Magazine Tecnologia

L.A. Noire

Creato il 15 giugno 2011 da Mondohitech

L.A. Noire

L.A.NOIRE è un gioco pubblicato dalla Rockstar Games in America il 17 maggio mentre in Europa il 20 maggio.

Quest’anno è stato uno dei giochi più attesi,sopratutto per la fama che la Rockstar Games si sta costruendo in questi anni(basta guardare tutti i  GTA  e  l’ultimo red dead redemption).

Ci sono voluti sei anni per partorire questo gioco ma alla fine eccolo qui.

La storia è ambientata a Los Angeles nel 1947(durante l’era d’oro del cinema di Hollywood ) e il protagonista della storia è Cole Phelps(marine statunitense) che dovrà ripulire la città da criminali pericolosi.

Nonostante la trama sia abbastanza scontata il gioco colpisce per il suo realismo incredibile.

Infatti la Rockstar Games per creare questo gioco ha utilizzato una nuova tecnologia(MotionScan) che ha permesso di far recitare delle persone vere e non create al computer.

Tutto ciò ha donato un grande realismo al gioco,e ha permesso di creare dei personaggi molto dettagliati nei loro movimenti che hanno aiutano a creare una trama da film.

Per quanto riguarda il game-play,il gioco è diverso da GTA dove si poteva fare tutto ciò che ci veniva in mente,tipo andare in giro per la città ad uccidere gente;in L.A.NOIRE siamo un personaggio che ha delle limitazioni e dei doveri,infatti non si può essere altro che dei poliziotti e si può usare la pistola solo se richiesto dalla missione.

Per quanto riguarda le missioni,sono sempre accompagnate da una trama realistica e dalle tematiche serie e ti coinvolgono diversamente da GTA dove facilmente si aveva voglia di mollare tutto perché la trama non ci prendeva.

Nonostante questo stupendo gioco sia perfetto,la gente non sembra apprezzarlo molto visto che le vendite in queste prime settimane sono state sotto le aspettative,ma forse centra qualcosa il prezzo.

Saluti,ci sentiamo al prossimo articolo.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine