Magazine Talenti

La Maria Rosa e il lievito Bertolini

Da Irvi

15 dicembre. 10 giorni a Natale. Tutti scrivono su questa festa , sono alla frenetica rincorsa di regali , addobbi e mega spese per cene pantagrueliche ….E io? Io faccio più o meno come tutto il resto del mondo , non sono così diversa come amo far credere a voi tre che di tanto in tanto passate di qua .Non avevo grandi desideri per questo Natale, in più  ho democraticamente deciso di fare tutti i regali “ a mano” per risparmiare due lire e mettere a frutto i dieci anni di scuola d’arte.Arte che nel mio lavoro c’entra come i cavoli a merenda… Che devo dirvi, il clima Natalizio non lo sento proprio quest’anno ….Che sia perché a due passi da casa mia qualcuno si sente autorizzato ad ammazzare persone di colore per puro piacere ?O perché vedo povera gente che fa la fame? O perché vedo il listino prezzi dei parlamentari ( puntata de “Gli Intoccabili “ di ieri sera ) ?O ancora perché il parlamento somiglia sempre di più al mercato del pesce? O forse potrebbe essere perché per comprare la benzina dovrò vendere un rene?O magari è perché l’unico regalo che ho ottenuto è quello di dover nuovamente pagare l’ICI…..( o Emu o chiamatela come vi pare... )
Chissà….
Il Fatto è che sento poco il clima Natalizio  e rimpiango in un modo che rasenta l’ossessione i Natali di quando ero bambina e non capivo una mazza di quel che accadeva intorno a me .Quindi come  adesso ad onor del vero , non capisco una mazza di quel che succede ma ho la sfortuna di avere chi me lo spiega con i “regoli colorati” e quindi qualche concetto purtroppo viene recepito dai miei due neuroni e purtroppo mi fa inferocire… Prima stavo cercando una cosa su Internet e mi si è parata davanti questa immagine :
La Maria Rosa e il lievito Bertolini
E mi son detta : " Bada la Maria Rosa! " COME SE FOSSE UNA MIA AMICA...Poi ci ho riflettuto e lei è davvero una mia amica...  Immagino che questa massaietta sia sconosciuta ai più ma a me riporta alla mente una delle cose che nella infanzia ho maggiormente amato.
La scatola del cucito della mia nonna Margherita.
Era una scatola di latta che raffigurava appunto tutta la storia di Maria Rosa , allora testimonial del mitico Lievito Bertolini , prima dell'avvento delle modelle superfighe si usava disegnare i personaggi delle pubblicita anche se questa come sapete è un'altra storia per cui , non divaghiamo.Io avevo eletto a mio Gioco preferito la suddetta scatola di latta , ma non è che  non giocavo con il contenuto… Mi piaceva proprio leggera la filastrocca che c’era tutta intorno alla scatola! Se dovessi eleggere l’oggetto preferito della mia infanzia  questa scatola avrebbe sicuramente un posto nel podio.  Perché lo scrivo qui e perché lo scrivo oggi? Boh.. forse solo perché vedere l’immagine sopra mi ha rimesso leggermente in pace con il mondo oggi e quindi provo a vedere se fa lo stesso effetto anche a voi.. e  se magari qualcuno si ricorda della Massaia MariaRosa e della filastrocca che riporto di sotto .
n.b. per cantarla è necessario simuliate una vocetta simile a quella di una nana settenne…
Al mattino Mariarosa al
mercato se ne va.
Cose buone compra a iosa
pel pranzetto che farà:
antipasti, frutta, vini
e prodotti Bertolini !
Rincasando sul carretto
pensa al dolce la bambina:
un par d'ova... burro un etto...
latte... zucchero...farina...
ed infine, già dosato,
Bertolini,vanigliato!
Gallinella, Gallinella,
dammi un uovo! - Coccodè.
Te lo dò bambina bella,
però, dimmi, per cos'è?
- Faccio un dolce dei più fini
coi prodotti Bertolini!
Mucca bianca, mi vuoi dare
il tuo latte per la torta?
- Sì, però non lo sciupare...
- Ma che dici! Sono accorta
e non sciupo i miei quattrini:
uso buste Bertolini!
Procurato il necessario
ora impasta Mariarosa;
segue attenta il ricettario
diligente e scrupolosa.
Con ricette Bertolini
san far dolci anche i bambini!
Che fragranza! Che splendore!
Com'è soffice e gustosa!
Si farà di certo onore
con le amiche Mariarosa;
e ringrazia a cuor gioioso
Bertolini, prodigioso!

Sempre vostra e con forti tracce di nostalgia sul piatto.... 


S.


p.s. 
Tutta la mia solidarietà alla comunità senegalese per i lutti subiti a causa di quella cosa che definire essere umano mi pare eccessivo... 
Attenzione: Tutti i diritti sono riservati. All rights reserved. Tous droits réservés.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine