Magazine Bambini

La colazione con la crema di Budwig

Da Modenabimbi

 La colazione con la crema di Budwig

Ormai conosciamo l’influenza che il cibo ha sul nostro stato di salute, ma se intendiamo la salute a tutto tondo, troppo spesso sottovalutiamo gli effetti dell’alimentazione sulla nostra mente, sul nostro comportamento e sulle nostre emozioni che pure sono così influenzate da ciò di cui ci nutriamo.

Gli alimenti hanno proprietà differenti e influenzano tutto il nostro essere a seconda che siano crudi o cotti, naturali o elaborati, che provengano dal regno vegetale o animale, che siano biologici o trattati (bistrattati) con pesticidi ed altri veleni, che siano prodotti nel rispetto dei diritti umani o da multinazionali senza scrupoli.

Le proprietà degli alimenti e gli effetti che hanno sul nostro organismo e sul nostro essere dipendono anche dall’attenzione e dalla cura con cui prepariamo e ingeriamo i cibi stessi.

Suggeriamo oggi una colazione speciale, energetica, sanissima, adatta a tutti, compresi bambini, anziani e persone con problemi di salute. E’ adatta alle donne in gravidanza e in allattamento. Una colazione che richiede qualche minuto di preparazione e restituisce anni di benessere.

Questa crema studiata sapientemente dalla dottoressa Kousmine si chiama Crema Budwig (dal nome della dottoressa tedesca che originariamente l’ha ideata), viene preparata con alimenti in prevalenza crudi, vitali, naturali e freschi. L’insieme degli alimenti che la compongono generano un perfetto rapporto tra la quantità di vitamine, oligo-elementi e calorie. Per le sue proprietà è un’ottima colazione che possiamo utilizzare spesso durante la settimana. Il consumo costante della crema Budwig rinforza il sistema immunitario, il sistema nervoso, favorisce la concentrazione e l’attenzione, sostiene e migliora il funzionamento di tutto l’organismo.

Ingredienti per una porzione:

In una tazza amalgamate

4 cucchiai medi di yogurt naturale bio o biodinamico (leggete sull’etichetta che non sia presente zucchero aggiunto);
2 cucchiaini di olio di lino spremuto a freddo;
succo di mezzo limone;
una banana ben matura tagliata a pezzetti o 1 cucchiaino di miele;
uno o due cucchiaini di semi oleosi, (a scelta lino, girasole, sesamo, mandorle, noci, ecc.), che triturerete, macinerete con il macina caffè o con il macina cerali casalingo, oppure interi;
2 cucchiaini di cereali ( a scelta tra avena, orzo mondo, riso integrale, grano saraceno, miglio) macinati crudi, (meglio se appena macinati). In alternativa potrete utilizzare fiocchi di cerali.

A scelta diverse qualità di frutta secca.

Durante la preparazione occorre amalgamare bene l’olio di lino con lo yogurt per renderlo facilmente assimilabile.

Potrete sostituire la banana variando con i tipi di frutta fresca scegliendo frutta di stagione, biologica.

A cura di Maria Chiara Purcaro

Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono né da prescrizione né da consiglio medico.

La rubrica Cucina e Nutrizione è curata da:

Cristiana Ricciulli, medico chirurgo, esercita in qualità di Nutrizionista. E’ docente nei corsi di Cucina e Nutrizione del Progetto Cucina della Salute

Maria Chiara Purcaro, educatrice perinatale, doula, conduttrice di gruppi a mediazione corporea. Fondatrice di Spazio Nascita, oggi Circolo Primo Respiro, è impegnata dal 1999 nel sostegno all’allattamento materno e nella promozione del divezzamento secondo natura. Responsabile del progetto Cucina della Salute in collaborazione con Scuola di Cucina Girasole, conduce i corsi divezzamento, cucina vegetariana per famiglie, bambini e ragazzi. Contatti: [email protected] 340.7692689

.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La forfora

    forfora

    Anche questo noioso, sgradevolissimo disturbo ha sempre una causa organica, che soltanto il medico potrà accertare (a volte è il cattivo funzionamento del fegat... Leggere il seguito

    Da  Lory663
    CUCINA, RICETTE
  • La tardura!

    tardura!

    AH! Un piatto tipico stavolta!!!Non è da me...ma comunque l'ho rispolverata come ricostituente per il mio bimbo malato.Perchè è sostanziosa, calda e sfiziosa. Leggere il seguito

    Da  Milvietta
    CUCINA, RICETTE
  • Crema Budwig: benessere ed energia a colazione

    Crema Budwig: benessere energia colazione

    La relazione tra alimentazione e salute psicofisica è molto stretta. La crema Budwig può essere definita come la colazione ideale perché procura un ottimo... Leggere il seguito

    Da  Oryblog
    CUCINA, VIAGGI
  • La linfa

    linfa

    "S'apre una strada. Il viale attraversa un quadro di boschi e fogliame È un cammino sterrato di terra bianca e sabbiosa e si allunga, con propaggini di leggera... Leggere il seguito

    Da  Gabrita
    CUCINA, RICETTE
  • La Mesciua

    Mesciua

    Dopo la minestra di bianchetti non potevo non parlarvi di quest’altro classico della cucina ligure e più precisamente dello spezzino; si tratta di una... Leggere il seguito

    Da  Damgas
    CUCINA, RICETTE
  • La Mirepoix

    Mirepoix

    è il termine utilizzato in cucina per indicare la classica dadolata di verdure. Questo taglio è generalmente usata per sedano, carota e cipolla quando vengono... Leggere il seguito

    Da  Damgas
    CUCINA, RICETTE
  • La Giardiniera

    Giardiniera

    , comunemente chiamata col termine “verdure sott’ aceto” , viene comunemente acquistata al supermercato ed almeno tutti ne anno un vaso in dispensa. Leggere il seguito

    Da  Damgas
    CUCINA, RICETTE