Magazine Hobby

La lettura

Da Mcc
Il rapporto di GioCoLanDia con la lettura credo ormai sia bene chiaro: con il nostro appuntamento al Venerdì del libro, abbiamo chiarito la nostra posizione.
Ma perchè leggere è così importante?
La lettura ha risvolti importanti per lo sviluppo del bambino sia sul piano relazionale-emotivo che su quelli cognitivo, linguistico, sociale e culturale.
Emotivo-relazionale perchè nell’esperienza condivisa della lettura con l'adulto (o con i pari) i due attori entrano in sintonia reciproca in una comunicazione autentica e piacevole.Diventano complici.La storia suscita nel bambino emozioni e sensazioni intime che può decidere di condividere con l'adulto (o con i pari) alimentando lo scambio e l'intesa.
La lettura è inevitabilmente conoscenza (del sè, dell'altro e dell'ambiente circostante): ecco perchè parliamo di valenza sul piano cognitivo.
Sviluppa la fantasia, la creatività e alimenta la curiosità. Ne trova giovamento anxhe la memoria e le sue potenzialità logiche e astrattive.
Anche il linguaggio viene arricchito e di conseguenza anche il vocabolario e la capacità espressiva del bambino migliorano. Dati statistici dimostrano che i bambini abituati alla lettura operata dalla famiglia in età prescolare, presentano migliore rendimento scolastico, inserimento sociale, capacità problem-solving.
La lettura diventa poi trasmissione di valori, usi e costumi comunemente condivisi.
Ci sono bambini che amano in modo innato la lettura, altri che invece necessitano una educazione alla lettura, di essere invogliati e guidati.
Ecco come scegliere i libri giusti in funzione dell'età del bambino.In questo modo possiamo invogliarli proponendo letture adeguate.
- Per i bambini molto piccoli, che sono catturati e affascinati dalsuono, dal ritmo e dalla melodia, occorrerà puntare su ninne nanne, canzoncine, filastrocche.
- I bambini dai 6 ai 12 mesi prediligono invece un approccio più corporeo alla letura. Ecco perchè sarà opportuno proporre libri da manipolare come giocattoli, dai materiali diversi adatti all'esplorazione tattile, orale e visiva.
- Dai 12 ai 24 mesi a catturare l'attenzione del bambino è soprattutto l'illustrazione e i suoi colori.Sceglieremo dunque storie semplici accompagnate da bei disegni esplicativi.
- Il bambino dai 2 ai 3 anni sarà stregato dal magico mondo della scrittura e risulterà affascinato dai segni e dal singificato che questi assumono. Saranno adatti libri che soddisfino la loro curiosità e che abbiano attinenza con il quotidiano (ad esempio su come usare il vasino, o come mangiare da solo)
- Dai 3 ai 6 anni si assiste alla vera e propria scelta stilistica del bambino: comincia a scegliere il suo personaggio preferito e desidera conoscere il suo comportamento nelle varie e diversificate avventure che lo aspettano.
- A partire dai 6 anni, sarà capace di leggere in autonomia anche se la lettura con l'adulto manterrà il suo fascino insostituibile. Questa è la fase del fare, delle avventur e dei misteri. Da qui si svilupperà il suo amore per la lettura tanto da spingerlo ad accostarsi anche alla lettura di riviste per ragazzi così come a un quotidiano.
Se fino ai 6 anni siamo riusciti a tener vivo e alimentare l'interesse per la lettura, difficilmente i nostri bambini si allontaneranno da essa.
Con questo non voglio certo dire che il nostro compito si è esaurito, perchè la voglia di lettura subirà gli alti e bassi tipici di ciascuna fase di vita, sia che si sia bambini sia che si sia adulti, e noi dobbiamo essere sempre pronti a rispondere in maniera creativa: trovando il libro giusto al momento giusto.
La lettura però non deve essere un obbligo ma un piacere, ovvio che se noi siamo capaci di renderlo tale il nostro compito è più che assolto!
Buona lettura e buona giornata.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La domenica allo stadio...

    domenica allo stadio...

    Domenica pomeriggio allo stadio... c'è chi giocava... ...e chi seguiva dai spalti. *Per il meraviglioso cappello gatto grazie di ♥ a... Leggere il seguito

    Da  Jolesulprato
    HOBBY, MATERNITÀ, PER LEI
  • Freud la sapeva lunga

    Biancaneve è in auto con il Piccolo Orco e Cappuccetto Rosso, tornando dall'asilo a casa."Non voglio andare a casa, voglio andare al parco! Leggere il seguito

    Da  Biancaneve21
    MATERNITÀ, PER LEI
  • La campana

    campana

    Abbiamo provato a giocare alla campana al parco il mese scorso.I bimbi non sono ancora in grado di capire lo scopo... Indubbiamente si sono divertiti molto:... Leggere il seguito

    Da  Contofinoa3
    MATERNITÀ, PER LEI
  • Hai voluto la bicicletta...

    voluto bicicletta...

    foto Loretta Campomaggi Finalmente vi mostro le nostre bici; in realtà le avrei volute al completo, ossia con la sottoscritta in sella ma non lamentiamoci... Leggere il seguito

    Da  Contofinoa3
    MATERNITÀ, PER LEI
  • La Televisione: cattiva maestra?

    Televisione: cattiva maestra?

    Bambini e TVIl bambino da chi impara a parlare? abbiamo discusso delle fonti per l’apprendimento linguistico dei bambini, citando anche la Televisione. Leggere il seguito

    Da  Jessi
    MATERNITÀ, PER LEI
  • La nonna

    Stamattina mentre coccolavo un po' Cigolino dopo il vaccino (é stato bravissimo!!), nella sala d'attesa dell'Asl entra una signora tutta trullante con la sua... Leggere il seguito

    Da  Wising
    MATERNITÀ, PER LEI
  • L'unione fa la forza.

    L'unione forza.

    Con buona pace della simpatica coccinella. R.I.P.Il muro di cinta della Centrale del latte conta quattro colonie diverse di formiche di varie dimensioni, dai 2... Leggere il seguito

    Da  Mafalda1980
    MATERNITÀ, PER LEI