Magazine Politica

La libertà è partecipazione

Creato il 01 febbraio 2011 da Angel

 

La libertà è partecipazione

foto:flickr

“Il presupposto del regime democratico è la libertà, tanto che si dice che solo con questo sistema politico è possibile godere della libertà che si afferma essere il fine di ogni democrazia. Una delle caratteristiche della libertà è che le stesse persone in parte siano comandate in parte comandino … Un altro dei caratteri della libertà consisterebbe nel vivere ciascuno come vuole. Da questa seconda caratteristica della democrazia deriva il rifiuto, totale o parziale, dell’ autorità, il che contribuisce alla realizzazione della libertà come uguaglianza. Su tali presupposti e princìpi si fondano le istituzioni democratiche: eleggibilità indiscriminata a tutte le cariche, la sovranità esercitata da tutti su ciascuno e da ciascuno su tutti a turno, il sorteggio come sistema per scegliere tutti i magistrati, abolizione del censo come condizione per adire alle cariche pubbliche, divieto di essere rieletti. Giudici dei tribunali possono essere tutti. Sono scelti indiscriminatamenti tra tutti e hanno giurisdizione in tutte le cause o sulle più importanti. La sovranità su ogni questione è attribuita all’ assemblea”. ( Aristotele, Politica, VI, 1317).

Ho scelto di sottoporre alla vostra attenzione, cari lettori, questo passo della Politica di Aristotele poichè l ‘ elemento che subito cattura l’ occhio è il ricorso quasi ossessivo alla parola liberta (in greco eleuteria). Per un greco di V-IV secolo a.C la libertà si riconosceva soprattutto nel rispetto e nell’ integrità delle istituzioni della polis. Ed è per questo che la parola libertà permea le istituzioni, il corpo civico fino a diventare, pensate un pò, un valore per il quale morire. Morire per il proprio paese se qualcuno attenta a quel patrimonio di idee, leggi, istituzioni ecc. Verrebbe da dire roba da altri tempi. Soprattutto se guardiamo allo squallido teatrino della politica italiana degli ultimi tempi. Il passo di Aristotele offre uno spunto molto importante: quello di difendere i valori del nostro sistema democratico. E per farlo bisogna dare inizio ad un corso politico nuovo con elezioni anticipate. Mi costa molto dirlo poichè nuove elezioni significano  inevitabilmente nuovo sperpero di denaro pubblico e soprattutto tanta incertezza nell’ elettorato che non sa con chi e dove schierarsi. Ma è l’ unica soluzione sensata in questo momento,  di fronte allo scempio compiuto da questo governo e dagli effetti di quella “rivoluzione liberale” che nel ‘ 94 portò alla ribalta Silvio Berlusconi. Un primo  passo è rompere con il ventennio berlusconiano. Le alternative si possono costruire con ferma volontà politica e ristimolando l’ elettorato a rendersi parte attiva di una nuova stagione politica. La nostra democrazia non ha a disposizione che il concetto di liberta e la possibilità di migliorarsi dal di dentro continuamente per poter ripartire al meglio. Scusate se è poco.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il paese la fuori

    Altro che federalismo municipale, nipoti di Mubarak e altro.Dal paese fuori dal Parlamento:Smog fuorilegge da 22 giorniDomenica blocco totale dalle 8 alle 18Il... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    POLITICA, SOCIETÀ
  • La conta

    conta

    Tutti i giorni così (tutti i giorni così) gli altri giocano e io no (gli altri giocano e tu no) tutti assieme siete là ed io da solo sono qui. (La conta ancora... Leggere il seguito

    Da  Pim
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • La Politica italiana oggi

    Politica italiana oggi

    In questi ultimi tempi si nota un certo distacco della gente che vota dalla politica in senso generale e in particolare dai partiti che non riescono più a... Leggere il seguito

    Da  Trinat
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Gelmini e la realtà

    Pare che a volte le leggi italiane si scontrino con la realtà. Ultimamente accade troppo spesso. Come per il numero massimo di studenti stranieri per classe... Leggere il seguito

    Da  Gianlucaaiello
    POLITICA, SOCIETÀ
  • La linea Bersani

    Qual è la linea Bersani, votata oggi dalla Direzione nazionale? Da Repubblica, Corriere e Unità si ricava: Analisi (dei massimi sistemi): La situazione è molto... Leggere il seguito

    Da  Stiven1986
    POLITICA, SOCIETÀ
  • La Russia legifera contro la Corte Europea?

    Cacceranno la Russia dall'Europa? Nella prossima settimana la Duma di Stato compirà un rivolgimento costituzionale. Subito in tre sedute Nel giugno 2011 il... Leggere il seguito

    Da  Matteo
    POLITICA, SOCIETÀ
  • La lezione dei bambini

    lezione bambini

    Ho avvertito un senso di vuoto e molta amarezza nell’apprendere la notizia di quella dirigente scolastica di un Istituto comprensivo di Catanzaro che voleva... Leggere il seguito

    Da  Domenico11
    POLITICA, SOCIETÀ