Magazine Politica

La newsletter di osservatorio balcani e caucaso

Creato il 11 febbraio 2016 da Pasudest

PRIMO PIANO

InquietudiniInquietano le notizie che continuano ad arrivare dalla Turchia. Di fatto, il sud-est del paese, è in guerra: sarebbero, nei soli ultimi sei mesi, quasi mille i morti tra soldati turchi, militanti del PKK curdo e civili. In settimana la nostra corrispondete Fazıla Mat ci ha riportato una tragica e emblematica vicenda avvenuta nella città di Cizre.Con il nuovo governo la Croazia rischia di rimanere prigioniera del suo passato più nero: ci racconta il perché Francesca Rolandi, in un suo editoriale. Spostandoci di poco più a nord il nostro corrispondente Stefano Lusa ha intervistato il ministro degli Esteri sloveno Karl Erjavec: tutte le inquietudini dell'Europa nei confronti di profughi e migranti.In settimana poi abbiamo analizzato il collasso del sistema sanitario in Ucraina; abbiamo portato alla luce la vicenda delmaster ERMA a Sarajevo e di come la necrosi istituzionale del paese pesi sul futuro; abbiamo poi – tra le molte altre cose - pubblicato un'ampia rassegna su come potrebbe evolvere il processo di pace a Cipro nel corso del 2016. Buona lettura!
Bloc-notes: L'Azerbaijan condannato a Strasburgo per maltrattamenti contro un giornalista; Grecia, la CEDU in difesa dei diritti dei detenuti; Turchia, altre due condanne a Strasburgo; Isole greche e rifugiati, nomination al Nobel per la Pace

MULTIMEDIA

newsletter osservatorio balcani caucaso L’iconico Teatro dell’Opera di Tbilisi

L’iconico Teatro dell’Opera di TbilisiIl 31 gennaio il Teatro dell’Opera e del Balletto di Tbilisi ha riaperto i battenti dopo una ristrutturazione durata sei anni. Foto e testi di Monica Ellena

NOTIZIE

Turchia, il seminterrato di Cizre

Fazıla Mat
A Cizre, capoluogo della provincia sudorientale di Şırnak, a maggioranza curda, dallo scorso dicembre vige il coprifuoco e sono intensi gli scontri tra le forze di sicurezza di Ankara e i militanti del PKK. La vicenda di un gruppo di persone intrappolato in un seminterrato da giorni. Alcuni di loro sarebbero morti

Azerbaijan: Amal Clooney difende Ismayilova

Simone Zoppellaro
Khadija Ismayilova, incarcerata da oltre un anno per il suo lavoro di giornalista investigativa, sarà difesa da Amal Alamuddin, avvocato esperto di diritti umani

Sarajevo, ERMA sotto il peso della politica

Rodolfo Toè
Il master in diritti umani e democrazia ERMA, una delle eccellenze delle Università di Sarajevo e Bologna, da mesi non riceve i finanziamenti messi a disposizione dall'Unione Europea e dal governo italiano per faide interne all'Università bosniaca

Svolta nera in Croazia

Francesca Rolandi
Le impressioni di una virata a destra della Croazia vengono rafforzate con l’insediamento del nuovo esecutivo. Il paese rischia di rimanere prigioniero del passato e di una narrazione nazionale manichea. Un commento

Slovenia: l'Europa secondo Erjavec

Stefano Lusa
Radio Capodistria ha incontrato il ministro degli Esteri sloveno Karl Erjavec. Ed ha reso disponibile ai lettori di Osservatorio Balcani e Caucaso l'intervista

Cipro: 2016 anno della svolta?

Francesco Grisolia
I leader greco-cipriota e turco-cipriota hanno ribadito l'impegno a risolvere la divisione dell’isola entro l’anno, ma le previsioni di un accordo entro marzo e un nuovo referendum a luglio sembrano poco realistiche

Trieste Film Festival: tutti i premi

Nicola Falcinella
Si è chiusa sabato scorso la 27ma edizione del Trieste Film Festival. Tutti i premi assegnati in questa rassegna del nostro critico cinematografico

Azerbaijan, la sfida di Nardaran

Arzu Geybullayeva
Le proteste di Nardaran, villaggio a maggioranza sciita conservatrice, segnalano un generale malcontento che sta attraversando tutto il paese per la difficile situazione economica e sociale

L'Ucraina colpita dall'influenza suina

Danilo Elia
Un sistema sanitario al collasso che, in particolare nelle aree di Donetsk e Luhansk, non riesce a far fronte all'ennesima sciagura per la popolazione dell'Ucraina: l'influenza suina

Macedonia: elezioni di aprile in forse

Davide Denti
Il 15 gennaio il premier macedone Nikola Gruevski ha rassegnato le dimissioni, come concordato nei negoziati con l'Ue. Ma il governo di transizione, che dovrebbe portare alle elezioni di aprile, ha ottenuto il via libera in un parlamento senza l'opposizione

Mediterraneo orientale, la partita del gas

Francesco De Palo
La recente scoperta di ingenti riserve di gas nel Mediterraneo orientale crea nuove opportunità di collaborazione, ma anche di scontro, sull'asse Grecia, Cipro, Turchia e Israele

Cercavamo la pace: la mobilitazione in Trentino per la ex Jugoslavia

Marco Abram
E' uscita sulla rivista "Archivio Trentino" una ricerca realizzata da OBC sugli anni della mobilitazione in Trentino durante la guerra in ex Jugoslavia. La proponiamo ora integralmente anche per i nostri lettori

APPUNTAMENTI

Sotto i ponti di Paris - In fuga da Srebrenica

Un musical di Pietro Paparo con musiche originali di Walter Gilli e coreografie di Elena Bonizzi per ricordare il genocidio di Srebrenica del 1995
7 febbraio 2016
BRESCIA

L'immigrazione in Trentino. Rapporto annuale 2015

Presentazione del "Rapporto Immigrazione in Trentino", ricerca curata per conto del Centro Informativo per l'Immigrazione (Cinformi) della Provincia autonoma di Trento dai sociologi Maurizio Ambrosini, Paolo Boccagni e Serena Piovesan
11 febbraio 2016
TRENTO

Decima Giornata di Studi Armeni e Caucasici

Convegno internazionale
16 febbraio 2016
VENEZIA

Bosnia e Shoah. Per non dimenticare le voci del passato

Zijo Ribić, sopravvissuto al massacro della sua famiglia nel villaggio di Skočić (Bosnia orientale), interviene in occasione del concerto “Venti caldi dell'Est” di Namaste Ensemble
7 febbraio 2016
ADRIA

OPPORTUNITÁ

Seminario formativo su educazione allo sviluppo e sensibilizzazioneIl Comune di Ancona e l'Associazione TECLA promuovono la seconda tappa del seminario formativo LADDER finalizzato alla promozione dell’educazione allo sviluppo e della sensibilizzazione nell’ambito delle politiche DEAR (Development Education & Awareness Raising). Il seminario di livello nazionale a numero chiuso (max. 25 partecipanti), è rivolto alle organizzazioni della società civile e agli amministratori attivi nel settore della cooperazione allo sviluppo. Il progetto prevede che i partecipanti che verranno formati possano poi realizzare, negli enti locali di provenienza, un seminario identico per formare anche i cittadini con il supporto di TECLA. Il metodo a cascata coinvolgerà quindi in primis le amministrazioni locali per arrivare direttamente al cittadino. Il termine per presentare la domanda di iscrizione online è fissato al 19 febbraio 2016. Info: Associazione TECLA | [email protected]

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :