Magazine Società

La pagina di un libro/19 - Il gioco del rovescio

Creato il 29 settembre 2011 da Mapo
Questa pagina, pescata in un bel libro di Tabucchi che ho appena finito (e che ora è steso in bagno ad asciugare come un calzino per averlo distrattamente dimenticato nel cestino della bicicletta in un pomeriggio di pioggia), è dedicata a chi, magari anche in queste ore, o almeno una volta nella vita, ha provato un po' di nostalgia. Quella vera.
La pagina di un libro/19 - Il gioco del rovescio"Andavo alla ricerca di lucertole, che avevano nidificato da quella parte e che prendevano il sole immobili sui sassi, con il capo alzato e gli occhietti puntati verso il nulla. Avrei saputo anche catturarle con un laccio di giunco che mi aveva insegnato a costruire un mio compagno di scuola, ma preferivo osservare quei corpicini incomprensibili e sospettosi del più piccolo rumore, come assorti in una preghiera indecifrabile. Spesso mi veniva da piangere e non sapevo perchè. Le lacrime mi scendevano senza che potessi farci niente, ma per il latino non era di certo, i parisillabi e gli imparisillabi ormai li sapevo a memoria, in fondo la mamma aveva ragione, per queste cose non c'era bisogno di andare a lezione e di uscire di casa, bastava un po' di studio. Solo che mi veniva voglia di piangere allora mi sedevo sul muricciolo guardando le lucertole e pensando alle estati precedenti. Il ricordo che più mi faceva piangere era un'immagine: io e papà su un tandem, lui davanti e io di dietro, la mamma e la Nena su un tandem che ci seguivano gridando aspettateci, sullo sfondo c'era la pineta scura di Forte dei Marmi e davanti a noi l'azzurro del mare, papà aveva i calzoni bianchi e chi arrivava primo al bagno Balena avrebbe mangiato per primo il gelato ai mirtilli. E allora non riuscivo a trattenere i singhiozzi e dovevo tapparmi la bocca con le mani per non farmi sentire dalla mamma, la mia voce repressa era un ciangottio sommesso che somigliava al verso di Belafonte quando si rifiutava di essere trascinato al guinzaglio; e la saliva, mischiata alle lacrime, mi inzuppava il fazzoletto che mi infilavo disperatamente in bocca, e allora mi veniva da morderle, le mie mani, ma piano piano, a piccoli morsi, che strano, a quel punto tutto si confondeva e sentivo sul palato, acuto, nitidissimo, con un profumo inequivocabile, il sapore di gelato ai mirtilli".
Antonio TabucchiIl gioco del rovescioPag. 64

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La differenza la fa il dito

    differenza dito

    «Il significato del federalismo [leghista] consiste nel concedere un domicilio alla spontaneità individuale, nel creare, entro i limiti di ambiti locali,... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il fuoco dietro la collina

    fuoco dietro collina

    C’è in giro un buon romanzo italiano che ha riscosso un discreto successo e che merita un’attenzione particolare. Si tratta di Paesaggio con incendio di... Leggere il seguito

    Da  Andreapomella
    SOCIETÀ
  • La Mafia uccide il futuro

    Mafia uccide futuro

    a cura di Dale ZaccariaL’audio qui postato è quello che abbiamo utilizzato nella riduzione teatrale di Malacarne, portata in scena da me e Consuelo Cagnati a... Leggere il seguito

    Da  Malacarne_nonconunlamento
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Il trading online: la fidelizzazione

    trading online: fidelizzazione

    L'altra sera ci siamo occupati del trading online come esperienza di investimento di un capitale iniziale con una parte di rischio per il cliente, e in questo... Leggere il seguito

    Da  Alessandrobaldini
    SOCIETÀ
  • Il coraggio, la dignità

    coraggio, dignità

    Giorni di silenzio sono il minimo che dobbiamo concedere a ciò che segue il disastro. Genova si allaga, di nuovo, ancora, e stavolta l'acqua porta con sé delle... Leggere il seguito

    Da  Alesan
    SOCIETÀ
  • Il tenerello 2: la vendetta

    Carissimi...Il tenerello che è in me e che vive con la stessa trepidante attesa di un bambino che sta aspettando l'uscita del suo fumetto preferito o che non... Leggere il seguito

    Da  Vpostulato
    ATTUALITÀ, POLITICA, SOCIETÀ
  • La Lotta è il Tempo

    Ieri sera c’è stata a Pisa un’assemblea di Movimento a cui ho partecipato e in cui sono intervenuto. Dal momento che ho messo abbastanza carne al fuoco e che... Leggere il seguito

    Da  Monsieurenrouge
    CULTURA, SOCIETÀ