Magazine Cucina

La gattorta di Gelsomina

Da Jessiericetta
La gattorta di Gelsomina Lo so: oramai aggiorno il blog ogni beatificazione di papa.
Me ne scuso ancora una volta. E' che di tempo proprio non ne ho. E quel poco tempo libero che resta dopo il lavoro e impegni vari, lo dedico alla mia famigliola. Sapete com'è, un masculo bipede e una femminella quattrozampe han le loro esigenze, e mi pare doveroso sopperirvi.
Però oggi cinque minuti me li prendo e condivido un evento assai importante per la succitata famigliola. Ieri la gatta Gelsomina ha compiuto un anno. La data l'abbiamo scelta per convenzione: Minarella la abbiamo trovata in strada lo scorso 8 luglio e il veterinario ci ha detto che l'allora cucciolina aveva due mesi. Pertanto, abbiamo fissato il suo compleanno all'8 maggio.
Una festa grande, che abbiamo condiviso gioiosamente con i nostri amici gattari.
La torta che vedete è molto semplice e lesta a farsi, con pasta sfoglia già pronta e crema chantilly: il procedimento lo trovate qui, e si presta ovviamente a infinite variazioni. Nel caso specifico, mi sono divertita con confettini e decorazioni di zucchero, e il musino micioso l'ho fatto con la nutella e della gelatina rosa impiegando una comune siringa per dolci con bocchetta liscia di piccole dimensioni: una comoda soluzione nel caso non si riesca a trovare la famosa matita del pasticcere.
Alcuni mi faranno gli occhiacci perché ho fatto una torta per festeggiare il compleanno di "una bestia". Io dal canto mio so, come sa chiunque ne abbia in casa una, che i quattrozampe sono parte della famiglia a pieno diritto, e diventano come dei figli. Gelsomina da quando è arrivata ha reso la mia vita più bella, e festeggiare il suo compleanno è solo un piccolo modo per dirle grazie di tutto quello che mi ha donato e mi dona ogni giorno.
E grazie a Giulia, Paolo, Marco, Cionzo e al leggendario Dottor P (il quale ha partecipato nonostante con i gatti vada non proprio d'accordo) per aver condiviso la festa, e per i bellissimi regali che hanno fatto alla nostra amata "mina vagante", e ai suoi genitori.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Sorgente

    Sorgente

    Il sonno che aleggia su gli occhi del bambino, sa qualcuno di dove viene? Si, è una cosa indefinita che ha la sua dimora nel villaggio delle fate, all’ombra... Leggere il seguito

    Da  Radha
    CUCINA, SALUTE E BENESSERE, VEGETARIANA
  • La fiducetta

    fiducetta

    di Piero Tieni 1. La battaglia campale, mortale e finale tra B. e Fini è stata vinta da B. Diciamo che era più dotato di "mezzi di distribuzione di massa". 2. Leggere il seguito

    Da  Pierotieni
    SOCIETÀ
  • La democrazia?

    democrazia?

    Non è questa merda qui. E la cosa che sfugge è che facendo così, passa la voglia pure di mandare a casa il nano. Perchè piuttosto che mandare al posto suo... Leggere il seguito

    Da  Eldacar
    TECNOLOGIA, VIDEOGIOCHI
  • Fa-la-la-la-la la-la-la-la!!!

    Fa-la-la-la-la la-la-la-la!!!

    Questa mattina Seavessi ha aperto un occhio, era ancora buio. Ha aperto anche l’altro, ha sbirciato fuori dal finestrone ancora senza tende della camera da... Leggere il seguito

    Da  Seavessi
    MATERNITÀ, PER LEI
  • La neve....

    neve....

    immagine JoleSulParto La terza neve Guardavamo dalle finestre, là dove i tigli si stagliavano neri nella profondità del cortile. sospirammo - ancora, la neve no... Leggere il seguito

    Da  Jolesulprato
    HOBBY, MATERNITÀ, PER LEI
  • La befana !!

    befana

    sabby La befana va di notte nel suo letto tutto rotto con le calze e la sottana, il cappello alla romana, viva viva la befana!!! Inutile fare la femme fatale,... Leggere il seguito

    Da  Sabby
    PER LEI
  • La locanda

    locanda

    L’essere umano è una locanda,ogni mattina arriva qualcuno di nuovo.Una gioia, una depressione, una meschinità,qualche momento di consapevolezzaarriva di tanto i... Leggere il seguito

    Da  Nicoletta
    LIFESTYLE

Magazine