Magazine Attualità

La Grecia si riscopre xenofoba

Creato il 25 ottobre 2012 da Andcontr @andcontr

La situazione greca non era mai stata così critica negli ultimi anni. Il predominio quasi assoluto degli estremismi in parlamento ha portato ad una divisione sociale ai massimi livelli, ponendo in serio pericolo i diritti civili.

La Grecia si riscopre xenofoba
Episodi di ricordo nazi-fascista avvengono quasi quotidianamente nel parlamento ateniese, patria delle libertà. Tutto era iniziato con un emendamento per istituire dei campi lavoro per gli immigrati. IN realtà le associazioni umanitarie hanno durante denunciato l’irregolarità di questi campi, completamente avulsi a rispettare le libertà fondamentali.

Un episodio ancor più rilevante è avvenuto giovedì scorso , dove ha visto la moglie del leader di Alba Dorata, Eleni Zaroulia, che durante una seduta del parlamento ha definito gli immigrati una sottospecie umana e portatrice di ogni male. Immediata la richiesta di scuse da parte di un parlamentare che ha sottolineato che la stessa Zaroulia faccia parte della commissione europea sulla non discriminazione.

Emblematico i doppio ruolo della lady nazi che mette in risalto come la componente neo nazista in grecia sia diventata davvero di questo orientamento, come recita un recente sondaggio che da Alba Dorata come secondo partito in crescita al 25%. Soprattutto contando che il 35% è dell’estrema sinistra.

La Grecia si riscopre xenofoba

I partiti della coalizione di governo, anche a causa dei tagli imposti dalla Troika si trova in continua perdita, con continue sommosse ad Atene e nelle città vicine.

Problematica soprattutto la presenza di raid razzisti contro gli immigrati.
È infatti notizia fresca di stampa che mercoledì scorso il parlamento greco ha votato con una maggioranza schiacciante la revoca dell’immunità al parlamentare greco Costas Barbarousis dopo la sua condanna dovuta ad un raid razzista avvenuto in un mercato a Mesolongi, dove alcuni immigrati furono duramente percossi e feriti.
Le ong greche, come ad esempio il Consiglio greco dei rifugiati, denunciano non solo gli atti di chiaro stampo razzista in tutta la Grecia ma soprattutto l’indifferenza della politica greca a questa problematica. Un silenzio che pesa sulle coscienze dei greci, che però non vedono che un problema negli immigrati. Infatti la situazione greca sarebbe talmente grave che gli immigrati vengono additati a “peso della società” anche dai partiti che un tempo gli difendevano, socialisti in primis.

La Grecia si riscopre xenofoba

Inoltre le formazioni della polizia greca nelle ultime elezioni hanno votato in massa per Alba Dorata, come risulta da un inchiesta del giornale greco To Vima.

Un predominio, quello degli ultranazionalisti, sempre più ampio in Grecia, le cui possibili conseguenze unite con la crisi economica potrebbero portare al collasso l’intero sistema greco.

foto da Deutsche Welle e ekathimerini.com



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :