Magazine Cultura

La panchina

Creato il 02 gennaio 2011 da Samilla

LA PANCHINAOgni giorno su quella panchina, insieme. Ogni pausa pranzo trascorsa a leggere un libro o anche solo a parlare. Ogni mattina l’attesa di quell’ora di pura felicità. Ci conosciamo da poco tempo eppure Giorgio mi ha già conquistata.

“ Anita, tu sei preziosa per me”.

Mi dice, facendomi struggere come neve al sole. So poco di lui, delle sue origini. E’ sfuggevole, ma premuroso. Rifugge qualsiasi domanda sulla sua vita privata e non ha mai accennato ad incontrarci la sera. Dopo il lavoro, tornando a casa mi siedo su quella panchina, da sola. Fa freddo e tra poco inizierà a nevicare. Sussulto nel sentirmi toccare le spalle. Mi volto e Giorgio mi sorride. Non dice niente, si siede e mi prende la faccia tra le mani. Appoggia le sue labbra sulle mie e mi regala un bacio lento, appassionato, desiderato. Apro gli occhi e, al mio fianco non c’è più nessuno. E’ calata la notte. Solo un cane o forse un lupo che mi guarda in silenzio. Poi, prima di allontanarsi verso il bosco, si volta un’ultima volta.

 

Samanta



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La lista

    Il quinto racconto breve: La lista. Buona lettura. Uno di fronte all’altro, separati da una larga scrivania trasparente; sul ripiano abbastanza in ordine,... Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, TALENTI
  • La lettura

    lettura

    L’invito di Gloria mi ha colto proprio mentre, in questi giorni, tento di riordinare alcuni spazi delle librerie di casa. Io dico sempre che nel mio... Leggere il seguito

    Da  Sandra
    CULTURA
  • La notizia

    notizia

    Stampando una notizia in grandi lettere, la gente pensa che sia indiscutibilmente vera. Jorge Luis BorgesPeste della patria è il giornalismo che accetta le... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • La panchina

    Il decimo racconto breve: La panchinaBuona lettura.Nel suo nome e cognome c’era una nota antica, un sapore un po’ da notte dei tempi: Bastiano Saetone. Leggere il seguito

    Da  Marcofre
    CULTURA, TALENTI
  • La nausea

    nausea

    Ieri sera Apollo e io siamo andati al cinema: tra i film cortesemente offerti dalla nostra magica tessera solo due erano papabili, Il cigno nero e Dylan Dog. Leggere il seguito

    Da  Pythia
    CINEMA, CULTURA, DA CLASSIFICARE
  • La critica

    critica

    L’importanza della critica per un artista è fondamentale perché un artista senza una critica intelligente non può crescere . Gli artisti che si offendono davant... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA
  • La Creazione

    Creazione

    In questi giorni , in occasione del Festival di Sant’Efiso, ma anche in corrispondenza della settimana Santa, è in corso di preparazione al Teatro Lirico di... Leggere il seguito

    Da  Musicamore
    CULTURA, PALCOSCENICO, TEATRO ED OPERA