Magazine Cultura

La nostra storia...

Creato il 05 gennaio 2013 da Teatrochepassione

1.gif


L’esperienza teatrale per bambini e adolescenti nasce nel settembre 1985, quando, dopo un corso sul teatro, Delia Filippi, entusiasta parlò con l’allora curato don Massimo e scoprì che condivideva con lui la passione per il teatro. Questo appoggio la incoraggiò a far nascere un gruppo di teatro per bambini ad Artogne e così, volantini alla mano, riuscì a raccogliere intorno a sé i primi 10 bambini e 3-4 adolescenti per far partire l’avventura.


Debuttarono il 26 dicembre del 1985 con lo spettacolino “Chi ha rubato lo Spirito natalizio?”. I ragazzi erano emozionantissimo e il pubblico li premiò così, nel gennaio 1986, i bambini si raddoppiarono e l’esperienza continuò con coraggio. Nell’ottobre del 1986 fu pubblicato sul Giornale di Brescia un articolo che parlava del gruppo teatrale di Artogne: questa fu la spinta a continuare e, per alcuni anni, si fece teatro con i bambini delle scuole elementari.
Fu intorno al 1990 che Delia e gli “aiutanti educatori” di allora decisero di estendere l’esperienza anche ai ragazzi delle scuole medie creando per loro un gruppo specifico e poi, dopo qualche anno, nacque anche il gruppo degli adolescenti. I tre gruppi lavoravano sia separatamente che insieme, con una media di 3-4 spettacoli l’anno. Fu un periodo molto creativo; i gruppi erano numerosi, nel 1996 si raggiunsero addirittura 40
 partecipanti (dai 15 al 40 anni) quando andò in scena una splendida parodia musicale “I tre moschettieri”. Di quel periodo si ricorda, in particolare, l’affiatamento e il clima di allegria che c’era dietro le quinte, e i tantissimi costumi che furono realizzati. Dopo questo musical si continuò imperterriti con nuovi spettacoli fino alla fine del 1998, quando, per problemi personali di Delia, l’esperienza teatrale cessò per un paio d’anni. Fortunatamente nel settembre 2000 Delia fu convinta da più persone, che sentivano la mancanza di questa esperienza educativa, a ricreare dei gruppi nuovi che sono continuati e rinvigoriti fino ad oggi. Lo spirito che ha caratterizzato questi anni non è mutato: il percorso teatrale ha lo scopo di offrire ai ragazzi di varie età la possibilità di fare un’esperienza di gruppo, che permetta loro di mettersi alla prova, di esprimersi, di vincere le proprie paure, divertendosi. Lo spettacolo è il riassunto dei loro sforzi, la gratificazione per il cammino fatto in gruppo e che quindi diventa un mezzo e non il fine ultimo.


Ogni spettacolo è bello in quanto unico e in quanto porta con sé l’esperienza di chi lo realizza. Vi è infatti un’attenzione costante ai partecipanti perché le proposte teatrali possano essere sempre a “misura loro”, siano essi bambini, ragazzi, adolescenti o giovani.
Attualmente i gruppi teatrali sono tre e raccolgono all’incirca trenta persone tra grandi e piccoli. Nei vari spettacoli i più grandi aiutano i più piccoli e spesso anche viceversa!
Nella speranza di aver contribuito con l’esperienza teatrale alla crescita personale e sociale dei ragazzi di Artogne, nonché all’offerta di modalità alternative di stare insieme, credere in sé stessi e nella forza dell’unione, l’auspicio è di continuare ancora per tanti anni su questa strada credendo fortemente nel potere delle “esperienze” educative.
Si stimano infatti circa 300 ragazzi che, nel corso di questi 25 anni, hanno potuto giovare dell’esperienza teatrale. Negli ultimi anni poi, è stata fondamentale la disponibilità del complesso scolastico di Artogne che ha offerto gentilmente il salone come luogo d’incontro per le prove e per la realizzazione degli spettacoli non avendo più, purtroppo, altro luogo più appropriato in cui ritrovarci.


                                                       


pierrot_01.gif


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La GIUSTIZIA in Teatro

    GIUSTIZIA Teatro

    Significante 2013 – GiustitziaAll’interno della programmazione artistica e culturale dell’Associazione Figli d’Arte Medas, dedicata quest’anno all’Identità, all... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • La Crivellenti sentita dal PM

    Crivellenti sentita

    Marcella Crivellenti, sovrintendente del Teatro Lirico è stata sentita questa mattina dal pm Giangiacomo Pilia come persona informata sui fatti. L’inchiesta è... Leggere il seguito

    Da  Nonzittitelarte
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • La musica contro il dolore

    musica contro dolore

    Il dolore più grande che un genitore possa provare è sicuramente quello della perdita di un figlio, un dolore per il quale non ci sono cure. Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • La storia si ripete

    storia ripete

    Al Maggio Musicale Fiorentino la storia si ripete eguale a ciò che il Lirico di Cagliari ormai, sta vivendo da anni: i dirigenti delle fondazioni che... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    ATTUALITÀ, CULTURA, PALCOSCENICO, PRECARIATO, TEATRO ED OPERA
  • La magistratura indaga

    magistratura indaga

    La Procura apre un fascicolo sulla contestata nomina del sovrintendente del teatro Lirico. Per i sindacati questo ennesimo episodio è “un danno all’immagine di... Leggere il seguito

    Da  Nonzittitelarte
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • Virago Classic way

    Virago Classic

    Yamaha XV 750 Virago by Classic Way Classic Way Atelier - Guimarães, Portugal Leggere il seguito

    Da  Inazumaluke
    LIFESTYLE, PASSIONE MOTORI
  • Galleggiando fra le ninfee

    Galleggiando ninfee

    Si sa che qualsiasi discorso si faccia intorno ad un quadro o ad un’opera d’arte in genere può cambiare radicalmente nel momento in cui finalmente la si riesce ... Leggere il seguito

    Da  Il Viaggiatore Ignorante
    VIAGGI

Magazines