Magazine Società

La Compagnia dell' Anello - 10 anni dopo

Creato il 24 gennaio 2012 da Wanderer @Inneres_Auge
La Compagnia dell' Anello - 10 anni dopo
Tutti quelli che mi leggono da prima che approdassi su blogger (ma anche chi è andato a spulciare tra i post "antichi") sanno della mia passione per un autore del genere fantasy: Tolkien. All'inizio infatti non facevo altro che postare brani della trilogia, e uno di questi sta ancora tra i 10 post più letti, oltre che di altre opere del genio inglese. Tuttavia quando andai a vedere il film, il primo che uscì proprio a gennaio nel 2002, non sapevo nulla dell'opera letteraria né tanto meno dell'autore. Facevo la terza media e ci portò proprio la scuola al cinema.  Alla fine rimasi sinceramente impressionato e pensai che quello fosse il più bel film che avessi mai visto. Sei anni dopo in occasione di un ricovero in ospedale ebbi il tempo per leggere il libro e la mia opinione del film cambiò molto, come accade quasi sempre del resto. Nel film tanto per fare degli esempi, non c'è il minimo accenno agli Spettri dei Tumulilande (a cui Tolkien dedicò un capitolo di un centinaio di pagine), la parte nel villaggio degli hobbit è molto corta e c'è una grande inesattezza: la morte di Boromir (che nel libro muore all'inizio de "Le Due Torri"). Inoltre viene liquidato comodamente il soggiorno a Gran Burrone dove si forma la compagnia.
Vero è che se Jackson avesse preso in considerazione tutto, il film sarebbe durato 4 o 5 ore. Vero anche che ci sono degli effetti speciali pazzeschi che ti fanno scordare un sacco di cose.  Una delle cose che mi colpì del film fu la colonna sonora; tant'è vero che ricordo la difficoltà che ebbi nel descriverla, quando al ritorno a scuola il professore di musica ci disse "scrivete con più aggettivi possibili quello che vi viene in mente a proposito della colonna sonora". Io scrissi solo "rocambolesca" ma anche a distanza di dieci anni penso che non saprei trovare altri aggettivi. Ero rapito da quel film e soprattutto da quella storia che, come ho lasciato intendere, ho scoperto essere ancora più coinvolgente nella versione originale; del resto se è stato considerato il libro del XX secolo qualche motivo doveva esserci. Come non c'è dubbio del fatto che quel film ha rivoluzionato tutta la cinematografia (e Peter Jackson è diventato ricco sfondato).
Se volete sapere che fine hanno fatto gli attorihttp://iofuoridalcoro.blogspot.com/feeds/posts/default?alt=rss

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine