Magazine Cinema

La papessa

Creato il 05 luglio 2010 da Tanci86
La papessa Nonostante le varie tirate femministodi non è un film male e questo dimostra la mia teoria secondo la quale un bel film è quello che piace nonostante nonostanti abbia dietro ideologie diverse o contrarie a quelle dello spettatore.
Il film narra la storia della Papessa alias Jhoannes Anglicanus, argomento sul quale si dibatte se sia una semplice leggenda o una vera vicenda del IX secolo occultata dalla Chiesa.
Joanna, ragazza intelligente e appassionata di scienza, ha la sfortuna di vivere in una famiglia bigotta e violenta che non ne riconosce le doti e punta tutto sui fratelli maschi.Lo spirito ribelle, l'intelligenza acuta e una serie di circostanze particolari la portano ad allontanarsi di casa ed entrare in una scuola ecclesiastica, per poi fuggire e fingersi maschio per poter rifugiarsi in convento come monaco e finire addirittura a Roma alla corte del Papa, interpretato da un tosto e azzeccatissimo John Goodman.La prima parte del film è senz'altro buona e ben gestita, fluida, ben recitata, acuta e con delle buone ricostruzioni dell'epoca.Peccato che a metà del film ci sia un errore logico abbastanza grossolano: un ragazzino preso in cura dal finto monaco dopo un tempo imprecisato che non dovrebbe comunque superare qualche mese nel film ha già i vent'anni superati e ha messo su famiglia. La seconda parte del film è piuttosto sciatta rispetto alla prima parte e il tempo che è stato dedicato alla ricostruzione e al susseguirsi delle vicende nelle campagne desolate del nord non è dedicato agli intrighi della corte papale, che sarebbero stati altrettanto se non più interessanti; ho anche qualche dubbio sulla ricostruzione della Roma del IX secolo, ma forse sbaglio.Peccato, probabilmente temevano che il film rischiasse di allungarsi troppo e hanno dato un finale frettoloso.Il finale in particolare è il vero punto debole del film, avendo optato per una fine ben più all'acqua di rose rispetto a quella che pare sia avvenuta secondo la leggenda originale.In più gli autori hanno voluto una di quelle conclusioni che ti mettono la classica pulce nell'orecchio e ti fanno venire dubbi su quanto possa esserci di vero in quello che ci dicono, ma queste teorie alla Dan Brown sono un po' folkloristiche, è più scomoda la descrizione delle superstizioni religiose fatta nella prima parte del film a questo punto.Voto 7/10
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • “La doppia ora”

    doppia ora”

    2009: La doppia ora di Giuseppe Capotondi Presentato al Festival di Venezia, ha fatto -a mio parere inaspettatamente- incetta di premi. Leggere il seguito

    Da  Cinemaleo
    CINEMA, CULTURA
  • Quando la fantasia ...

    Quando fantasia

    QUANDO LA FANTASIA CORRE…. Non so se capita anche a voi quando leggete un libro…ma credo che, alla maggior parte dei lettori capiti. Capita, cioè di immaginare ... Leggere il seguito

    Da  Isn't It Romantic?
    CINEMA, CULTURA, ROMANZI
  • La settimana #69

    Settimana aperta col cliccatissimo post sulla truffa via mail legata a CartaSI (se ve lo siete perso è bene che gli diate uno sguardo). Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA
  • La Horde

    Horde

    In una Francia di poliziotti dal grilletto facile e la vendetta pronta (tra i quali c'è uno uguale al cattivo di IRON MAN) e mafiosi nigeriani che urlano "Io... Leggere il seguito

    Da  Mokujanji
    CINEMA, CULTURA
  • La settimana #74

    Anche questa settimana ampio spazio al viral marketing cinematografico. Novità interessanti per Super 8, tramite il suo sito dedicato ai Rocket Poppeteers, per... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA
  • La nostra vita

    nostra vita

    di Daniele Lucchetti, Italia 2010, con Elio Germano, Raoul Bova, Luca Zingaretti, Isabella Aragonese, Giorgio Colangeli, Stefania Montorsi, Marius Ignat, Alina... Leggere il seguito

    Da  Innovationmarketing
    CINEMA, CULTURA
  • La settimana #52

    Partiamo col giorno di Pasquetta, che ho voluto festeggiare segnalandovi The Egg Man, curioso personaggio che realizza installazioni (anche) a tema cinema con l... Leggere il seguito

    Da  Soloparolesparse
    CINEMA, CULTURA

Dossier Paperblog

Magazines