesto, la ‘povna è stata aggiunta dalla Quasi Parente a un social gruppo di precari della scuola sul telematico network. Leggere il seguito

    Da  Povna
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, SCUOLA
  • La pietra di luna

    Cominciamo a sfatare una leggenda metropolitana dell’italica critica. La pietra di luna è il primo romanzo poliziesco British; proprio per questo, La pietra di... Leggere il seguito

    Da  Povna
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, SCUOLA
  • La terra trema

    Nella città della ‘povna – così come in molte altre della lunga penisola – la terra ha tremato alle nove di mattina e spiccioli. E lei si è vista il muro... Leggere il seguito

    Da  Povna
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, SCUOLA
  • La libreria dei nuovi inizi

    La ‘povna, ancora presa dalla vacanza, pensava di rinunciare al venerdì del libro fino alla seconda di settembre (perché oggi se ne sta ancora al... Leggere il seguito

    Da  Povna
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, SCUOLA