Magazine Ecologia e Ambiente

La "Rena" rischia di spezzarsi, è già disastro ambientale

Creato il 13 ottobre 2011 da 7325

La 'Rena', nave portacontainer di 236 metri che lo scorso 5 ottobre si è incagliata nella barriera corallina al largo della costa neozelandese rischia di spezzarsi con la comparsa di grosse fratture nello scafo.
Dai serbatoi sono fuoriuscite almeno 300 tonnellate di petrolio che hanno già contaminato le spiagge, e circa 70 container sono caduti in mare.
Un'onda nera ha già cominciato a provocare danni alla fauna presente nella zona. Il greggio ha investito le spiagge della Baia di Plenty, luogo fino ad ora incontaminato utilizzato come riparo di balene, delfini e uccelli marini, molti dei quali stanno morendo.
Se la nave dovesse spezzarsi, si teme la fuoriuscita di almeno 1700 tonnellate di greggio che aggraverebbero una situazione già di per sé drammatica.
"È la peggiore catastrofe marittima della storia del Paese", ha dichiarato qualche giorno fa il ministro all'Ambiente neozelandese, Nick Smith.
 Intanto il comandante della Rena, è stato arrestato ed è comparso davanti a un tribunale di Tauranga, il porto a cui la nave era diretta. Il filippino di 44 anni è stato incriminato secondo la legge marittima, che copre attività pericolosa che coinvolga navi o altri prodotti marittimi.
E' stato rinviato a giudizio e liberato su cauzione, e rischia fino a 12 mesi di carcere e una multa pari a 5700 euro. La metà di prua della nave lunga 236 metri è fermamente incastrata nei banchi corallini, la poppa è sommersa a più di 90 metri di profondità e lo scafo è inclinato di 18 gradi.
Onde fino a 5 metri e forte vento hanno flagellato la nave per due giorni, facendo cadere in mare molti dei container. Centinaia di militari e di volontari sono impegnati nelle operazioni di pulizia sulle spiagge, raggiunte dalle dense bolle nere.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Rinascente.

    Rinascente.

    Ok e cosi' l'Italia si e' venduta un altro pezzo della sua storia. Stavolta una societa' che risale al 1865 e il cui nome e' legata a persone importanti come... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La matrona

    C. è la vecchia proprietaria della fabbrica del sorriso. Ha cucinato per 60 anni trasformando la locanda della famiglia del marito in un ristorante frequentato ... Leggere il seguito

    Da  Bimboverde
    FAMIGLIA
  • La diva

    Una diva entra in cucina. Ancora una francese di grandissima classe ! Dice di essere una cuoca. ( In ferie ad agosto ????????????? Beata lei ! ) Avrà... Leggere il seguito

    Da  Bimboverde
    FAMIGLIA
  • La porta

    porta

    Te ne sarai accorta che più spingo per entrare e più ti fai aperta e, nell’aprirti come fossi la mia porta, di scivolare in me nel punto stesso del mio starti... Leggere il seguito

    Da  Linda
    CULTURA
  • La curée

    curée

    Aristide Rougon, insieme alla moglie Angèle e alla figlia Clothilde, lascia la città di Plassans dopo il colpo di stato per tentare la fortuna a Parigi. Grazie... Leggere il seguito

    Da  Italianiaparigi
    CULTURA, LIBRI
  • La pirateria

    pirateria

    è l'attività illegale di quei marinai - denominati pirati - che, abbandonando per scelta o per costrizione la precedente vita sui mercantili, abbordano,... Leggere il seguito

    Da  Arkavarez
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • La regressione!

    Oggi è stato il primo giorno di lavoro dopo le ferie, e già mi sento devastata. In queste due settimane (abbondanti) di ferie vissute praticamente allo stato... Leggere il seguito

    Da  Bananaecioccolato
    DIARIO PERSONALE