Magazine Arte

La morte vista dall’arte alla Galleria Miomao di Perugia

Creato il 10 gennaio 2012 da Orastacco

Published on gennaio 10, 2012 with Nessun commento

La morte vista dall’arte alla Galleria Miomao di Perugia
MM (Hasta la Muerte/Fino alla Morte) è il titolo della mostra curata da Alberto Zanchetta. Ispirandosi alla lettura critica elaborata dal curatore nel fortunato saggio Frenologia della vanitas. Il teschio nelle arti visive (Johan&Levi, 2011), l’esposizione mette a confronto diversi stili ed epoche, soggetti e tecniche che concernono i simboli della morte, presentandosi quindi come una grande “danza macabra” in cui artisti, disegnatori, incisori, illustratori, fumettisti si trovano a dialogare senza discrimini né gradualità nelle tecniche o nelle discipline. Nell’intento di evidenziare uno sguardo (sempre nuovo, sempre diverso) sui simboli dell’arte macabra, la mostra, presso la  Galleria Miomao di Perugia, riunisce le opere di trentaquattro autori, tra grandi maestri del passato e artisti dell’odierno panorama nazionale e internazionale, che si sono cimentati con l’iconologia della vanitas.

Motivo centrale dell’esposizione è il teschio, simbolo per eccellenza della morte: effige plurisecolare che rispecchia le comuni ossessioni della società, in ogni luogo e in ogni epoca. Icona quanto mai onnipresente nella vita quotidiana, dalla moda ( pensiamo ad esempio alle sciarpe di Alexander Mc Quenn che nel 2011 sono state un must della moda)

La morte vista dall’arte alla Galleria Miomao di Perugia

ai gioielli, dall’arte al design, dalla musica ai fumetti, dal cinema alla televisione; rammentandoci la fine di tutte le cose, le teste di morto che si affastellano in qta mostra sembrano suggerirci – in gran silenzio, e a denti stretti – significati escatologici che abbiamo dimenticato, o più semplicemente ignorato nel corso degli ultimi anni. Che siano gioviali o grevi, gaudenti o truculenti, gli scheletri e i teschi che affollano queste opere sprezzano la vanità delle cose terrene, inducendoci così a una vertiginosa riflessione ontologica.

Tra gli artisti in esposizione: Paolo Bacilieri (Verona, Italia, 1965); Donald Baechler (Hartford, Stati Uniti, 1956); Armin Barducci (Bolzano, Italia, 1976); Cristiano Baricelli (Genova, Italia, 1977); Alessandro Bazan (Palermo, Italia, 1966); Andrea Bruno (Catania, Italia, 1972);…

 Quando: 11 febbraio – 31 marzo 2012

Orari: da martedì a sabato, dalle 15 alle 19 altri orari su appuntamento

Dove: Galleria Miomao Via Podiani, 19 – Perugia

Contatti: info [email protected] tel. 347 7831708

www.miomao.net


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :