Magazine Poesie

La rosa del due novembre

Da Miryam
La rosa del due novembre

Oggi ti ho donato una rosa

E il vaso con quei bei ciclamini

E ho illuminato con una fiammella

La pietra bianca inerme e muta

L’ho guardata con gli occhi sbarrati

E ti ho visto vagare nei miei pensieri

Ho sfiorato il tuo sguardo un istante

Ho teso la mano come allora…

Mi manca quel tempo…

Respiro nell’aria i ricordi …

Dolce la terra e azzurro il cielo

E caldo il raggio del sole

Lucida la rugiada sul davanzale

Quando udivo la tua voce al mattino

Nel tuo sorriso dare forza alla tua bambina

Tu conoscevi il mio cuore

Così fragile da spezzarsi al primo soffio di vento

Così tenero da piegarsi alle prime gocce di pioggia

Così debole da tremare al primo presagio di tempesta

Mi manchi … in questo vuoto perenne

Ho vagato nella vita

Baciando le mie albe di luce

E abbracciando i miei tramonti di tenebre

E ti ho inviato da ogni luogo lettere d'amore

Tu sei nell’aria, nell’acqua del mare, nel respiro del vento

e nel silenzio mi coccoli … e mi aspetti sereno

e la fiammella ci farà luce inebriandoci

del profumo della rosa e della bellezza dei ciclamini ….

UN BACIO PA'


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La sua onda caparbia

    onda caparbia

    Ascolto il rumore delle onde che s’infrangono contro gli scogli e, con la stessa prepotenza, si prendono un po’ gioco di me. Mi rimproverano, forse. Leggere il seguito

    Da  Marcello89
    POESIE, RACCONTI, TALENTI
  • La polvere del Tempio

    polvere Tempio

    Mi chiedo sinceramente cosa mi stia scavando dentrol’odore della passione è un calvario al Tempio di Salomone Non posso guardare che a me stesso Riponete il... Leggere il seguito

    Da  Villa Telesio
    POESIE, TALENTI
  • La parata

    Su strade che altro non sono che la schiena bianca di una donna che riposa piccole finestre intimorite nell’esser accese aprono sguardi sulla parata delle... Leggere il seguito

    Da  Cinabro
    POESIE, TALENTI
  • la madre

    madre

    La parola più bella sulle labbra del genere umano è "Madre", e la più bella invocazione è "Madre mia". E' la fonte dell'amore, della misericordia, della... Leggere il seguito

    Da  Galadriel
    DIARIO PERSONALE, POESIE, RACCONTI, TALENTI
  • La violenza delle donne!

    violenza delle donne!

    A volte, sapete, allontanarsi non è viltà, anzi...tutt'altro! Ritrovare, ricostruirsi, rialzarsi sulle proprie gambe fin troppo martoriate, massacrate, dopo... Leggere il seguito

    Da  Galadriel
    DIARIO PERSONALE, POESIE, RACCONTI, TALENTI
  • la mia primavera

    primavera

    La mia primavera Leggere il seguito

    Da  Galadriel
    DIARIO PERSONALE, POESIE, RACCONTI, TALENTI
  • La scrittura.

    scrittura.

    PRAGMATA ASSOCIAZIONE.la principale e più sorprendente delle invenzioni dell’uomo: la scrittura. Attraverso di essa si è fissata la storia, si sono redatte le... Leggere il seguito

    Da  Costantino Posa
    POESIE, TALENTI

Magazines