Magazine Diario personale

La partenza.

Da Mel. @PopoloMigrante
La prima settimana a Austin e' stata abbastanza impegnativa... gia' dalla partenza.Per evitare scali,  io e mio marito (piu' lui che io) abbiamo deciso di volare da Toronto (Canada), quindi ci siamo messi in macchina dopo aver salutato la nostra casetta ormai vuota e ci siamo diretti verso il confine. Abbiamo passato la notte in hotel e il giorno seguente ci siamo recati in aeroporto. Li', al check in, l'assistente ci chiede i passaporti e noi glieli diamo...tre. Per il piu' piccolo avevamo solo il certificato di nascita e lei ci dice chiaramente che non potremo volare. PANICO. Mio marito prova a spiegare la situazione. Le dice che pensavamo bastasse il certificato (come per gli USA?), che tanto dagli Stati Uniti veniamo e li' rientreremo con volo diretto, che non abbiamo piu' una casa nella quale fare ritorno quella notte, etc. etc. La tipa, una volta avute le @@ piene,  chiama il suo superiore e ci dice di vedercela con lei. Questa, per fortuna decide che se gli americani (vabbe', statunitensi) accettano di farci entrare via aerea col solo certificato per il piccolo, per lei non ci sono problemi, e noi, come se nulla fosse, ci presentiamo allo sportello doganale, dove l'ufficiale di turno non fa una piega, controlla il certificato, chiama un suo collega per avere non so che tipo di assistenza (e li' noi di nuovo panico), ci timbra le carte di imbarco (non i passaporti, proprio le carte di imbarco) e ci augura un buon viaggio.
La partenza.Abbiamo volato con Air Canada: una cagata pazzesca! Un aereo piu' piccolo di un autobus. Ci abbiamo passato piu' di tre ore a bordo, durante le quali ci e' stato offerto solo un bicchiere PICCOLO PICCOLO di una bevanda a nostra scelta con solo DUE cubetti di ghiaccio. Non un pacchetto di pretzel, di biscottini, di arachidi, nulla. Siamo stati felici (e sollevati) di arrivare ad Austin. Arrivassero pure le nostre cose non sarebbe male...

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • aspettando la primavera....

    aspettando primavera....

    si fa una gita fuoriporta!come ogni anno, al capolino dei primi soli..si parteee! ma non si va lontano. si corre alla scoperta di posti limitrofi, in questo... Leggere il seguito

    Da  Ilcerchiomagico
    DIARIO PERSONALE, ECOLOGIA E AMBIENTE, FAI DA TE, MATERNITÀ, PER LEI, TALENTI
  • la leggerezza - ovvero come la privazione diventa risorsa-

    leggerezza ovvero come privazione diventa risorsa-

    ho detto leggerezza..non leggiadria! quella, purtroppo, non mi è mai appartenuta!!!questa vuole essere la cronaca di una domenica qualunque nella casa dei sogni... Leggere il seguito

    Da  Ilcerchiomagico
    DIARIO PERSONALE, ECOLOGIA E AMBIENTE, FAI DA TE, MATERNITÀ, PER LEI, TALENTI
  • Decorazioni per la tavola e la casa

    Decorazioni tavola casa

    Vi ho già detto che mi sono fissata con i fiori di feltro e, dopo quelli per il mio vaso, ho deciso di farne altri per realizzare alcuni regali. Leggere il seguito

    Da  Kevitafarelamamma
    BAMBINI, DIARIO PERSONALE, FAMIGLIA, MATERNITÀ
  • La sagra oltre la finestra

    sagra oltre finestra

    Sono passata tante volte accanto a quell’ospedale, guardo su, tra fronde di alberi che inseguono stagioni: ora abbreviate dai giardinieri, ora snudate... Leggere il seguito

    Da  Maddalena_pr
    DIARIO PERSONALE, MATERNITÀ, PER LEI
  • La matematica della maternità

    matematica della maternità

    PER OGNI RIMORSO, OGNI RITARDO, OGNI RICORDO. OGNI PAROLA CHE COMINCIA IN RI: RI COME LO RIFARESTI. COME RINGRAZIO LA VITA. Per quelle volte che hai pensato son... Leggere il seguito

    Da  Maddalena_pr
    DIARIO PERSONALE, MATERNITÀ, PER LEI
  • La neve e la tigre

    neve tigre

    In tv continuano a dirci che noi uomini non siamo in grado di vivere pacificamente l'uno di fianco all'altro.Dopo Parigi nella laica Francia governata dal... Leggere il seguito

    Da  Stefano Borzumato
    DIARIO PERSONALE, SOCIETÀ, TALENTI
  • La poesia

    poesia

    “La Poesia” Alfons MuchaLa poesia è quel tocco lieve che mi sfiora il viso, il mondo celato dietro al tuo sguardo, la tua mano che mi comprime il petto, i miei... Leggere il seguito

    Da  Chiara Lorenzetti
    DIARIO PERSONALE, TALENTI