Magazine Cultura

La Primavera Teatrale dello Stabile del Veneto

Creato il 02 aprile 2015 da Scatolaemozionale
La Primavera Teatrale dello Stabile del VenetoAnche il Teatro Stabile del Veneto quest'anno vive la sua personale primavera, diventato uno dei 7 Teatri Nazionali, nella giornata del 31 marzo sono state svelate al pubblico le future scelte artistiche e produttive direttamente da Massimo Ongaro, Direttore dello Stabile, al Teatro Verdi (Ridotto) di Padova che ha parlato del programma della PRIMAVERA TEATRALE – Veneto Atelier d’Artisti che, tra aprile e maggio presenterà in anteprima a Padova e a Venezia, gli spettacoli di produzione della Stagione 2015/2016: letture sceniche, incontri e prove aperte daranno vita ad un vero e proprio atelier con artisti come Natalino Balasso, Michela Cescon, Tiziano Scarpa, Giorgio Sangati, Babilonia Teatri, Giuseppe Emiliani. Tutti artisti del territorio Veneto che indagheranno su tematiche differenti quali: Parole ContemporaneeProgetto GiovaniOfficina GoldoniIncubatore Produttivo e Teatro e Spiritualità.
Il Teatro apre le porte al pubblico, invitandolo a conoscere questi artisti e ad assistere a degli estratti dei loro futuri lavori con degli incontri gratuiti (è gradita la prenotazione visto che si terranno quasi tutti al Ridotto e può contenere un centinaio di persone).
Quest'azione rompe i soliti schemi di routine classici di un teatro stabile, che vive principalmente con la stagione invernale e che verso la primavera (e maggiormente l'estate) chiude i "battenti". La formula permette di mantenere vivo lo spazio e sopratutto permette di produrre e di coltivare gli artisti del territorio valorizzando e credendo nei loro lavori.Ecco qui di seguito gli appuntamenti da non perdere e che avvicinano il pubblico alle nuove produzioni che verranno poi inserite nella prossima stagione.La Primavera Teatrale dello Stabile del Venetoper PAROLE CONTEMPORANEE incontriamo la lettura scenica del nuovo testo di Natalino Balasso che presenterà il suo “La Cativissima – Epopea di Toni Sartana”. Una feroce denuncia delle contraddizioni socio-politiche ed economiche di una regione come il Veneto, un tempo definita “la locomotiva d’Italia”.Lo potete assaggiare al Teatro Verdi di Padova il 13 e 14 aprile – ore 17.30 e al Teatro Goldoni di Venezia il 15 aprile – ore 17.30
La Primavera Teatrale dello Stabile del Venetoper OFFICINA GOLDONI il nuovo “Arlecchino-  Il servitore di due padroni” di Giorgio Sangati che aprirà al pubblico con le prime prove dello spettacolo ideato per la programmazione estiva del Teatro Goldoni di Venezia, a seguire la lezione-spettacolo su “I Rusteghi”, uno dei testi più importanti e amati di Carlo Goldoni che, diretto da Giuseppe Emiliani, debutterà a luglio nel contesto dell’Estate Teatrale Veronese.Entrambi gli incontri si terranno al Teatro Goldoni di Venezia il 20 aprile ore 17.30 e l' 11 maggio ore 17.30
La Primavera Teatrale dello Stabile del Venetoper l'INCUBATORE PRODUTTIVO incontriamo la nuova produzione (che lo Stabile sostiene) di “David è morto” dei Babilonia Teatri del quale verranno presentate le prime fasi di lavoro: uno spettacolo che, giocando sul filo del paradosso, porterà all'estremo le dinamiche della nostra società costruendo una vicenda al limite del verosimile, ritratto di una generazione allo sbando.Occasione ghiotta per gli appassionati e non solo, l'incontro si terrà al Ridotto del Teatro Verdi il 23 aprile ore 17.30
La Primavera Teatrale dello Stabile del Veneto per PROGETTO GIOVANI Tiziano Scarpa e Giorgio Sangati, autore e regista de “I maggiorenni” presenteranno al pubblico il loro spettacolo in cui vengono disegnati i profili di alcuni neo-maggiorenni tra ambizioni e fallimenti. La compagnia, diretta da Sangati, coinvolge un gruppo di giovani attori, tra cui ex allievi dell’Accademia Palcoscenico dello Stabile del Veneto.Li potete conoscere il  27 aprile alle ore 17.30 al Ridotto del Teatro Verdi
La Primavera Teatrale dello Stabile del Veneto
per TEATRO E SPIRITUALITA' “Il testamento di Maria” racconta la storia della Vergine e del suo dolore: Michela Cescon in questo contesto leggerà in anteprima alcuni brani di questo testo dal forte impatto emotivo che verrà messo in scena da Marco Tullio Giordana.La potete ascoltare il 4 maggio alle ore 17.30 al Ridotto del Teatro Verdi.

 Quindi..che aspettate?Buona Primavera Teatrale!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine