Magazine Fotografia

la mia foto alla Casa di Riposo

Da Aureliocupelli

Oggi ho finalmente potuto vedere la mia foto che lo scorso venerdì 21 dicembre è stata affissa nel salone della Casa di Riposo di San Miniato.
Quel giorno avevo avuto modo di seguire l'affissione della foto di Gianni, ma non la mia.
Quel giorno mi ero potuto trattenere solo per il tempo utile a prendere le misure e decidere come montare l'immagine, ma poi gli impegni di lavoro mi hanno portato altrove.
La scelta della foto è stata piuttosto veloce, indicata più dal tema che dalla qualità.
Quando l'amico Delio mi propose di partecipare, con delle immagini, mie o dei ragazzi che seguono le attività del "Bucciano", cominciai a pensare ad un progetto che avesse come fine la creazione di una situazione visiva che legasse l'interno della Casa di Riposo con l'esterno, con la città.
L'obiettivo non doveva essere un'immagine con la quale colpire il visitatore occasionale, che magari potrà ammirarla, per pochi istanti, non più di qualche rara volta, ma quanto più, un'immagine che potesse suggestionare il fruitore quotidiano.
L'ospite fisso della Casa di Riposo, l'anziano che si trova lì, magari con grosse difficoltà di movimento, a trascorrere gli ultimi anni della sua vita.
Anni in cui si trova, gradualmente, a perdere contatto con l'esterno, trascorrendo gran parte del suo tempo proprio in quel salone.
Così ecco l'idea di usare la foto di Gianni, un'immagine panoramica del Prato del Duomo, con la vista della Rocca. Una piazza ingombrata dalle macchine, con nonni e nipoti sulle panchine.
Una piazza viva, comune, consueta, con un cielo velato, e le facciate senza ombre.
Quindi una situazione mossa, condivisibile, partecipabile, e non un'immagine ingessata, senza tempo.
la mia foto alla Casa di Riposo
Io, difronte all'angolo del salone, con la parete curva verso una porta d'uscita, ho pensato alle strade del paese. Magari proprio la strada che sta fuori della porta della Casa di Riposo. Quella strada così vicina, ma ormai non solo quasi non più percorribile, ma anche ormai neppure più ammirabile.
Così ho scattato la foto proprio mentre lavoravo al progetto, un tardo mattino di novembre, con la strada lucida di una pioggia recente, il cielo ancora plumbeo, ma che cominciava a far uscire un po' di sole.
Quell'aria e quella luce che c'è prima di pranzo, quando si esce a comperare le ultime cose da cucinare.
Un'atmosfera normale, consueta, familiare.
la mia foto alla Casa di Riposo
Scendo nel salone, e vengo colpito dalla realtà dell'immagine.
Tanto che Delio mi mostra due paletti e una catenella bianca e rossa posti davanti alla parete.
L'abbiamo dovuta mettere perché gli ospiti ci andavano contro, convinti di andare in strada, di uscire.—.
la mia foto alla Casa di Riposo
Non poteva funzionare meglio, o forse troppo se ha creato illusioni...

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Verso casa...

    Verso casa...

    Passano White Christmas alla radio: odore di cinnamon roll, di caffè e di Natale. Valige di regali, alberi, luci e decorazioni sopra le porte dei gates. Tempo d... Leggere il seguito

    Da  Nataliapazzaglia
    DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO, TALENTI, VIAGGI
  • A RIPOSO. Forzato.

    RIPOSO. Forzato.

    Uscire dal primo trimestre significa ritrovare le energie e la voglia di fare, sentirsi bene nel proprio corpo, dire addio a molti dei fastidi che ti hanno... Leggere il seguito

    Da  Nina
    DIARIO PERSONALE, MATERNITÀ, TALENTI
  • Il riposo del guerriero

    riposo guerriero

    E dopo tanto lavoro il guerriero deve riposare. E lungo il Creek di Dubai l’operazione sonnellino pomeridiano è un rito che non si può smentire; il caldo è... Leggere il seguito

    Da  Vidharr
    FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • Verso casa

    Verso casa

    di Michael Morpurgo, autore di War Horse, l’avventura di un bambino e del suo amico a quattro zampeOmbra è una cagnetta addestrata a scovare le bombe e ad... Leggere il seguito

    Da  Atlantidekids
    LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI, MATERNITÀ, PER LEI, TALENTI
  • E.T...casa...

    E.T...casa...

    Vi ricordate ..E.T....quando guardava verso l'alto e diceva,sospirando."CASA..."..?Beh,succede a me ,spesso..specie adesso con il caldo che c'è..A buon... Leggere il seguito

    Da  Ferrarioretta
    TALENTI
  • Due settimane di... riposo forzato

    Questa settimana dovevo star a riposo.. ma in teoria solo questa.. invece mi ritrovo costretta a stare a stretto riposo anche la settimana prossima.. e penso... Leggere il seguito

    Da  Mammavany
    DIARIO PERSONALE, MATERNITÀ, TALENTI
  • Mi Casa

    Casa

    Ci sei andata la prima volta perché te l'ha consigliato tua nonna. Non male come inizio, se non fosse che la tua è una nonna speciale.Nonna Wilma, il nome è... Leggere il seguito

    Da  Martina Frattini
    TALENTI

Magazines