Magazine Salute e Benessere

La famiglia Bélier: la LIS au cinemà

Creato il 03 aprile 2015 da 19stefano55

Non pensavo che la LIS mi avrebbe fatto cambiare le abitudini  familiari che ormai si sono come dire “ossidate”. Insomma è stata un potente “Svitol” che ha oleato i vecchi ingranaggi.

Qualche giorno fa mia moglie mi ha detto “In tv hanno promosso un film su una famiglia di sordi”,sarebbe carino andarci!

Non ne sapevo niente e si che non faccio altro (forse per compensare la mia classifica a scuola) che cercare iniziative pro Lis nei vari angoli d’Italia.

Io non ricordo quanto tempo sia trascorso dall’ultima volta che andai al cinema con mia moglie (i fratelli Lumière li incontrammo au restaurant) a lei non interessa e poi costa. Mio figlio mi ha detto  che siamo stati al cinema con lui  quasi 13 anni fà quando abitavamo…

Oddio 13 anni fa e certo lui era bambino e andare al cinema con la famiglia per un ragazzino è qualcosa che rimane scolpito nella mente (io con la memoria che ho annaspo miseramente).

Pertanto ho preso la palla al balzo (anche perchè aveva già cambiato idea) e con l’occasione della promozione in atto, siamo andati a vedere il film francese, genere commedia, la “Famiglia Bélier” appena uscito nelle sale italiane.

Mia moglie mi diceva ” si comprenderà il film se poi parlano con la Lis?” , a me sembrava strano che producessero un film per tutti con la Lis, ma per tranquillizzarla le ho risposto che avrei tradotto (sic!)

Ho percepito la durata interminabile della pubblicità pre-film (30 minuti) e qui notavo la differenza fra i cineamatori che non stavano zitti un minuto e noi che guardavamo lo schermo (compreso la vendita dei salumi) con silenzio reverenziale.

Il film è simpatico, leggero, a tratti anche divertente e per i più sensibili esce pure la lacrimuccia.

Sicuramente in Italia non poteva essere girato, sarebbe stato drammatico, con scene di eros, qui invece è tutto un pò caricaturale, specialmente le figure dei genitori sordi.

Ma un po’ di Lis c’è e siccome il francese ha qualche parentela con l’italiano qualche segno mi è stato comprensibile! WOW!!!

Sicuramente è una buona promozione per la LIS anche se il mondo dei sordi l’ha solo parzialmente apprezzato, dicendo che dovevano impiegare  attori sordi nei ruoli più importanti perchè ce ne sono di bravi in giro.

Che dire la recitazione della protagonista è ottima e miscelare nel film attori sordi e udenti credo sia stato un buon  ponte di collaborazione che dovremmo auspicare tutti.

Andatelo a vedere, è utile e qualche risata non mancherà!

BUONA PASQUA!



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog