Magazine Diario personale

La mia sempre migliore amica.

Da Gattolona1964

Oggi mi concedo una mattina tutta dedicata all’amicizia. Per stamattina non lavorerò, ieri sono stata molto male causa attacco feroce di cervicale, provocato da un’umidità che si tocca con le mani, che ci bagna gli abiti, che ci annebbia la vista e avvolge tutte le nostra ossa, muscoli e fasci di nervi Emiliani doc. E dintorni! Uno di quegli attacchi da dover rimanere ferma immobile, sdraiata al buio, occhi chiusi, Orudis che faceva lentamente il suo corso.Ricorro all’Orudis quando sto per tirare le cuoia: prima prendo inutilmente e lo so, Moment, Tachipirina, Efferalgan, (non tutti insieme!) sperando di prendere in giro la cervicale. Così per evitare un medicinale molto pesante per lo stomaco, ne prendo 4/5 nell’arco di uno/due giorni, non ottengo risultati soddisfacenti, il male s’incarognisce e diventa sempre più atroce. Poi ricorro alla botta finale: o la va o si spaccano(la testa ed il collo!) Mi pare, mi sembra, (ma al computer ho già un piccolo inizio di nausea..) di essere quasi in forma, occhiaie a parte, ma con un poco di fondotinta le mascheriamo. Vado a trovare R., la mia cara migliore amica di sempre. Non credo interesserà a lettori con aspettative più alte e scientifiche delle mie, ma per me questo appuntamento è molto importante. “Ma non eri dimissionaria?” Sì lo sono, ma qualche volta la nostalgia del posto di lavoro prende il sopravvento e passo a fare una visitina al mio vecchio ex salotto. Ora è impolverato, coperto da cellophane, i mobili sono tutti accatastati, qualche tazzina è sbeccata, il vassoio per il caffè è buttato in un angolo. Non tocco nulla, giuro! Guardo e basta, non rubo niente di ciò che era già mio. Ma che ora è a disposizione di chi vorrà metterci la propria inventiva per rispolverarlo. Non vi ho dato una eclatante notizia di massacri, di stragi, di terremoti, di scegliere se fare 3 figli o 5, non vi parlo di satira o di storia, vado semplicemente a trovare una persona.Semplicemente per usare un eufemismo, è uan cosa meravigliosa, poter dire di avere un’amica che è preziosa da sempre, che è la tua migliore amica, che fa parte di te e della tua storia personale. E’ un grande dono che forse, tendiamo a sottovalutare. Molte persone non hanno amici: nè migliori e nè peggiori, qualche conoscenza di circostanza, pochi colleghi, dei vicini di pianerottolo. Tutta un’altra faccenda…Io ho da 44 anni una persona con la quale mi sono sempre trovata bene, una persona con la quale c’è un’empatia perfetta, io e lei ci siamo sempre completate pur essendo diversissime. Oggi riprenderemo il discorso dove l’avevamo loasciato, con due bottiglie d’acqua sul tavolo, due caffè e parecchi pasticcini dolci (per lei) e salati (per me). Come fosse ieri che ci siamo viste, ed invece era la metà di Dicembre per il consueto appuntamento natalizio. Quest’anno senza mariti e senza figli, solo noi due, a farci risate e confidenze, a guardarci negli occhi e a capire già che cosa l’altra voleva dire. Questo per me è uno dei regali che la vita mi ha fatto, a volte tendo a sottovalutarlo, ma è una cosa, anzi! Una persona che c’è ed esiste, sulla quale poter contare anche fossi all’ospedale. Sono ricca, forse non lo sapevo.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Perchè i disoccupati amano la neve

    Perchè disoccupati amano neve

    In questi giorni ha nevicato, un pò dappertutto, ma soprattutto nella grande città. La MIA grande città.(no, non Londra!)Da brava bambina che non sono altro,... Leggere il seguito

    Da  Giovanecarinaedisoccupata
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, RACCONTI, TALENTI
  • La prima rosa bella!

    prima rosa bella!

    Da un giorno all’altro è arrivata,  a sorpresa sull’arco del mio cancelletto, la prima rosa gialla. Tutti gli anni in questo periodo l’attendiamo con gioia... Leggere il seguito

    Da  Gattolona1964
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, RACCONTI, TALENTI
  • Chi lascia la strada vecchia per la nuova..

    Cari sconosciuti amici ed amiche, ho creduto fortemente che l’abbandono del blog e della scrittura fossero per me una saggia decisione, la medicina giusta per... Leggere il seguito

    Da  Gattolona1964
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, RACCONTI, TALENTI
  • ..e m’incammino verso la sera.

    Anche stamane ho sentito il trillo antipatico della sveglia che mi chiede di alzarmi dal mio caldo e sicuro giaciglio. Sembra quell’antipatico alzabandiera... Leggere il seguito

    Da  Gattolona1964
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, RACCONTI, TALENTI
  • La cena da soli si può

    cena soli

    Essere da soli, tornare a casa alle 19 quando va bene e non voler mangiare solo 4 Salti in padella e simili perché, in ordine sparso:- Sono per la maggior... Leggere il seguito

    Da  Micamichela
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • Pontomedusa vuole fare la scrittrice

    Pontomedusa vuole fare scrittrice

    Vi svelo un segreto. Quando ho cominciato a scrivere, diciamo un paio di anni fa, ho cominciato con la narrativa. Mesi dopo, ho deciso che per pubblicizzare i... Leggere il seguito

    Da  Pontomedusa
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • La casa dell’impiccato

    Un raccontino modesto, così, per rompere il silenzio dopo tre mesi. E poi, piuttosto che niente, meglio piuttosto. Paul Cezanne: La casa dell’impiccato, 1873... Leggere il seguito

    Da  Melusina
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI

Dossier Paperblog