Magazine Cultura

La malinconia western di Shepard

Creato il 28 gennaio 2011 da Omar
La malinconia western di ShepardSamuel Shepard Rogers meglio noto come Sam Shepard (Fort Sheridan, 5 novembre 1943) è un commediografo e scrittore statunitense considerato dalla critica l'unico vero erede del grande teatro americano, il solo drammaturgo capace di competere con Eugene O'Neill. Con la sua straordinaria capacità di mediazione tra cultura alta e popolare, tra ricerca sperimentale e tradizione folkloristica, tra adesione ai valori americani e critica ai miti della società del consumo, ha ottenuto grandissimi successi sia come scrittore ma anche come attore (di una bellezza fulgida ed enigmatica in giovinezza, era oggettivamente magnifico in I giorni del cielo di Malick). Nei diciassette racconti contenuti in Il Grande Sogno, Shepard attinge alle medesime sorgenti che l'hanno fatto apprezzare sul (e dietro il) palcoscenico: il sesso e la nostalgia, lo struggimento per una frontiera ormai irrimediabilmente compromessa, il tragicomico divario d'incomprensione tra uomini e donne e la distanza ancora più profonda che separa gli uomini da loro stessi. Paesaggi sconfinati in cui il tonitruante rombo delle automobili si è via-via sostituito al galoppo dei cavalli. E le macchine in disuso, il relitto del benessere contemporaneo, che diventano parte della narrazione, come la vecchia Chevrolet del primo racconto. L'eco delle atmosfere del film Paris, Texas (1984), del sodale Wim Wenders, di cui Shepard non a caso ha curato la sceneggiatura, si riverbera marcato su tutto il volume. Alcune descrizioni di paesaggi naturali incantevoli richiamano frammenti di letteratura senza tempo, autori inarrivabili come Faulkner e McCarthy. Da essi il drammaturgo americano saccheggia e riformula la dimensione della wilderness, la sua bellezza e maestosità che a volte appaga, a volte finisce col sottolineare lo smarrimento esistenziale degli uomini. In Non era Proust una coppia di adulti, nella stagione estiva, contempla ogni mattina (per diciotto anni) la superficie luccicante dell’acqua di un lago nero che si trova nella regione, non meglio definita, dei Grandi Boschi del Nord. Il paesaggio assolato del racconto Il grande sogno del paradiso diventa invece cornice di una duplice delusione affettiva (il protagonista scopre che l’amico è riuscito ad acquistarsi le attenzioni della donna da entrambi desiderata).Strizzando di volta in volta l'occhio alla commedia o al dramma, alla realtà o al sogno, Shepard, come un Edward HLa malinconia western di Shepardopper della pagina scritta, appronta rapidi affreschi colmi di tristezza, cavalcando ora una cifra epica dalla resa inossidabile, ora un velo d'umorismo sottile e assolutamente privo di speranza. Nel 2005, sempre con Wenders, scriverà e impersonerà la storia di uno splendido cowboy in disarmo nel film Non bussare alla mia porta.Il Grande SognoSam Shepard (Feltrinelli)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La laurea

    laurea

    Ieri ho partecipata alla laurea di un mio nipote ed ho vissuto questo evento come se fossi in un’altra dimensione.Tutto questo periodo di lotta per salvare il... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • La neve

    neve

    Contrariamente ad una opinione alquanto diffusa, la neve non si forma semplicemente quando la temperatura scende sotto lo zero; la formazione della neve è in... Leggere il seguito

    Da  Liz1968
    CULTURA, SCUOLA
  • Anteprima "Giovani, Carine e Bugiarde" di Sara Shepard

    Anteprima "Giovani, Carine Bugiarde" Sara Shepard

    LE BUGIE HANNO GAMBE BELLISSIME Cari lettori, il 27 gennaio arriverà per Newton Compton, che davvero in questi primi mesi di 2011 ci sta proponendo incredibili... Leggere il seguito

    Da  Alessandraz
    CULTURA, LIBRI, PER LEI, ROMANZI
  • La lista

    Il quinto racconto breve: La lista. Buona lettura. Uno di fronte all’altro, separati da una larga scrivania trasparente; sul ripiano abbastanza in ordine,... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, TALENTI
  • La lettura

    lettura

    L’invito di Gloria mi ha colto proprio mentre, in questi giorni, tento di riordinare alcuni spazi delle librerie di casa. Io dico sempre che nel mio... Leggere il seguito

    Da  Sandra
    CULTURA
  • La governante

    governante

    Il giorno prima di un duello all'ultimo sangue, il signor Tapinois commette un omicio. Si stava allenando a sparare e uno di quei colpi uccide accidentalmente l... Leggere il seguito

    Da  Mirco
    CULTURA, LIBRI
  • La notizia

    notizia

    Stampando una notizia in grandi lettere, la gente pensa che sia indiscutibilmente vera. Jorge Luis BorgesPeste della patria è il giornalismo che accetta le... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA

Magazine